Maggio 28, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Blackout 2024: perché gli utenti dei social media bloccano le celebrità?

Blackout 2024: perché gli utenti dei social media bloccano le celebrità?

NEW YORK (AP) – Alcuni utenti dei social media criticano le celebrità per ciò che dicono sia inerzia in uno scontro Crisi umanitaria A Gaza hanno preso il “divieto” per fare pressione sulle stelle affinché prendessero posizione.

Per quanto riguarda il divieto, agli utenti è stato impedito di vedere qualsiasi contenuto degli account di alcune celebrità su piattaforme di social media tra cui X, TikTok e Instagram. Alcuni hanno pubblicato post sulle celebrità che hanno bloccato, utilizzando un hashtag come #blockout, #blockout2024 o #celebrityblockout, mentre altri hanno condiviso post di utenti che criticavano i partecipanti a eventi ad alto glamour come Ho incontrato Gala E confrontalo con la situazione a Gaza.

Coloro che sono coinvolti nel divieto dicono che si tratta di una protesta perché le celebrità non si sono espresse o non hanno detto abbastanza contro le azioni di Israele a Gaza durante la guerra. Guerra con Hamas. Dallo scoppio della guerra, il 7 ottobre, con gli attacchi mortali lanciati da Hamas, l’esercito israeliano ha ucciso più di 35mila persone a GazaSecondo il Ministero della Sanità di Gaza, che non fa distinzione tra civili e combattenti.

Come funziona il blocco?

Sulle piattaforme di social media, gli utenti vedono i contenuti delle persone che seguono, così come di quelli selezionati per loro dagli algoritmi. In entrambi i casi, gli utenti possono selezionare le opzioni per disattivare o bloccare una persona o un account.

Bloccare gli account di celebrità o influencer significa che non vedrai nessuno dei contenuti che producono sui social media: nessun post, nessuna foto o video e nessuna collaborazione con gli sponsor. Il numero di persone che interagiscono con i contenuti porta denaro, quindi i divieti hanno lo scopo di incidere sulle visualizzazioni, sul coinvolgimento e, in definitiva, sugli stipendi.

READ  Eric Bischoff saluta l'ultima partita della WWE come una delle migliori degli ultimi 20 anni

Il divieto mira anche a prendere di mira i marchi di celebrità distogliendo l’attenzione dai loro contenuti.

Chi è stato bloccato?

Non esiste un unico elenco organizzato di celebrità vietate. Alcuni utenti danno suggerimenti alle celebrità, mentre altri prendono la decisione da soli. Nel divieto sono state citate celebrità negli Stati Uniti e all’estero.

Il blocco spetta a ciascun utente dei social media. Ogni celebrità, influencer o creatore di contenuti deve essere bannato individualmente su ciascuna piattaforma.

Come è iniziato il divieto?

Sono aumentate le proteste contro la guerra tra Israele e Hamas e sono aumentati i campi Nei campus di tutto il paese. In mezzo a questi movimenti, l’interesse per ciò che le celebrità e le persone influenti dicono o non dicono ha ricevuto una spinta Ho incontrato Gala la settimana scorsa.

Il gala annuale attira un gruppo di volti famosi del mondo della moda, del cinema, della musica, dello sport e altro ancora. È noto per i suoi lussuosi tappeti e gli elaborati costumi indossati dalle celebrità. Quest’anno i manifestanti hanno circondato la festa per gran parte della serata.

I social media erano pieni di foto della festa a cui hanno partecipato le star. Più o meno nello stesso periodo si sono diffuse le immagini di Israele che lanciava un’operazione militare nella città di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza. Ciò ha portato alcuni utenti a esprimere il contrasto tra il lusso delle celebrità alla festa e la situazione a Gaza – utilizzando immagini di entrambi – e a condannare le celebrità per non aver utilizzato le loro piattaforme per parlare a favore di coloro che soffrono.

Il divieto sarà efficace?

Resta da vedere se il divieto sarà efficace o duraturo, ha affermato Beth Vossen, assistente professore di marketing presso l’Università dell’Indiana. Ha aggiunto che potrebbe dipendere dalla celebrità e da ciò per cui è conosciuta: una persona famosa il cui “marchio” è legato a questioni umanitarie può essere influenzata più di qualcuno che è noto principalmente per il talento.

READ  Kim Kardashian rompe con Kanye West in The Kardashian

“Se la tua identità è davvero legata alla promozione di qualcosa che è essenziale per la contea, ciò potrebbe potenzialmente avere gravi conseguenze per te”, ha detto Vossen. “Potrebbero esserci alcuni influencer che guadagnano la loro fama promuovendo la pace e poi rimangono in silenzio sulla questione – e i follower potrebbero non perdonarli”.

C’è una reazione al divieto?

Ci sono state critiche al blocco, e alcuni hanno affermato che l’attenzione sulle celebrità distrae da ciò che sta accadendo sul campo a Gaza. Altri mettono in dubbio i criteri utilizzati per giudicare se qualcuno debba essere bandito e cosa significherebbe che una persona famosa parli apertamente o faccia abbastanza.