Ottobre 2, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Fiona raggiunge la forza dell'uragano

Fiona raggiunge la forza dell’uragano

L’uragano Fiona si è intensificato durante la notte ed è diventato un uragano oggi. Si sposta appena a sud di Porto Rico portando piogge torrenziali fino a 25 pollici in alcune parti dell’isola.

A partire dalle 11:00, il National Hurricane Center ha affermato che il suo epicentro si trovava a circa 50 miglia a sud di Ponce, Porto Rico, con venti massimi sostenuti di 8 mph che si spostavano da ovest a nord-ovest a 8 mph.

I venti da uragano si estendono verso l’esterno fino a 140 miglia con raffiche di vento domenica mattina alle stazioni meteorologiche di Porto Rico vicino a 55 mph.

“Sulla pista delle previsioni, il centro di Fiona si avvicinerà a Porto Rico questa mattina e si sposterà vicino o sopra Porto Rico questo pomeriggio o sera”. ha detto l’esperto di uragani dell’NHC Brad Reinhart. “Fiona si sposterà quindi vicino alla costa settentrionale della Repubblica Dominicana stasera e lunedì, vicino o ad est delle Isole Turks e Caicos, martedì”.

Gli avvisi di uragano sono in vigore a Porto Rico e in parti della Repubblica Dominicana con orologi da uragano in atto nelle Isole Vergini americane. Gli allarmi di tempesta tropicale sono ancora in vigore per gli Stati Uniti e le Isole Vergini britanniche, e più della Repubblica Dominicana, ed è in vigore un controllo di tempesta tropicale per le Isole Turks e Caicos e le Bahamas sudorientali.

L’NHC riferisce che la forte pioggia del sistema continua a cadere sia sugli Stati Uniti che sulle Isole Vergini britanniche, ma ora si sta spostando su Porto Rico e dovrebbe iniziare a colpire la Repubblica Dominicana entro la fine della giornata.

READ  La Russia dice alla Lituania: i tuoi cittadini proveranno dolore a Kaliningrad

“Queste quantità di pioggia porteranno a inondazioni improvvise pericolose per la vita e inondazioni urbane in tutto il Porto Rico e in parti della Repubblica Dominicana orientale, insieme a smottamenti e smottamenti nelle aree più elevate”, ha affermato Reinhart.

Si prevede che scenderà da 12 a 16 pollici sull’intera isola con alcune aree alte fino a 25 pollici.

“È ora di agire e di essere preoccupati”, ha affermato Nino Correa, commissario per la gestione delle emergenze di Porto Rico.

La tempesta avrebbe dovuto colpire città e paesi lungo la costa meridionale di Porto Rico che si stanno ancora riprendendo da una serie di forti terremoti che hanno colpito la regione alla fine del 2019, con molte scuole ancora chiuse e detriti rimossi. Sabato notte più di 100 persone avevano cercato rifugio in tutta l’isola, la maggior parte nella città portuale meridionale di Guayanila.

Con Fiona in arrivo solo due giorni prima dell’anniversario dell’uragano Maria, una mortale tempesta di categoria 4 che ha colpito il 20 settembre 2017, i livelli di ansia sono aumentati in tutta l’isola. La gente si arrampicava alle finestre e faceva scorta di cibo e acqua.

“Penso che tutti noi portoricani che abbiamo vissuto attraverso Maria soffriamo di stress post-traumatico, ‘Cosa accadrà, quanto durerà e quali bisogni potremmo avere?'” Danny Hernandez, che lavora nella capitale San Juan ma ha pianificato di resistere alla tempesta con i suoi genitori e la famiglia nella città occidentale di Mayaguez.

Molti portoricani erano anche preoccupati per il blackout, con Luma, che gestisce la trasmissione e la distribuzione di energia, avvertendo di “interruzioni diffuse”.

L’uragano Maria ha devastato la rete elettrica di Porto Rico e rimane vulnerabile, con la ricostruzione iniziata solo di recente. Le interruzioni si verificano quotidianamente e negli ultimi mesi si sono verificati incendi nelle centrali elettriche.

READ  Reti di Hong Kong - Insegnanti di inglese stranieri - Costretti a giurare fedeltà | Hong Kong

Il governatore di Porto Rico, Pedro Berluisi, ha dichiarato di essere pronto a dichiarare lo stato di emergenza, se necessario, e ha attivato la Guardia Nazionale mentre si avvicina la sesta tempesta nominata della stagione degli uragani atlantici.

La traiettoria aggiornata per il sistema prevede il viaggio lontano dalla Florida, con il centro che passa sopra il Porto Rico occidentale mentre il sistema si dirige a nord-ovest e si intensifica mentre passa a est dalle isole Turks e Caicos nell’Atlantico e minaccia le Bermuda durante il fine settimana come forte categoria 2 sistema con venti di 110 miglia all’ora e venti di 130 mph.

Già, tempeste e un diluvio da Fiona hanno spazzato l’isola caraibica della Guadalupa, dove è stato riferito che almeno due persone sono state spazzate via e più di 20 persone hanno dovuto essere salvate dall’innalzamento delle acque sabato. Uno di loro è stato confermato morto entro domenica.

La tempesta ha causato ingenti danni alle strade in Guadalupa, con un video pubblicato su Twitter che mostra inondazioni in rapido movimento che hanno spazzato le strade e strade allagate di due piedi che hanno spazzato via le auto.

Le precipitazioni previste erano superiori a 8 pollici in alcune parti dell’isola.

Funzionari del governo del ministero degli Esteri francese hanno affermato che due persone erano scomparse a causa dell’innalzamento delle acque durante la notte.

Altrove nell’Atlantico, giovedì è stata rilevata un’onda tropicale a metà strada tra la costa occidentale dell’Africa e le Piccole Antille. Il sistema meteorologico produce acquazzoni e temporali non regolamentati e si prevede che si svilupperà lentamente alla fine di questo fine settimana e all’inizio della prossima settimana, quando virerà a nord sull’Atlantico subtropicale centrale. NHC gli dà il 20% della composizione nei cinque giorni.

Nonostante le basse possibilità, la loro apparizione coincide con la pubblicazione della previsione tropicale della Colorado State University per le prossime due settimane, affermando che i tropici potrebbero diventare più affollati con una probabilità del 50% di attività superiore alla media. CSU ha anche dato una probabilità del 40% di attività normale e una probabilità del 10% di attività al di sotto della media.

READ  Gli ucraini aspettano più di 60 ore al confine

Fiona potrebbe diventare il terzo uragano della stagione dopo gli uragani Daniela e Earl all’inizio di questo mese.

Quella che doveva essere una stagione tropicale superiore alla media è stata per lo più tranquilla a luglio e agosto prima di prendere slancio il 1 settembre.

La stagione degli uragani atlantici va dal 1 giugno a novembre. 30.

L’Associated Press ha contribuito a questo rapporto.