Maggio 20, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Sette morti nel fuoco dell’istituto di difesa russo Russia

Sette persone sono rimaste uccise dopo che un enorme incendio è scoppiato in un importante istituto di ricerca sulla difesa russo a Tver, a nord-ovest di Mosca, secondo i rapporti.

Le autorità locali hanno detto che anche 25 persone sono rimaste ferite nell’incendio di giovedì. Lo ha riferito l’agenzia di stampa TASScitando i servizi di emergenza, e che almeno 10 persone sono disperse.

Inizialmente il bilancio delle vittime era stimato a cinque, ma TASS ha affermato che era salito a sette.

“Confermiamo che ci sono stati sette decessi al momento”, ha detto TASS citando la fonte. Ha aggiunto che il numero delle vittime potrebbe aumentare.

I vigili del fuoco abbassano la manichetta nell'edificio in fiamme dell'Istituto centrale di ricerca delle forze di difesa aerea nella città russa di Tver.
I vigili del fuoco abbassano la manichetta nell’edificio in fiamme dell’Istituto centrale di ricerca delle forze di difesa aerea nella città russa di Tver. Fotografia: Vitaly Smolnikov/AFP

L’incendio è scoppiato nell’edificio amministrativo dell’Istituto centrale di ricerca delle forze di difesa aerea, che opera sotto la supervisione del ministero della Difesa russo. Ha rapidamente inghiottito gli ultimi tre piani dell’edificio, costringendo quelli all’interno a saltare fuori dalle finestre e facendo crollare il tetto.

Le immagini dell’edificio principale hanno mostrato che era completamente consumato dal fuoco. Le riprese video della scena, a circa 160 chilometri (100 miglia) a nord-ovest di Mosca, mostravano fumo denso e fiamme che fluttuavano dalle finestre dell’istituto.

L’incidente è stato seguito ore dopo da notizie non confermate di un incendio in uno dei più grandi impianti chimici della Russia.

Le immagini sui social media mostrano un grande incendio nell’impianto chimico Dmitrievsky a Kinsima, 400 chilometri (250 miglia) a nord-est di Mosca.

Hanno mostrato del fumo che si alzava dalla struttura autodescritta Sul suo sito web Come il più grande produttore di acetato di butile e solventi industriali in Russia e nell’Europa orientale.

Nessuna causa ufficiale è stata data per nessuno degli incendi.

Secondo le prime informazioni, la procura militare regionale sta indagando sulla causa dell’incendio a Tver. L’agenzia di stampa statale TASS ha affermato che i risultati preliminari indicano che l’invecchiamento del cavo è un fattore che contribuisce.

Il Defense Institute è coinvolto nella ricerca spaziale, compreso un sistema di difesa aerea unificato per il blocco della CSI delle ex repubbliche sovietiche, secondo il sito web del Ministero della Difesa russo.

READ  Il "Rock" è il più grande diamante bianco mai venduto all'asta, per 21,9 milioni di dollari