Febbraio 24, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

È stato ritrovato un pomodoro spaziale perduto da tempo, provocando l’epurazione di un astronauta della NASA accusato di averlo mangiato

È stato ritrovato un pomodoro spaziale perduto da tempo, provocando l’epurazione di un astronauta della NASA accusato di averlo mangiato

L’astronauta della NASA Frank Rubio con i pomodori che crescono sulla Stazione Spaziale Internazionale.
Koichi Wakata/Agenzia giapponese per l’esplorazione aerospaziale

  • Un pomodoro spaziale perduto da tempo è stato finalmente ritrovato sulla Stazione Spaziale Internazionale.
  • Quando i pomodori di Frank Rubio volarono via da lui all’inizio di quest’anno, i suoi compagni di squadra scherzarono dicendo che li aveva effettivamente mangiati.
  • I pomodori sono stati coltivati ​​come parte di un progetto della NASA per studiare come le piante crescono in condizioni di microgravità.

Un mistero spaziale vecchio di 8 mesi è stato risolto.

Gli astronauti della NASA sulla Stazione Spaziale Internazionale hanno finalmente trovato un pomodoro ribelle cresciuto nello spazio otto mesi dopo la sua prima scomparsa.

E forse nessuno è più felice di Frank Rubio, l’astronauta che l’equipaggio pensava avesse mangiato.

In Intervista dal vivo Mercoledì, una squadra di astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ha condiviso la notizia.

Il pomodoro nano Red Robin perduto è stato coltivato nello spazio come parte del progetto VEG-05 della NASA. Lo studio, avviato alla fine dello scorso anno, studia “la crescita dei raccolti, la composizione dei nutrienti, la sicurezza alimentare microbica, il sapore e i benefici psicologici per l’equipaggio a bordo”. Lo ha detto la NASA in un comunicato stampa di aprile.

E non sono solo i pomodori a poter crescere nello spazio: secondo la NASA, il programma è riuscito a coltivare diversi tipi di lattuga, cavolo cinese, senape mizuna, cavolo rosso russo e fiori di zinnia.

Dopo aver raccolto i pomodori lo scorso marzo, a ogni astronauta è stato consegnato un campione di pomodori in una busta Ziploc. Lo ha riferito Space.com. Secondo la NASA, agli astronauti è stato detto di non mangiare il frutto a causa delle preoccupazioni sulla possibile contaminazione da funghi.

READ  Studio del Sole: l'India lancia l'array europeo Proba-3 per creare un'eclissi artificiale | Notizie dall'India

Ma quando uno degli astronauti, Frank Rubio, lasciò accidentalmente galleggiare il suo pomodoro, i suoi colleghi per mesi lo accusarono scherzosamente di averlo rovinato.

Rubio nel frattempo ha lasciato la stazione, ma ora può dimostrare la sua innocenza.

“Il nostro caro amico Frank Rubio, che è tornato a casa, è stato a lungo accusato di aver mangiato pomodori”, ha detto l’astronauta della NASA Yasmine Moghbeli durante la trasmissione in diretta mercoledì. “Ma possiamo scagionarlo. Abbiamo trovato i pomodori.”

Anche prima che il pomodoro venisse scoperto, Rubio era fermamente convinto di non essere un ladro di frutta spaziale.

“Non ho mangiato pomodori, e vorrei averlo fatto a questo punto perché penso che tutti pensino che l’abbia fatto”, ha detto Rubio. In un’intervista a settembre. “Ho passato molte ore a cercare questa cosa.”

“Sono sicuro che i pomodori secchi arriveranno ad un certo punto e mi scagioneranno tra anni”, ha aggiunto ridendo.