Giugno 25, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Duke ha fatto le ultime quattro stagioni per l'allenatore K

Duke ha fatto le ultime quattro stagioni per l’allenatore K

SAN FRANCISCO – Nel corso di diverse generazioni, l’allenatore della Duke Mike Krzyzewski ha plasmato uomini forti di quattro anni e campioni di una volta in squadre di campionato, instillando alcune squadre con schiaffi e altre con un attacco libero, a volte sembrando persino in grado di piega il fischietto, giudica secondo la sua volontà.

Tuttavia, il trucco più elegante di Krzyzewski potrebbe essere stato quello di spostare la sua ultima squadra – e la più verde – a un’altra Final Four.

I Blue Devils, seconda testa di serie nella Western Conference, hanno mantenuto le speranze di mandare Krzyzewski al ritiro con un sesto campionato nazionale scivolando via dalla quarta testa di serie dell’Arkansas, 78-69, nell’ottavo inning di sabato sera.

Come si conviene a una giovane squadra di talento che fa i suoi passi nel momento più opportuno, i debuttanti Paolo Banchero, che ha segnato 16 punti, e Adrian Griffin, che aveva 18 punti, hanno motivato Duke. Hanno integrato con l’ancora difensiva Mark Williams, al secondo anno che ha aggiunto 12 punti, 12 rimbalzi e 3 colpi decisi.

La vittoria porta Duke alle Final Four per la tredicesima volta sotto Krzyzewski – e la prima da quando i Blue Devils hanno vinto il titolo nel 2015. Duke (32-6) giocherà contro il loro rivale più agguerrito, la Carolina del Nord, o con i giovani taumaturghi . Sabato prossimo San Pietro a New Orleans.

Mentre Duke dribblava negli ultimi secondi, la guardia Wendell Moore avvolse il braccio intorno alla spalla del suo allenatore e quando la campana suonò i Blue Devils ballarono in panchina.

I giocatori lanciano un secchio di coriandoli al loro allenatore e salgono una scala per tagliare l’ultimo filo della rete sotto uno dei canestri.

Krzyzewski, 75 anni, racconta ai suoi giocatori che arrivare alle Final Four è come attraversare un ponte e, d’altra parte, entrare in una confraternita esclusiva con le migliori squadre dei Blue Devils, anche se si rifiuta di paragonare questa squadra alle altre. “Proprio come non valuto le mie figlie oi miei nipoti”, ha detto.

Si è anche opposto a due domande rivolte ai suoi giocatori: una si chiedeva se potevano segretamente fare il tifo per la Carolina del Nord per un altro colpo a Tar Heels, e un’altra a Banchero, che all’inizio di questa settimana ha detto che i giocatori vogliono mandare Krzyzewski con il titolo.

“È abbastanza per farlo per il vecchio”, ha detto Krzyzewski.

Sebbene Duke fosse molto apprezzato e ancora una volta avesse un roster costellato di ottime prospettive, è stato difficile vedere questo viaggio alle Final Four quando gli abbinamenti del torneo sono stati annunciati due settimane fa.

Krzyzewski, che ha descritto la performance dei Blue Devils come “inaccettabile”. Perde in casa contro la Carolina del Nord nella finale di stagione regolarerendendosi conto che ha del lavoro da fare per riparare la psicologia di una squadra eccezionalmente giovane: i primi sei giocatori a rotazione sono 20, 20, 19, 18 e 18.

“Ho avuto un buon incontro con me stesso”, ha detto Krzyzewski alla vigilia della partita, sottolineando l’importanza della leadership in quanto era il suo principale critico. “Ho detto che devo fare qualcosa. Devo aiutare in qualche modo e parte di questo è stato il mio approccio con loro”.

“Se non metti la verità sul tavolo e ti assumi la responsabilità, non saranno in grado di ottenere il massimo dalla situazione in cui ti trovi”, ha aggiunto.

Una squadra che sembrava fragile, anche nel progredire verso la finale dell’Atlantic Coast Conference Championship, si è gradualmente guadagnata un posto nel campionato NCAA. È iniziato con una comoda vittoria su Cal State Fullerton, ed è continuato con una rimonta in ritardo contro Michigan State e Texas Tech, alimentata da tiri impeccabili. (I Blue Devils hanno tirato gli ultimi cinque tiri contro lo Stato del Michigan e gli ultimi otto contro il Texas Tech, la migliore squadra difensiva del paese.)

Nelle ultime due settimane, Krzyzewski – che è stato modellato come guardia primaria dell’esercito dall’incrollabile Bob Knight – ha creato un’atmosfera da allenatore in sintonia con la sua squadra. Ha messo il playmaker Jeremy Roach nella formazione di partenza per la prima volta in un mese per iniziare il torneo ed è stato fantastico. Krzyzewski si è trasformato in territorio – una volta inimmaginabile – nel secondo tempo contro il Texas Tech, poi si è lasciato convincere dai suoi giovani giocatori a tornare per uno scontro uomo a uomo dell’ultimo minuto.

Si è persino inginocchiato e ha schiaffeggiato il pavimento in ritardo contro il Texas Tech, ei suoi giocatori hanno seguito l’esempio, mandando i fan di Duke qui in delirio.

Sabato sera, con Roach preso in giro dalla difesa degli Hogs, Krzyzewski si è rivolto presto a Trevor Keels, che aveva sostituito Roach nella formazione titolare e ha giocato un minimo di 14 minuti della stagione contro il Texas Tech. Keels, una matricola ben costruita, ha bloccato l’attacco di Duke e ha segnato 3 punti all’intervallo portando il vantaggio sul 45-33.

