Maggio 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Gli scienziati hanno una nuova teoria su cosa attrae gli insetti verso le luci

Gli scienziati hanno una nuova teoria su cosa attrae gli insetti verso le luci

Gli scienziati hanno condotto esperimenti sul campo in Costa Rica per scoprire come diversi insetti rispondono alle luci artificiali di notte.
Yash Sondhi

  • Gli scienziati si chiedono da tempo perché gli insetti siano attratti dalla luce artificiale, ma finora non avevano una risposta valida.
  • I ricercatori hanno osservato schemi di volo insoliti negli insetti che volano verso le luci artificiali di notte.
  • I modelli indicano che gli insetti usano la luce per determinare la direzione appropriata per aiutarli a volare dritto.

Nel 1884, l'entologa Mary Esther Mortfeldt ho notato Qualcosa di strano. Di notte ha fotografato le farfalle nel suo soggiorno che di solito escono solo durante il giorno: sembravano attratte dalle sue lampade.

La questione di cosa spinga gli insetti verso luci di ogni tipo – dai fuochi alle luci del portico – è vecchia.

“Lo osserviamo da migliaia di anni, e possiamo trovare scritti al riguardo da migliaia di anni”, ha detto a Business Insider Sam Fabian, un ricercatore associato post-dottorato presso l’Imperial College di Londra che ha cercato di scoprire il perché.

Insetti capovolti e schiacciati

I ricercatori hanno osservato “percorsi strani” negli schemi di volo degli insetti attratti dalle luci notturne.
Chris Robbins/500px tramite Getty Images

Fabian, Yash Sondhi e altri biologi hanno installato videocamere ad alta velocità, sia sul campo in Costa Rica che nel loro laboratorio, per vedere come la luce influenza i movimenti notturni degli insetti volanti come farfalle, falene e libellule.

Nel laboratorio hanno usato Cattura del movimento Dotando gli insetti di etichette in miniatura simili a quelle che gli attori spesso indossano per filmare scene d'azione nei film e nei videogiochi.

READ  Nuove scoperte potrebbero rivelare la natura della materia oscura

“Questo in realtà ci offre una soluzione straordinaria a ciò che sta accadendo”, ha detto Fabian.

Tuttavia, anche solo con le riprese video, i ricercatori hanno presto notato una tendenza comune tra molte specie che mostrava ciò che Fabian ha descritto come “queste strane tracce”.

Gli insetti volteranno le spalle alla luce e, se quella luce è al di sotto o in orizzontale rispetto alla loro traiettoria di volo, spesso li farà volare in cerchio o scontrarsi.

Era come se utilizzassero la fonte luminosa come mezzo per orientarsi verso il cielo.

Quando gli insetti si avvicinano troppo alla luce artificiale, possono rimanerne quasi intrappolati, ha detto a Business Insider Peter Oboyski, direttore esecutivo e direttore delle collezioni presso il Museo di entomologia Essig, che non è stato coinvolto nello studio.

“L'idea che vogliano che la loro superficie dorsale, la loro superficie superiore, sia rivolta verso la luce ha molto senso”, ha detto Oboyski.

I ricercatori hanno attaccato dei segni sul dorso di falene e libellule per acquisire dati su come volano vicino alle luci.
Sam Fabiano

I pesci mostrano un comportamento simile, “ma questa è la prima volta che abbiamo dimostrato che questo accade agli insetti notturni intorno alla luce artificiale”, ha detto Fabian.

I ricercatori hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista sottoposta a revisione paritaria Comunicazioni sulla natura.

Gli insetti hanno bisogno di sapere in quale direzione raggiungerli

Molti animali fanno affidamento sulla gravità e sui segnali visivi per orientarsi, ha detto Oboyski. Un modo in cui alcuni insetti mantengono il loro orientamento è utilizzando la cosiddetta risposta alla luce dorsale.

READ  “Il mondo corre un rischio di inondazioni maggiore di quanto pensassimo” – rivelando la portata scioccante dell’impatto umano sulle pianure alluvionali globali

“Affinché gli insetti possano volare a livello del suolo e sul lato sinistro, devono sapere in quale direzione stanno andando”, ha detto. La fonte affidabile di queste informazioni è il luogo da cui proviene la luce, il cielo.

“E nel corso di miliardi di anni planetari, ciò aumenterà”, ha detto Oboyski.

Quando gli insetti incontrano una fonte di luce diversa – come un fuoco dal basso o un faro laterale – gli insetti cercano di rivolgere la parte superiore del corpo verso quella luce e possono quindi rimanere disorientati o colpiti, ha detto Oboyski.

Lo studio si è concentrato sul comportamento degli insetti quando la luce si trova a una distanza inferiore a 7 piedi. Non è ancora chiaro cosa li abbia portati lì in primo luogo.

“Penso che ci sia ancora una domanda più grande sul perché sono attratti dalla luce proveniente da distanze maggiori, una domanda a cui è molto più difficile rispondere”, ha detto Oboyski.

La luna non è una bussola

Esistono molte teorie sul motivo per cui gli insetti si radunano alle luci.

“La più comune è la navigazione lunare o celeste”, ha detto Sondhi. L'idea è che gli insetti che hanno bisogno di volare in linea retta possano usare la posizione della luna come segnale. Confondono le luci artificiali con la luna.

La direzione della luce influenza gli insetti in modi diversi. Le luci dirette verso l'alto o poste in orizzontale erano le più fastidiose.
Sam Fabiano

Ma Fabian ha detto di aver testato questa teoria e di aver scoperto che alcuni insetti iniziavano a viaggiare in una direzione diversa quando veniva accesa una nuova fonte di luce.

READ  La prima ricostruzione del muscolo umanoide mostra che "Lucy" di 3,2 milioni di anni può stare in piedi come noi

“In realtà si stanno muovendo avanti e indietro, il che non sembra il tipo di cosa per cui utilizzeresti una bussola celeste”, ha detto Fabian.

Un futuro meno brillante per gli insetti

C'è una ragione per cui gli scienziati hanno cercato a lungo di rispondere alla domanda sul perché gli insetti sono attratti dalla luce artificiale. “Penso che ci siano ragioni pratiche per volerlo capire e anche ragioni teoriche”, ha detto Oboyski.

Innanzitutto, un giorno potrebbe aiutarci a prevenire gran parte dell’uccisione indiscriminata di insetti. “Ci sono molti danni collaterali che si verificano con uno zapper di insetti”, ha detto Oboyski. “Non è solo una questione di zanzare.” Sapere quale luce attira le zanzare – e solo le zanzare – è un potenziale vantaggio.

Oboyski teme anche che l’inquinamento luminoso influenzi il modo in cui gli insetti si muovono nei loro ambienti.

“Forse non riescono a trovare compagni come dovrebbero. Forse non trovano risorse alimentari come dovrebbero”, ha detto. Invece “sono intrappolati nel mondo della luce”.

In teoria, ha detto, imparare di più sul volo degli insetti potrebbe anche aiutare gli ingegneri a progettare un giorno auto volanti.

Una semplice tecnica di mitigazione per ora è guardare nella direzione delle luci esterne, ha detto Sondhi. Se le dirigi verso il basso, “puoi ridurre la quantità di insetti attratti da queste luci”.