Luglio 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Richard Jefferson ricorda il messaggio schietto di Klay Thompson su Warriors – NBC Sports per Area e California

Richard Jefferson ricorda il messaggio schietto di Klay Thompson su Warriors – NBC Sports per Area e California

Richard Jefferson ha condiviso una storia molto interessante su Klay Thompson e il suo ambito contratto con gli Warriors.

Jefferson e Thompson si sono incontrati lo scorso dicembre, quando la veterana guardia del Golden State ha espresso frustrazione nei confronti dell’unica squadra con cui aveva giocato nei suoi 13 anni di carriera da giocatore. Ecco il resto delle dichiarazioni di Jefferson sull’ultima puntata di “NBA Today” su ESPN.

“Non l’ho mai condiviso per rispetto verso Clay”, ha detto Jefferson lunedì. “Quando sono sceso dall’ascensore il giorno di Natale dell’anno scorso, ho visto Clay, ‘Oh, Clay.’ Che succede?” Lui disse: “Che succede?” Io dissi: “Ehi, amico. Mantieni la mente a posto.’ Lui disse: ‘Amico, digli di pagarmi i miei soldi’”.

Il 25 dicembre, i Golden State hanno subito una sconfitta per 120-114 contro i Denver Nuggets alla Ball Arena.

Jefferson non ha specificato quando è avvenuta la conversazione con l’ex guardia dei Warriors, ma Thompson ha concluso la partita 3 su 12 con nove punti, sei rimbalzi e un assist – e probabilmente non era contento né prima né dopo.

Mentre molti erano divisi sul fatto se fosse stato Thompson o gli Warriors a portare la divisione apocalittica alla sua conclusione, Jefferson aveva chiaro chi sostenere.

“Era il giorno di Natale”, ha detto Jefferson. “Quindi il giorno di Natale, un ragazzo ha vinto quattro campionati – e non mi interessa quanti soldi ha ottenuto.” [Golden State] Gli hanno dato questa opportunità nel corso degli anni perché è riuscito a trasformare con successo il loro franchise in qualcosa di eccezionale. Questo franchising vale miliardi di dollari.

READ  Il debuttante dei pirati Paul Skines è stato annunciato come titolare per l'All-Star Game della Major League Baseball

“Non solo grazie a Steve, ma anche a causa di Klay. Hanno cambiato il gioco. Non è stato solo Steve a cambiare, sono stati Steve e Klay nella linea di fondo. Quindi dico [Klay] “Ha il diritto di essere arrabbiato.”

Jefferson ha chiaramente sostenuto Thompson, e lo ha fatto per un po’.

I due, ovviamente, erano compagni di squadra dei Warriors durante le prime due stagioni di Thompson a partire dal 2011-12.

La partenza di Thompson sembra aver scioccato il popolo del Tennessee e il mondo NBA in generale, ma man mano che emergono ulteriori informazioni, sembra che il numero 11 non sarà con Golden State nella stagione NBA 2024-25.

Come ricorda Jefferson, Thompson voleva davvero i suoi soldi. Era disposto a voltarsi dall’altra parte per ottenerlo.

Scarica e segui il podcast Dubs Talk