Dicembre 3, 2021

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Dal perdono alla paura dell’apocalisse: ma cosa è successo all’Italia?

Questa è la storia di un bambino italiano che è entrato nella scuola elementare nel 2015. Come molti suoi amici, quest’ultimo comincia ad interessarsi al calcio. Del resto, non c’è niente di più sorprendente nella terra del Calcio. Poster in camera, scudetto in borsa, divisa con i colori della sua squadra del cuore: tutto va bene. Poi, con il passare degli anni, il bambino cresce e passa le lezioni prima di entrare al liceo. Arrivando al 2026 Per più di un decennio, non ha visto il suo paese giocare la Coppa del Mondo di calcio, anche se ne ha già vinte quattro. La luna. Soprattutto per una scelta che ha vinto Euro 2020 (o 2021, a tua scelta) per naso e barba degli inglesi a Wembley cinque anni fa. Questo salto ti sembra molto realistico in futuro? Tuttavia, ciò non è lontano dal diventare una realtà. Appendi la cintura di sicurezza e torna nella posizione attuale.

Quattro mesi dopo le scuse dell’euro, Nacional si sta davvero muovendo verso una nuova catastrofe globale. “È un sogno che si avvera“, intitolato Gazzetta Dello Sport, Il giorno dopo il tragico pareggio contro l’Irlanda del Nord (0-0) di martedì, è simile alle dighe del prossimo marzo per sperare di vedere il Qatar. Basti dire che tornare sulla Terra è orribile. Come se la staffa incantata si fosse chiusa improvvisamente. Come se la magia dell’estate fosse improvvisamente evaporata. Essendo assente dall’ultimo Mondiale in Russia, l’Italia potrebbe saltare anche il prossimo Mondiale, che ovviamente sarebbe storicamente significativo. Chi avrebbe potuto prevedere un destino del genere per l’attuale campione d’Europa? È stato 130 giorni fa. È quasi come un’eternità.

READ  Il Belize ora sta cercando di rianimare il Civo Verona scomparso

Un problema mentale

Qualificazione. Coppa del Mondo

“Questo è un anno molto favorevole”: Deschamps si spinge troppo oltre?

14 ore fa

Dall’altra parte delle Alpi, da lunedì sera cerchiamo di evitare la caccia alle streghe. Al contrario, da luglio tutti cercano di capire le ragioni di una tale caduta. Il problema è soprattutto la mente. Gli uomini di Roberto Mancini sono paralizzati dal nuovo status quo e non giocheranno così liberamente come negli Europei. La pressione è alta, le scelte sono basse e gli errori sono alti. La rabbia, l’irresponsabilità e l’orgoglio sono spariti. La paura ha occupato tutte le teste. “Dobbiamo trovare l’equilibrio dell’euro, la sua volatilità e soprattutto la sua mitezza. Leonardo Bonucci ha riassunto esattamente dopo la delusione nordirlandese. Dobbiamo uscire dal campo con quella forza di squadra che ci ha permesso di vincere a Wembley. Qualcosa di paralizzato da esso. Dobbiamo riscoprire la gioia di giocare a calcio. Se hai il cuore leggero, segni le tue opportunità. Se vediamo questo desiderio come una squadra solida, andremo in Qatar e faremo un Mondiale migliore.. “

Per Arrigo Sacchi la Nazionale ha mostrato un po’ troppo”Assunzione“.”Penso che alcune persone abbiano già immaginato di essere diventate famoseL’ex allenatore della storia del Milan si rammarica Gazzetta Dello Sport Questa settimana. Ma con il lavoro e la fatica bisogna vincere l’orgoglio ogni giorno. Per strada abbiamo perso la generosità, la voglia di provarci per la nostra squadra. Dal punto di vista psicologico, abbiamo finito. Il risultato è eccitazione e, forse, una perdita di speranza. Il successo ha scaricato le batterie. ”

READ  Siellini (Italia), dopo il pareggio contro la Svizzera: "Abbiamo fatto una grande partita"

Nelle ultime nove partite l’Italia ha subito 6 pareggi come nelle precedenti 34 partite. Abbastanza per abbassare il morale di un intero gruppo e farlo cadere dalla sua minuscola nuvola. Tra infortuni, cattivi risultati e fallimenti personali, l’ondata di problemi ha travolto tutto sul suo cammino. “Abbiamo sbagliato due rigori contro la Svizzera… Se non hai segnato le occasioni che hai avuto, puoi vedere chiaramente che sei nei guai“, Roberto Mancini si è rammaricato lunedì che Ditzit Jack Chirac avesse confermato che Shitz volava sempre nel battaglione.

