Settembre 28, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Gli astrofisici dicono che "l'intelligenza planetaria" esiste... ma la Terra non ha intelligenza

Gli astrofisici dicono che “l’intelligenza planetaria” esiste… ma la Terra non ha intelligenza

Tendiamo a pensare all’intelligenza come a qualcosa che descrive un solo individuo. Ma anche tutti i tipi di gruppi possono essere descritti come intelligenti, sia che si parli di gruppi sociali di umani, sacche di insetti o persino del misterioso comportamento di muffe melmose e Virus.

Per estensione, l’intelligenza può essere osservata su scala molto più ampia, forse su un intero pianeta? In un documento di ricerca appena pubblicato, un team di scienziati spaziali esplora questa domanda sconcertante e giunge ad alcune conclusioni sorprendenti sul pianeta Terra.

“La questione aperta è se l’intelligenza può operare o meno su scala planetaria e, in tal caso, come può avvenire la transizione verso l’intelligenza su scala planetaria e se sia già avvenuta o meno nel nostro orizzonte a breve termine”, La squadra scrive.

Notano che la comprensione di questa domanda può aiutarci a guidare il futuro del nostro pianeta; Tuttavia, per i loro stessi standard, sembra che non ci siamo ancora.

“Non abbiamo ancora la capacità di rispondere collettivamente nel migliore interesse del pianeta”, Dice L’astrofisico Adam Frank dell’Università di Rochester.

“C’è intelligenza sulla Terra, ma non intelligenza planetaria.”

Secondo i ricercatori, l’emergere dell’intelligenza tecnologica su un pianeta – un punto di riferimento comune nella ricerca astrobiologica – probabilmente non dovrebbe essere visto come qualcosa che sta accadendo. Su pianeta ma a pianeta.

In una tale interpretazione, lo sviluppo dell’intelligenza planetaria rappresenterebbe l’acquisizione e l’applicazione di un corpo collettivo di conoscenza che opera attraverso un sistema complesso di tipi diversi simultaneamente e in modo armonioso a beneficio o sostegno dell’intera biosfera.

Sfortunatamente – e ovviamente – gli umani e la Terra non sono ancora arrivati.

READ  Potenti brillamenti solari hanno colpito la Terra e le radio oscuranti in tutta Europa e Africa

In effetti, Frank e i suoi colleghi affermano che abbiamo raggiunto solo la fase tre dell’ipotetica linea temporale per lo sviluppo dell’intelligenza planetaria.

Nella prima fase, che è caratteristica della Terra primitiva, un pianeta con una “biosfera immatura” sviluppa la vita, ma non ci sono abbastanza feedback loop tra vita e processi geofisici per la coevoluzione di diversi tipi di vita.

Nella seconda fase sorse la “biosfera matura”.

Dopodiché, il pianeta potrebbe diventare il terzo stadio: l'”involucro tecnico immaturo”, in cui si trova attualmente la Terra. A questo punto l’attività tecnologica si è sviluppata sul pianeta, ma non è stata integrata in modo sostenibile con altri sistemi, come l’ambiente fisico.

Tuttavia, se queste tensioni possono essere risolte, la sfera tecnologica immatura ha la possibilità di evolversi nella fase finale: la “sfera tecnica matura”, in cui i circuiti di feedback tra l’attività tecnologica e altri stati biogeochimici e biofisici operano contemporaneamente per garantire la massima stabilità e sistema completo di produttività.

I ricercatori sostengono che questo stato ideale è dove la Terra dovrebbe tentare di raggiungere.

“I pianeti si evolvono attraverso stadi immaturi e maturi e l’intelligenza planetaria indica il momento in cui raggiungi un pianeta maturo”, dice Franco.

“La domanda da un milione di dollari è che aspetto abbia l’intelligenza planetaria e cosa significhi per noi in pratica perché non sappiamo ancora come passare a una tecnosfera matura”.

Secondo i ricercatori, attualmente siamo seduti sull’orlo di un precipizio, dove è chiaro che le nostre azioni collettive hanno conseguenze globali, ma non le controlliamo ancora.

Se, insieme alle altre forze del pianeta, riusciamo a sviluppare un equilibrio in cui tali conseguenze sono controllate, potremmo finalmente evolvere – come pianeta – al livello successivo.

READ  La capsula Boeing atterra sulla Terra dopo aver ricattato lo spazio

“La transizione verso l’intelligenza planetaria, come descriviamo qui, avrà il segno distintivo dell’intelligenza che opera su scala planetaria”, I ricercatori scrivono nel loro articolo.

“Tale intelligenza planetaria sarebbe in grado di guidare il futuro sviluppo della Terra, agire di concerto con i sistemi planetari ed essere guidata da una profonda comprensione di questi sistemi”.

Il documento è stato pubblicato in Giornale internazionale di astrobiologia.