Luglio 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Ultime notizie sulla campagna di Biden e Trump: ultime notizie sulle elezioni del 2024

Ultime notizie sulla campagna di Biden e Trump: ultime notizie sulle elezioni del 2024

Lunedì, in un’intervista trasmessa a livello nazionale, il presidente Biden ha risposto ai ricchi democratici che vogliono che termini la sua campagna di rielezione, dicendo: “Non mi interessa cosa pensano i milionari”.

Ha spiegato che piccoli donatori gli stavano donando.

Ma ore dopo, Biden si è unito a una chiamata privata con i principali donatori e raccoglitori di fondi per rassicurarli. “Questo è importante”, ha detto loro del loro sostegno.

I messaggi apparentemente contraddittori mostrano il dilemma che il presidente si trova ad affrontare mentre è alle prese con le conseguenze del suo disastroso dibattito contro l’ex presidente Donald Trump il mese scorso. Per continuare a finanziare la sua campagna presidenziale, Biden avrà probabilmente bisogno del sostegno dei ricchi sostenitori del Partito Democratico, ma proprio questi sono stati tra le voci più forti che lo hanno chiesto di porre fine alla sua candidatura per la rielezione.

Nel tentativo di disinnescare l’opposizione, Biden – un politico che da tempo fa affidamento sull’establishment del partito per finanziare la sua campagna – ha adottato un messaggio sorprendentemente populista e anti-élite che, in un certo senso, rispecchia il messaggio di Trump.

I principali donatori avvertono che il partito perderà la Casa Bianca e le primarie con Biden in cima alla classifica. Un gruppo crescente di donatori ha spinto – prima in silenzio, poi pubblicamente – affinché si dimettesse per consentire un candidato sostitutivo e ha minacciato di trattenere i loro soldi a meno che ciò non accadesse.

Mentre la campagna di Biden ha continuato a corteggiare i ricchi democratici, lavorando anche per programmare ricevimenti di raccolta fondi nonostante l’interesse incerto, il presidente ha anche pubblicamente descritto la reazione dei principali donatori come un segno che sta difendendo la gente comune dagli interessi finanziari. Ma i sondaggi mostrano che anche molti elettori democratici medi nutrono profonde preoccupazioni per la sua età.

In una lettera ai Democratici al Congresso lunedì mattina, Obama ha scritto: “Gli elettori – e solo gli elettori – decidono il candidato del Partito Democratico, non la stampa, non gli esperti, non i grandi donatori, non un gruppo selezionato di individui, non importa come ben intenzionato.”

In un’intervista con “Morning Joe” su MTV, S. Quello. con Me. Lunedì Biden ha dichiarato: “Sono molto frustrato nei confronti delle élite”, individuando i principali donatori. “Voglio sostenerli, ma non è per questo che mi candiderò”, ha detto.

Questo messaggio coraggioso arriva alla luce di una nuova realtà finanziaria per la sua campagna.

READ  Le forze ucraine entrano a Kherson dopo il ritiro della Russia: NPR

Se Biden dovesse andare avanti, probabilmente dovrà fare affidamento sui piccoli donatori per compensare il calo dei grandi donatori mentre la corsa entra in una fase di intensa spesa in pubblicità e mobilitazione degli elettori.

Se riuscirà a sfruttare il sentimento anti-élite della piccola base di donatori del partito per superare le turbolenze post-dibattito, lo metterà in compagnia di politici più populisti come il senatore Bernie Sanders, un indipendente del Vermont, e la deputata Marjorie. Taylor Greene, un repubblicano della Georgia. Questi legislatori sono riusciti a generare con successo ondate di denaro da piccoli donatori attraverso… Ricorda l’abuso percepito A cura dell’istituzione.

“Sappiamo che i momenti ad alta visibilità e ad alta intensità possono portare a un afflusso immediato di piccole donazioni e che la rabbia, il risentimento e l’indignazione sono potenti motori in politica, anche per i piccoli donatori”, afferma Richard H. Pildes, professore di diritto alla New York University che ha studiato il ruolo dei Piccoli donatori in politica. Alimentare la polarizzazione politica“È anche possibile che assisteremo ad una lotta tra la base del Partito Democratico, che vuole che Biden rimanga, e la fazione ‘elite’ dei grandi donatori, che vuole un’alternativa”, ha detto in una e-mail.

I piccoli donatori sono da tempo considerati in politica come un indicatore dell’entusiasmo popolare, nonché una fonte sostenibile di denaro, poiché possono donare ancora e ancora senza raggiungere i limiti di donazione. I progressi nelle app di raccolta fondi online, nella posta elettronica e nei telefoni cellulari hanno consentito alle campagne di utilizzare i grandi eventi come opportunità per sollecitare donazioni da sostenitori a reddito medio.

Eitan D. ha detto: “I piccoli donatori tendono a donare con il cuore”, afferma Hirsch, professore di scienze politiche alla Tufts University che ha lavorato nel campo della microfinanza. Studiare le motivazioni dei donatori politiciHa detto che “i donatori più grandi donano più con la mente che con il cuore” e si aspettava che la campagna di Biden avrebbe visto “un calo dei grandi donatori e quindi un relativo aumento della percentuale dei piccoli donatori”.

