Dicembre 8, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Leioproctus zephyrus

Scopri strane specie di api usando un muso simile a un cane

Un esemplare di una nuova specie di api, Leioproctus zephyr. Credito: Università di Curtin

Una nuova specie di ape domestica con un “muso” simile a un cane è stata scoperta nelle foreste di Perth nell’Australia occidentale. È stato identificato da una ricerca guidata dalla Curtin University che getta nuova luce sui nostri più importanti impollinatori.

La dottoressa Kate Prendergast, della Curtin School of Molecular and Life Sciences, ha chiamato la nuova specie in onore del suo cane Zephyr dopo aver notato che una parte prominente della faccia dell’insetto sembrava simile al muso di un cane. Il nome riconosce anche il ruolo svolto dal suo cane nel fornire supporto emotivo durante il suo dottorato di ricerca. Il dottor Prendergast è l’autore di un articolo sulla scoperta pubblicato il 31 ottobre a Giornale di ricerca sugli imenotteri.

Secondo il Dr. Prendergast, la scoperta rara e affascinante si aggiungerebbe alle conoscenze esistenti sulla nostra biodiversità in evoluzione. Garantirà inoltre che le api siano nominate Zefiro Leopardoattraverso gli sforzi di conservazione.

“Quando ho esaminato per la prima volta gli esemplari che ho raccolto durante le mie indagini di dottorato per scoprire la biodiversità delle api autoctone nelle aree urbane nell’hotspot della biodiversità del sud-ovest dell’Australia occidentale, sono rimasto immediatamente affascinato dal viso molto insolito dell’ape”, ha affermato il dott. Prendergast.

Leioproctus zephyrus esemplare

Un esemplare di una nuova specie di api, Leioproctus zephyr. Credito: Università di Curtin

“Quando sono andato a identificarlo, ho scoperto che non corrispondeva alla specie descritta, ed ero sicuro che se fosse una specie conosciuta, sarebbe stato facile da identificare per quanto sembra strano.

“Puoi confermare una specie particolare solo osservandola al microscopio e passando attraverso un lungo processo per cercare di far corrispondere le sue caratteristiche ad altre specie specifiche, per poi passare alle collezioni del museo.

“Guardando la collezione di entomologia al Washington Museum, ho scoperto che ci sono un bel po’ di esemplari Zepiro di Leopructus Fu raccolto per la prima volta nel 1979, ma non è mai stato descritto scientificamente”.

La dott.ssa Prendergast ha affermato di essere entusiasta di svolgere un ruolo nel far conoscere la specie e il suo nome ufficiale.

“Gli insetti in generale sono molto diversi e importanti, ma non abbiamo descrizioni o nomi scientifici per molti di loro”, ha detto il dottor Prendergast.

“Il Zefiro Leopardo Ha una distribuzione molto ristretta, finora presente solo in sette località nel sud-ovest di Washington e non è stata raccolta dalla sua posizione originale. Erano completamente assenti dai giardini residenziali ed erano presenti solo in cinque dei resti della boscaglia urbana che ho censito, nutrendosi di due tipi di piante. Jacksonia.

“Non solo questa specie esigente, ma ha anche una clip simile a un muso. Quindi, li ho chiamati in onore del mio cane Zephyr. Sono stati molto importanti per la mia salute mentale e il mio benessere durante il difficile periodo del mio dottorato di ricerca. D. e oltre”.

Il Dr. Prendergast è stato in grado di confermare che la nuova specie era più strettamente correlata ad altre specie non identificate Leoprottoattraverso[{” attribute=””>DNA barcoding.

Reference: “Leioproctus zephyr Prendergast (Hymenoptera, Colletidae, Leioproctus), an oligoletic new bee species with a distinctive clypeus” by Kit S. Prendergast, 31 October 2022, Journal of Hymenoptera Research.
DOI: 10.3897/jhr.93.85685

READ  Gli scienziati di Princeton risolvono un mistero batterico