Maggio 27, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Sembra che Google stia acquistando un audio nascente

Sembra che Google stia acquistando un audio nascente

Nell’ultimo anno circa, Google ha acquistato diverse startup di hardware audio, secondo recente rapporto di protocollo. Il fatto che Google abbia speso decine di milioni in startup e portafogli di brevetti di aziende che lavorano su dispositivi audio, audio 3D, cancellazione del rumore e Bluetooth potrebbe indicare che intende espandere la sua gamma di prodotti audio. In molti casi, si dice che sia stato introdotto anche nei dipendenti aziendali.

Google non è estraneo al mondo dei prodotti audio. Più modelli sono esauriti generazioni di Cuffie senza filie i suoi marchi Altoparlante intelligente Nest Audio come “è tutta una questione di suono”. Ma per ora, non ha la stessa gamma di offerte di concorrenti come Apple o Bose: le acquisizioni potrebbero aiutare a mettere Google in una posizione migliore per creare prodotti come auricolari o auricolari più ricchi di funzionalità.

Alcuni degli elenchi di assunzioni e lavori di cui parla il rapporto suggeriscono l’idea che Google potrebbe anche creare silicio personalizzato per prodotti audio. Questo approccio potrebbe avere un senso. Cuffie Apple Usa un chip personalizzatoE Google ha una storia nella creazione di hardware specializzato e nella progettazione dei propri chip per cose come Sicurezza E il Elaborazione delle immagini. ma ciò Ha creato il proprio SoC per Pixel 6.

come protocollo Osserva che alcuni accordi sembravano più incentrati sull’acquisizione di brevetti piuttosto che sulla tecnologia o sul talento. Le acquisizioni in serie sono iniziate dopo Sonos ha citato in giudizio Google (due volte) per violazione di brevetti relativi alla tecnologia degli altoparlanti intelligenti. Google di recente Ho dovuto rimuovere alcune funzionalità Da alcuni elettrodomestici intelligenti, grazie alla sentenza del giudice così Ha davvero violato i brevetti Sonos È difficile immaginare che Google voglia continuare a peggiorare i prodotti esistenti o futuri grazie a controversie sulla proprietà intellettuale. Avere una propria serie di brevetti audio potrebbe aiutare a prevenirlo in futuro.

READ  Perché Jony Ive ha lasciato Apple ai "Contabili"