Luglio 14, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

S&P 500 e Nasdaq chiudono ai massimi storici mentre Powell elogia i progressi sull’inflazione

S&P 500 e Nasdaq chiudono ai massimi storici mentre Powell elogia i progressi sull’inflazione

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha parlato pubblicamente martedì per la prima volta da quando la misura dell’inflazione preferita dalla Fed ha mostrato che i prezzi aumentavano al ritmo più lento in più di tre anni nel mese di maggio.

Pur mostrando ancora segni di cautela, Powell ha riconosciuto che recentemente i dati sono andati nella giusta direzione.

Jennifer Schonberger di Yahoo Finance afferma nel suo rapporto:

Martedì Powell ha dichiarato di essere incoraggiato dal calo dell’inflazione, ma ha sottolineato che la banca centrale avrà bisogno di ulteriori prove prima di tagliare i tassi di interesse.

“Gli ultimi dati sull’inflazione di aprile e maggio indicano che stiamo tornando su un percorso deflazionistico”, ha affermato Powell in un seminario in Portogallo per la conferenza della Banca centrale europea.

I commenti di Powell arrivano pochi giorni dopo l’ultima lettura dell’obiettivo di inflazione preferito dalla Fed – l’indice “core” della spesa per consumi personali – aumentato del 2,6% a maggio, in linea con le aspettative e in calo rispetto al 2,8% di aprile.

Su base mensile, la misura dell’inflazione è aumentata dello 0,1%, anch’essa in linea con le aspettative e in calo rispetto allo 0,2% di aprile.

La lettura ha fornito nuovo supporto per i tagli dei tassi di interesse entro la fine dell’anno, allentando i timori emersi durante il primo trimestre secondo cui un’inflazione più elevata del previsto potrebbe ribaltare i piani di allentamento della politica monetaria nel 2024.

Nonostante un altro segnale positivo di calo dell’inflazione, è improbabile che la banca centrale tagli i tassi di interesse nella prossima riunione di fine luglio.

READ  Futures Dow Jones: Meta, Nvidia, Super Micro Slide; Il rapporto sull’inflazione CPI incombe

Powell ha rifiutato di rispondere alla domanda se la Fed potrebbe tagliare i tassi di interesse a settembre.

Ha invece sottolineato che la Fed avrà bisogno di più tempo e di prove che l’inflazione si stia spostando in modo sostenibile verso il livello obiettivo del 2%, indicando che la banca centrale può essere paziente dato il forte mercato del lavoro che sta gradualmente rallentando.

“Abbiamo fatto molti progressi. Vogliamo solo capire che i livelli che stiamo vedendo sono una lettura fedele di ciò che sta realmente accadendo con l’inflazione core”, ha detto Powell.