Luglio 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

È morta all’età di 80 anni Françoise Hardy, icona del pop francese

È morta all’età di 80 anni Françoise Hardy, icona del pop francese

Françoise Hardy, icona pop francese diventata famosa negli anni ’60 si si La scena prima si ramificava in altri luoghi e moriva dopo una lunga battaglia contro la malattia. Lo riporta la BBC News. “Maman est Partie” (che significa in inglese “la mamma se n’è andata”) suo figlio, Thomas Dutronc, ha scritto su Instagram. Hardy aveva 80 anni.

Nata nel 1944, Françoise Hardy è cresciuta in un appartamento parigino con la madre e la sorella e si è innamorata delle canzoni pop trasmesse alla radio. Dopo aver ricevuto una chitarra per il suo sedicesimo compleanno e aver fatto un’audizione con la Vogue Records a 18 anni, pubblicò il suo primo disco – omonimo ma ora conosciuto come Tutti i garcons et les filles– nel 1962. Il successo della canzone del titolo, che parla di un triste picnic circondato da coppie felici, la catapultò nel fiorente mondo della musica. si si Una scena in cui era una star e, nella sua diffidenza nei confronti della fama e determinazione nello scrivere le proprie canzoni, era uno strano anticonformista.

Le canzoni senza tempo, pronunciate con un tono di introspezione e lussuria, l’hanno resa un tesoro nazionale e hanno conquistato fan in tutto il mondo, soprattutto in Inghilterra e negli Stati Uniti, dove rimane una delle poche pop star francesi. Si dilettava nel cinema ma preferiva concentrarsi sulla musica. “Musica e Canzone Ti permette di approfondire te stesso e ciò che provi, mentre il cinema riguarda l’interpretazione di un ruolo, l’interpretazione di un personaggio che può essere a chilometri di distanza dalla tua personalità. New York Times Nel 2018. Una serie di si si Seguirono gli album (e furono ristampati nel 2015 da Light in the Attic), culminati con il capolavoro del 1966 La casa è grandiosa.

Hardy è diventata famosa con una determinazione che avrebbe definito la sua carriera. Resisteva alle interferenze e alla collaborazione dell’industria in quanto tale, e tendeva a stare lontana dai cantautori maschi che si nascondevano nell’ombra dell’epoca. Nel 1968, quando Hardy e Serge Gainsbourg raggiunsero l’oro con la loro leggendaria registrazione di “Commento Ciao“, il gigante della canzone d’autore la invitò a registrare un intero album con lui. Lei rifiutò e invece tracciò il suo corso negli annali della musica pop. I suoi album successivi nei primi anni ’70, Nessuna domanda E Personale del messaggioè stato audace e innovativo, consolidandola a pieno titolo nel canone dei cantautori francesi.

READ  Risposte al cruciverba del New York Times: Sorrento e Telluride

Negli anni ’90, Hardy ha approfondito la letteratura occulta, pur continuando a espandere i confini del pop contemporaneo per adulti con album come Se è pericoloso E canzoni con Sfocatura E Iggy Pop. Le è stato diagnosticato un linfoma nel 2004 e nel 2012 ha sfidato i medici dopo essere sopravvissuta a un coma pericoloso per la vita. Ha scritto le sue memorie, Disperazione delle scimmie e altre sciocchezzeche è stato tradotto in inglese e pubblicato nel 2018. She Chiamata Nei suoi ultimi anni di eutanasia, ha criticato la Francia per aver vietato la procedura e ha scritto in un editoriale: “Temo che la morte mi costringerà a sopportare ulteriori sofferenze fisiche”. Il suo ultimo album, un’altra personada esso è apparsa una canzone chiamata “Special Train”. Raccontare The UK Observer: “Alla mia età, posso solo cantare di quel treno molto speciale che mi porterà fuori da questo mondo, ma spero anche che mi manderà tra le stelle e mi aiuterà a scoprire il segreto dell’universo.