Ottobre 19, 2021

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Carlos Puigdemont è stato arrestato in Italia

Yves Herman tramite Reuters

Arrestato in Italia il leader indipendentista catalano Carlos Puigdemont (9 marzo 2021 a Bruxelles)

Eurodeputato indipendentista internazionale ed ex leader catalano Carlos Puigdemont, Deportato in Belgio dal 2017 dopo un tentativo di secessione Catalogna Fu arrestato giovedì 23 settembre dello stesso anno Italia, ha annunciato il suo avvocato.

“Il presidente Puigdemont è stato arrestato quando è arrivato in Sardegna, dove ha viaggiato come eurodeputato”, ha dichiarato su Twitter il suo avvocato Gonzalo Boe, spiegando di essere stato arrestato sulla base di un mandato di arresto UE datato 14 ottobre 2019.

Il leader catalano è stato arrestato ad Alghero, ha confermato su Twitter il suo amministratore delegato, Joseph Luis Alley. Quando è arrivato all’aeroporto di Alghero, è stato arrestato dalla polizia di frontiera italiana. Domani (venerdì), il presidente Zachary sarà presentato ai giudici della corte d’appello, che decideranno se rilasciarlo o espellerlo”, ha detto Alley.

È stato accusato di “tradimento” e “appropriazione indebita di fondi pubblici”.

Il 9 marzo il Parlamento europeo ha revocato il divieto parlamentare di Puigdemont e di altri due deputati indipendentisti, che è stato confermato dal Tribunale generale dell’UE il 30 luglio.

Carlos Puigdemont, deportato in Belgio in un tentativo separatista del 2017 per sfuggire a un processo spagnolo, non ha beneficiato della grazia concessa a nove separatisti imprigionati in Spagna a fine giugno, mentre il governo spagnolo del socialista Pedro Sanchez vorrebbe ancora che potesse provare in Spagna.

Carles Puigdemont è stato accusato di “tradimento” e accusato di “appropriazione indebita di fondi pubblici”.

Annuncio di nascita indipendente

Nel 2017, Carlos Puigdemont, figura chiave nel tentativo di secessione dalla Catalogna, è stato licenziato dal Real Madrid. È poi fuggito in Belgio per sfuggire alla giustizia spagnola, che a ottobre ha condannato all’ergastolo per tradimento ex membri della sua squadra di governo.

READ  In Italia Michelangelo è stato sostituito dai robot

Nel marzo 2018, su richiesta della Spagna, è stato arrestato per la prima volta in Germania. Ma è stato rilasciato pochi giorni dopo che la magistratura tedesca ha fatto cadere l’accusa di “ribellione” contro di lui.

Il tentativo di secessione della Catalogna nell’ottobre 2017 è stata una delle peggiori crisi che la Spagna ha vissuto dalla fine della dittatura franchista nel 1975. Nonostante il divieto di giustizia, il governo regionale guidato da Puigdemont ha organizzato un referendum che è stato bloccato dalla violenza della polizia. E poche settimane dopo, la Dichiarazione di Indipendenza per nascita e morte.

Il governo spagnolo guidato dai conservatori ha quindi ceduto il controllo della regione e ha arrestato i leader chiave del movimento che erano fuggiti all’estero.

Guarda anche The Huff Post: Immagini di forti piogge in Catalogna