Carol L. Hamilton, avvocato di Los Angeles e membro del comitato finanziario nazionale di Biden, ha affermato di avere molti sostenitori che “potrebbero non essere donatori multimilionari o centinaia di migliaia di dollari, ma si preoccupano, voteranno e ora lo faranno”. stanno dimostrando di sostenere il nostro presidente donando pochi dollari – $ 5, $ 25, qualunque sia l’importo donato – per dichiarare che pensano che questo presidente dovrebbe rimanere in corsa”.

READ  Biden incontra Zelenskyj a Parigi mentre l’Ucraina chiede maggiori aiuti contro la nuova offensiva russa

La signora Hamilton ha preso parte a una chiamata di donatori con il presidente lunedì e ha detto che “le persone con cui ho parlato sono state molto rassicuranti nei suoi confronti in quella chiamata”. Si chiedeva quanti grandi donatori avessero abbandonato il signor Biden. “Non abbiamo visto affatto un esodo di massa”, ha detto. “Voglio dire, c’erano alcune persone, sì, è vero.”

Nelle ore successive alla chiamata, la campagna di Biden ha dichiarato di aver ricevuto una donazione massima di 929.600 dollari al suo fondo congiunto con i comitati del Partito Democratico dall’ex dirigente del commercio al dettaglio Peter Lowey. La campagna ha anche inviato un’e-mail di raccolta fondi chiedendo donazioni di 25 dollari, che ha descritto come “l’importo della donazione più comune per e-mail come questa”.

“Sappiamo che 25 dollari non sembrano tanti di fronte ai milioni di Trump, ma promettiamo che i 25 dollari che donerete, insieme al sostegno delle migliaia di persone che stanno contribuendo ora, faranno una grande differenza.” si leggeva la lettera.

In una dichiarazione rilasciata martedì, Charles Lutvak, portavoce della campagna Biden, ha dichiarato: “I nostri donatori di base si sono presentati in tutta la loro forza, stabilendo numeri record ancora e ancora nelle ultime due settimane, e in tutta la nostra base di donatori, lo faremo. continuare a raccogliere i soldi necessari per dominare Donald Trump sul campo e sul campo. “L’etere vincerà a novembre”.

Finora Biden ha raccolto più soldi da piccoli donatori di Trump in questo ciclo, Secondo l’analisi Attraverso il sito di monitoraggio imparziale OpenSecrets. Ciò rappresenta una ritirata dallo scontro avvenuto tra loro nel 2020.

Nel 2016, quando l’establishment repubblicano si schierò ampiamente contro Trump, È stato elogiato per i suoi piccoli sforzi di raccolta fondi Mentre i principali donatori hanno criticato. Anche allora rimase in silenzio Ha corteggiato questi stessi ricchi attivisti.

Nel giro di 24 ore dalla sua condanna a maggio per 34 reati, la campagna di Trump ha galvanizzato la sua piccola base di donatori, raccogliendo quasi 53 milioni di dollari e battendo i record online per i repubblicani. Queste donazioni lo hanno aiutato a colmare un divario nella raccolta fondi e ad ottenere un vantaggio su Biden, che ha mantenuto un vantaggio finanziario per gran parte della campagna.

Grazie all’aumento della sua ricchezza dopo la sua condanna, Trump e il suo partito hanno iniziato giugno con 235 milioni di dollari in banca, mentre Biden e il suo partito ne avevano 212 milioni.

READ  Israele Gaza: L'operazione a Rafah non oltrepassa le linee rosse americane - La Casa Bianca

A giugno, grazie alla raccolta fondi post-dibattito, il presidente ha raccolto più soldi di Trump, ma è entrato questo mese con meno contanti a disposizione: 285 milioni di dollari per l’operazione di Trump contro 240 milioni di dollari per Biden.

Secondo la campagna, i piccoli donatori hanno donato quasi l’80% dei 38 milioni di dollari raccolti dalla campagna Biden nei quattro giorni successivi al dibattito, inclusi due dei migliori giorni di raccolta fondi di base del ciclo 2024. La campagna ha affermato che è stato il mese migliore per la raccolta fondi giugno, raccogliendo 127 milioni di dollari, quasi due terzi dei quali provenivano da donatori di base.

I resoconti finanziari della campagna che descrivono in dettaglio la raccolta fondi non saranno disponibili al pubblico fino alla fine di questo mese.

Un’analisi di OpenSecrets dei documenti relativi al finanziamento della campagna elettorale precedenti nella corsa mostra che Biden ha raccolto una percentuale molto più piccola del denaro: Circa il 43%. – Dai piccoli donatori, generalmente considerati coloro che donano 200 dollari o meno.

In “Morning Joe”, Biden ha affermato che “il 97% di tutte le persone che ci hanno donato sono persone che guadagnano meno di 200 dollari – hanno donato meno di 200 dollari”. Lo ha descritto come “il numero più grande mai registrato nella storia. Non ne sono sicuro, ma penso che sia vero”. (Questa affermazione è difficile da verificare in modo indipendente, perché le campagne non sono obbligate a rivelare i singoli donatori che donano $ 200 o meno.)

John Morgan, un avvocato della Florida che ha affermato di aver raccolto più di 1 milione di dollari per la campagna di Biden, ha affermato in un messaggio di testo che non crede che un aumento delle piccole donazioni possa compensare la defezione dei principali donatori.

Ma Morgan, che aveva pianificato una raccolta fondi estiva per Biden che ora è in continuo mutamento, ha previsto che i principali donatori sarebbero tornati nel campo del presidente se fosse rimasto in corsa.

“In caso contrario, Trump vincerà”, ha scritto.

Rachel Shorey Contribuire alla preparazione dei report.