Maggio 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Gli sciami meteorici di Tau Herculids possono illuminare il cielo notturno del Nord America

Gli sciami meteorici di Tau Herculids possono illuminare il cielo notturno del Nord America

Gli osservatori del cielo notturno nordamericani hanno le migliori possibilità di vedere la pioggia di Tau Hercules Raccomanda la NASA Intorno all’una di notte sulla costa orientale o alle 22 sulla costa occidentale sono i momenti migliori per guardare. La luna è nuova, quindi non ci sarà il chiaro di luna che oscurerà le meteore.

Tuttavia, la NASA ha sottolineato che non vi è alcuna garanzia di una vista fantastica anche se il cielo è limpido e scuro. Non può arrivare a nulla.

La cometa, ufficialmente conosciuta come 73P/Schwassmann-Wachmann, o SW3, fu scoperta nel 1930 dagli osservatori tedeschi Arnold Schwassmann e Arno Arthur Wachman. La NASA ha detto che non è stato osservato di nuovo fino alla fine degli anni ’70 e negli anni ’90 la cometa si è rotta in diversi pezzi.

Quando SW3 ha superato di nuovo la Terra nel 2006, era composta da circa 70 pezzi e da allora ha continuato a frammentarsi ulteriormente, afferma la dichiarazione.

La NASA ha affermato che le osservazioni del telescopio spaziale Spitzer pubblicate nel 2009 indicavano che alcuni dei frammenti si stavano muovendo abbastanza velocemente da essere visibili, intrigando gli astronomi.

Ogni anno si verificano circa 30 piogge di meteoriti, che si verificano quando la Terra attraversa una scia di detriti lasciata da una cometa o da un asteroide, che può essere vista ad occhio nudo.

Alcuni sciami meteorici esistono da secoli. Ad esempio, lo sciame meteorico delle Perseidi, che si verifica ogni anno ad agosto, è stato osservato per la prima volta circa 2000 anni fa e registrato dagli astronomi cinesi, ha detto la NASA. Nuovi sciami meteorici come questo, se si verificano, sono relativamente rari.

Tutto o niente è successo

I detriti di SW3 colpiranno l’atmosfera terrestre più lentamente rispetto ad altri sciami di meteoriti, che è la velocità con cui i detriti colpiscono piuttosto che il volume dei detriti che causa la pioggia.

Anche se sono visibili, ciò significa che le meteore saranno molto più deboli, ad esempio, di Eta Aquarius meteoriti all’inizio di questo mese.
“Questo sarebbe un evento tutto o niente. Se i detriti di SW3 viaggiassero a più di 220 miglia orarie quando si separano dalla cometa, potremmo vedere una bella pioggia di meteoriti. Se i detriti avessero velocità di espulsione più lente, nulla raggiungerebbe la Terra e non ci sarebbero meteore da questa cometa”, Bill Cook, che guida il Meteorite Environment Office della NASA presso il Marshall Space Flight Center della NASA a Huntsville, in Alabama, Ha detto in una dichiarazione.
Il 6 giugno verrà lanciato sulla rampa di lancio il razzo lunare Mega Artemis

Gli sciami di meteoriti prendono solitamente il nome dalla costellazione che sembra brillare nel cielo notturno, anche se Robert Lunsford, Segretario generale dell’Organizzazione internazionale delle meteore, ha affermato che il Tau Hercules è stato chiamato in modo errato. Sembrerebbe irradiarsi da una costellazione conosciuta come Bootes, ha detto, a nord-ovest della brillante stella arancione nota come Arcturus (alpha Bootis).

“La radiazione dovrebbe essere una vasta area del cielo piuttosto che un punto specifico. Quindi qualsiasi meteora lenta proveniente da questa regione generale del cielo dovrebbe provenire da SW3”, ha detto Lunsford in una nota. Post sul blog.

“Non è necessario guardare direttamente il cielo poiché le meteore possono apparire in qualsiasi parte del cielo. In effetti, è più probabile che appaiano a quote più basse nel cielo poiché a queste altitudini si osserva attraverso una parte più spessa del cielo atmosfera quando si guarda direttamente in alto”.

READ  Formazioni simili a scheletri di rocce marziane stanno stuzzicando Internet

Altre piogge di meteoriti

Se la pioggia di tau Herculid si rivela inutile, non temere, quest’anno ci sono molte altre opportunità per assistere a piogge di meteoriti.

I Delta Aquariids si vedono meglio dai tropici meridionali e raggiungeranno il picco tra il 28 e il 29 luglio, quando la luna è piena del 74%.

È interessante notare che un’altra pioggia di meteoriti raggiunge il picco nella stessa notte: Alpha Capricorn. Sebbene questa pioggia sia molto più debole, è noto che produce alcune palle di fuoco luminose durante il suo picco. Sarà visibile a tutti, indipendentemente da quale lato dell’equatore si trovino.

Lo sciame meteorico di Pershaw, il più popolare dell’anno, raggiungerà il suo picco tra l’11 e il 12 agosto nell’emisfero settentrionale, quando la luna è piena solo del 13%.

Questo è il programma della pioggia di meteoriti per il resto dell’anno, secondo Previsioni per la pioggia di meteoriti EarthSky.
  • 8 ottobre: ​​Draconidi
  • 21 ottobre: ​​Orionidi
  • 4-5 novembre: Tauridi meridionali
  • 11-12 novembre: a nord di Torres
  • 17 novembre: Leonidi
  • 13-14 dicembre: Gemelli
  • 22 dicembre: Ursidi

Ashley Strickland ha contribuito a questo rapporto.