Un allenatore non scappa, deve trovare un punteggio

Dopo la vittoria di Euro 2020, secondo la TransSulfine Press, “Moncio” non ha potuto fermare l’emorragia crescente.Non sa come alimentare l’idea di un gioco che è la nostra forza, provando qualcos’altro e presentando delle varianti. Tutti sanno come giochiamo, dobbiamo cambiare qualcosa (…) Non ha scuse“, possiamo leggere? Rivista Martedì. Tutti passano di lì. Anche quello che ha raggiunto l’impossibile ed è stato ancora glorificato pochi mesi fa. La gratitudine può essere buona e non lo soddisferà.

Non qualificarsi per la Coppa del Mondo rovinerà sicuramente anche una bella storia. Questo per un motivo importante: l’Italia non ha un Okre nella sua squadra di qualificazione come aveva fatto con la Spagna nel 2017. Decisamente potente, la Svizzera è stata per lo più vittoriosa. Roberto Mancini non sarà mai l’avversario pubblico numero 1 come il suo predecessore Gian Piero Ventura, la cui carriera si è conclusa ufficiosamente dopo essere apparsa negli spareggi Svezia, ma gli è stato consigliato di non mancare a marzo.

READ  Sulle bandiere appese della famiglia Numeroso

In campo, Nacionel è l’orfano di un marcatore. Non in Irlanda del Nord, Zero Immobile finisce al centro delle critiche dopo il suo botto. Ma potrebbe essere anche peggio senza di essa. Mancini ha provato a ricreare l’esperienza di False 9 sostituendo Lorenzo Inzain e Federico Sisa. Andrea Pelotti, dal canto suo, ha avuto una stagione complicata. Nella parte posteriore crescono giovani come Gianluca Skomaca, Moise Keane o Giacomo Raspadory. Il problema è che non c’è nessun titolare nel suo club. Durante gli Europei, la selezione italiana ha puntato sulla sua vera forza: non è un caso che la rete abbia visto almeno sette giocatori diversi durante la partita e la partita.

Come l’Italia vuole sopperire alla mancanza della vetta n.9

Oggi il pattinaggio collettivo e nessuna individualità possono venirne fuori. Alcuni dirigenti (Jorkinho, Parella, Insine…) non sono più quelli di luglio. Quindi, anche se la scadenza di marzo non viene controllata, è importante che Mancini rinnovi la sua squadra. “Ha mostrato un buon gioco e ha portato un paese alla vittoria e spero che troverà una soluzione per portarci al Mondiale (…) fidatevi di lui“, ha promesso Arrigo Sacchi. Tuttavia, il trilometro italiano è a zero.

E adesso?

Tre giorni dopo la sporca serata trascorsa a Belfast, i postumi della sbornia iniziano lentamente a passare nella toppa. Anche il credente è di rigore. Dopo Roberto Mancini, lui è la sua squadra”.Litigare“Mondiali e lascia che sia”Vincerà“Forse Gabriel Gravina, il suo leader, ha seguito l’esempio.”Sì, saremo in Qatar“, ha avvertito il dirigente della Federcalcio (FIGC). Le autorità sono al lavoro in ogni occasione per ridurre il rischio di una situazione reale o di un tentativo di autostima. Previsto da qualche giorno, si è provveduto al gioco in semifinale allo Stadio Olimpico, e forse anche in finale, dove verrà poi sorteggiato il luogo.

Come usare le dighe

Se la Nazionale vincerà il suo ultimo Europeo (finale 2012, quarti di finale 2016, vittoria 2021), la storia del Mondiale sarà ancora più complicata. L’Italia ha vinto una sola partita contro l’Inghilterra nel 2014 dalla finale del 2006. Incredibile. Ancora… “È sempre difficile sapere come governare dopo la vittoria. Questo è particolarmente vero per un paese come l’Italiae “, si è pentito Arigo Sachs questa settimana. È verissimo che anche dopo il suo grande successo sulla scena internazionale, lo squadrone Azura ha sempre faticato a stabilirsi in una zona di comfort. È per lo più bianco o nero. Grande danno.

https://i.eurosport.com/2021/09/07/3214862.jpg

Qualificazione. Coppa del Mondo

Mbappé come il blues è diventato spaventoso?

15 ore fa

Qualificazione. Coppa del Mondo

“Il trio è davvero una coppia”: perché la distruzione di Griezmann non è un problema

Ieri alle 12:19