Maggio 23, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Gli scienziati monitorano 7 stelle che mostrano segni di ospitare civiltà aliene avanzate

Gli scienziati monitorano 7 stelle che mostrano segni di ospitare civiltà aliene avanzate

Il team ora vuole eseguire la spettroscopia ottica per comprendere meglio i sette candidati.

C’è sempre la questione di quali forme di vita diverse dall’uomo esistano nell’universo. Recentemente, un team internazionale di ricercatori, con sede in Svezia, India, Stati Uniti e Regno Unito, ha ideato un modo per cercare strutture extraterrestri giganti e inimmaginabilmente complesse, note come sfere di Dyson, secondo un rapporto di Dyson. Avviso scientifico.

La sfera di Dyson è un ipotetico progetto di ingegneria che solo le civiltà altamente avanzate possono costruire. Queste sfere di Dyson permetterebbero alla civiltà di sfruttare tutta l’energia della stella. Per trovare le palline Dyson, o meglio le loro firme tecniche, è stato creato il Progetto Hephaestus. Il team di scienziati ha pubblicato i risultati in Avvisi mensili della Reale Accademia delle Scienze.

Il team ritiene di aver identificato sette di questi oggetti in agguato nell’universo dopo averli filtrati attraverso milioni di potenziali oggetti spaziali. Gli scienziati ritengono che solo le civiltà capaci di un simile progetto siano quelle che misurano il secondo livello della scala Kardashev. Tuttavia, questi candidati necessitano di ulteriori analisi per determinarne la natura.

La possibilità di una tale struttura fu proposta per la prima volta dal fisico e astronomo Freeman J. Dyson nel 1960. Egli la immaginò come un guscio delle dimensioni del sistema solare costituito da uno “sciame di oggetti” che potevano viaggiare in orbite indipendenti attorno a una stella. Come il nostro sole.

Secondo indy.com, L’idea alla base di ciò è che gli alieni che controllano questo campo dalle molteplici sfaccettature lo useranno per sfruttare l’energia della stella per soddisfare i bisogni energetici dei suoi individui tecnologicamente avanzati.

READ  Evoluzione cosmica attraverso 5.000 galassie

Come hanno trovato le sette sfere potenziali di Dyson?

Il team ha analizzato i dati raccolti dalla mappa stellare Gaia dell’Agenzia spaziale europea, nonché dal 2MASS Infrared Astronomy Survey e dal telescopio spaziale per astronomia a infrarossi WISE della NASA.

“Questa struttura emetterebbe calore di scarto sotto forma di radiazione nel medio infrarosso, che, oltre al livello di completezza della struttura, dipenderebbe dalla sua temperatura effettiva. È stata sviluppata una pipeline specializzata per identificare potenziali candidati per il campo Dyson con particolare attenzione al rilevamento”, ha affermato Matthias Suazo dell’Università svedese di Uppsala: “Le fonti che mostrano eccessi infrarossi anomali non possono essere attribuite a nessuna fonte naturale conosciuta di tali radiazioni”.

Il problema qui è che molti altri oggetti naturali emettono quantità eccessive di radiazione infrarossa, comprese le nebulose e le galassie di fondo, secondo L’universo oggi. Pertanto, gli scienziati hanno sviluppato una pipeline speciale per rilevare anomalie che mostrano eccessi anomali di infrarossi.

”[This] “È stata sviluppata una pipeline per identificare potenziali candidati sul campo Dyson con particolare attenzione al rilevamento di fonti che mostrano eccessi infrarossi anomali che non possono essere attribuiti a nessuna fonte naturale conosciuta di tali radiazioni”, hanno affermato i ricercatori.

Lo hanno limitato a 368 fonti. 328 è stata respinta come combinazione. Di queste, 29 furono respinte come irregolari e quattro come nebulose. Su un totale di circa 5 milioni di protozoi sono stati esclusi solo sette potenziali candidati.

“Tutte le fonti sono emettitori chiari nel medio infrarosso senza contaminanti o segni evidenti che indichino una chiara fonte nel medio infrarosso”, hanno aggiunto.

Il team ora vuole eseguire la spettroscopia ottica per comprendere meglio i sette candidati.

READ  I ricercatori rivelano risultati "completamente inaspettati".