READ  Gianni Infantino annuncia il Mondiale maschile per club a 32 squadre nel 2025 | Coppa del Mondo per club

Quando i Razorbacks sono aumentati nel secondo tempo e hanno ridotto la differenza a 53-48, Krzyzewski ha chiamato un timeout per calmare la sua squadra. “Ci stavamo preparando per la sconfitta”, ha detto.

Krzyzewski si è assicurato che l’attacco passasse attraverso il suo miglior giocatore, Banchero, ha segnato “1-2” dalla linea laterale e ha ordinato alla sua difesa di spostarsi in area. Banchero, che sarà scelto come miglior giocatore della regione, ha segnato sul palo, è passato ad AJ Griffin che ha segnato un altro canestro e ha realizzato due tiri liberi e in pochissimo tempo Duke ha avuto un margine d’azione sul 59-48. I demoni blu hanno anche segnato i loro bersagli sulla loro prossima proprietà.

L’Arkansas non è stato minacciato per il resto della strada.

Un anno prima, Krzyzewski aveva dato l’impressione di aver perso la presa di ferro sul programma che è diventato sinonimo di lui: un potenziale cliente NBA si è licenziato a metà stagione, è partito per un’intervista con un giornalista del giornale della scuola e la sua squadra ha mancato il loro primo campionato NCAA in più di un quarto di secolo.

Nessun allenatore maschile si è ritirato dopo aver vinto un campionato nazionale dal 1977, quando Al Maguire, 48 anni, si è ritirato dopo che Marquette ha vinto il titolo. Due anni prima, John Wooden aveva detto alla sua squadra dopo la vittoria in semifinale su Louisville che si sarebbe ritirato dopo la partita per il titolo che i Bruins avevano vinto sul Kentucky.

Krzyzewski, 75 anni, si è concesso una pista molto più lunga. E lo scorso giugno ha fatto un raro passo annunciando il suo ritiro, effettivo al termine della stagione in corso. Ha detto che non voleva andare come ha fatto la scorsa stagione, quando Duke aveva 13-11 anni e ha visto le sue possibilità di far scivolare via il campionato NCAA quando ha dovuto ritirarsi dal torneo della Atlantic Coast Conference a causa del coronavirus focolaio in casa. Il gruppo.

Ha detto che la decisione di annunciarlo – e l’assistente John Scheer come suo sostituto – era di evitare reclute fuorvianti che avrebbero potuto chiedere per quanto tempo intendeva allenarsi. Tuttavia, l’intera stagione è stata un ultimo giro di valzer.

“Ti logora un po’ perché ovunque cammini, tutti ti scattano una foto e vedono tutto”, ha detto Krzyzewski all’inizio di questa settimana. “Guarda, questo sta invecchiando.”

READ  MLB Wild Card: Phillies vince ancora, JT Realmuto gioca ai massimi livelli

Ha aggiunto: “Ma mi sento a mio agio con i miei ragazzi. Sono sotto pressione perché non li metteremmo addosso. Dico loro tutto il tempo: ‘Suoniamo per noi – per te – ma poi funziona. Nessuno – non è un piano malvagio contro di noi o altro, ma succede “così”.

Duke ha vinto il titolo di stagione regolare dell’ACC per la prima volta dal 2010, ma ha perso l’ultima partita di Krzyzewski al Cameron Indoor, contro lo stato della Carolina del Nord, che ha rovinato una celebrazione post-partita di 96 ex giocatori, ed è stato sconfitto di nuovo nell’ACC Conference Championship . Gioco Virginia Tech.

“Abbiamo avuto a che fare con lui per tutta la stagione”, ha detto Banchero all’inizio di questa settimana. “E’ l’ultima cosa per un allenatore in ogni partita”.

Le due sconfitte alla fine della stagione hanno eliminato ogni possibilità che Duke fosse la testa di serie numero uno – o la possibilità che i Blue Devils si dirigessero verso la città natale di Krzewski, Chicago, negli ottavi, come richiesto se fossero testa di serie n. 1.

Invece, Duke era riservato nel distretto occidentale, che era un cimitero per le squadre di Krzyzewski.

I Blue Devils sono stati piazzati in Occidente sei volte precedenti senza fare una finale regionale, anche nel 2011, quando la testa di serie è stata conquistata dall’Arizona negli ottavi di finale.

Tuttavia, questo viaggio è stato una passeggiata nella memoria.

Krzyzewski trascorse quattro periodi di sei settimane all’inizio degli anni ’70 vivendo nella caserma di Presidio, l’ex centro dell’esercito che si trova all’ombra del Golden Gate Bridge, quando giocava per la squadra di All-Army che gareggiò in una competizione militare internazionale .

La sua squadra si è allenata questa settimana all’Università di San Francisco, sullo stesso campo dove si allenano regolarmente da 50 anni. I suoi giocatori lo hanno sorpreso nello scoprire la risposta a un quiz sorprendente: chi è stato il miglior giocatore nelle squadre consecutive del campionato nazionale per i Dons nel 1955 e nel 1956. (Risposta: Bill Russell.)

“Ero pronto a cercarli, ma loro lo sapevano”, ha detto Krzyzewski.

E quando è arrivato il momento del processo, anche i demoni blu avevano tutte le risposte.