Dicembre 4, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Recensione di Sega Genesis Mini 2

Recensione di Sega Genesis Mini 2

Andrò avanti e parafraserò qui Mad Men Don Draper e dirò che Sega Genesis Mini 2 non è solo una mini console all-in-one, “È una macchina del tempo. Ci porta in un posto dove fa male a vai ancora.” Don faceva affidamento sulla nostalgia per vendere la presentazione del carosello quando lo ha detto, ma l’intero campo di gioco funziona altrettanto bene con queste vecchie console. Sebbene questo mini omaggio all’amato sistema a 16 bit di Sega non sia all’altezza del suo predecessore e del TurboGrafx-16 Mini (anch’esso alimentato dall’M2) quando si tratta di qualità della console e menu, è comunque un piccolo grande pezzo di tecnologia che “ci permette per andare da qualche parte Sappiamo di essere amati in lui”.

Nostalgia – È sottile, ma potente

Il Genesis Mini 2 è il seguito del Genesis Mini che ho recensito nel 2019. Mi ha portato totalmente nel primo viaggio di Sega nel mondo della mini console, quindi ero entusiasta di annunciare un secondo Genesis, questo giustamente basato sul modello Sega Genesis 2. 2 Una versione più piccola della Genesis originale rilasciata nel 1994, lo stesso anno in cui Sega lanciò lo sfortunato Saturno.

Il Genesis Mini 2 sembra carino quando è seduto accanto al suo fratello maggiore leggermente più grande.


È un semplice cenno all’evoluzione della console Genesis e sembra carino seduto accanto al suo fratello maggiore leggermente più grande. Come il precedente Genesis Mini, ha una porta con uno slot di espansione rimovibile in modo da poterlo teoricamente inserire in una miniatura Sega Tower of Power puramente esteticamente gradevole. (Come è successo l’ultima volta, questo ridicolo e interessante allegato CD Sega era disponibile solo in Giappone ed è andato esaurito molto prima che me ne rendessi conto.)

La porta della cartuccia ha piccole porte a molla proprio come la vera Genesis, quindi se hai una delle cartucce in miniatura disponibili con la torre di alimentazione (probabilmente no!), puoi riaprirle. Non serve a nessuno scopo funzionale, ha un bell’aspetto.

Sulla parte anteriore del Genesis Mini 2 c’è un interruttore di alimentazione e un pulsante chiamato “Reset”, ma non è quello che fa in realtà: premendolo si apre una schermata del menu che ti consente di salvare, caricare o tornare al menu principale durante Giochi. Un pulsante con la stessa funzionalità è incluso anche nel controller cablato a 6 pulsanti. La cosa buona è che è un dispositivo USB standard, con un cavo lungo circa due metri, quindi puoi collegarlo a un computer se vuoi.

Il pulsante del menu sulla console è di facile accesso e non altera minimamente il design originale della console. È dove potresti aspettarti di trovare il pulsante sulla spalla destra su un’altra console, ma è fuso nello stampo in modo che non si sfaldi. A prima vista, è solo un normale controller a sei pulsanti, qualcosa che gli abbiamo rubato con il Genesis Mini 2019. La buona notizia è che il controller esteso giusto è proprio lì, incluso nella confezione, e funzionerà con il Genesis Mini originale , anche. La cattiva notizia è che il controller è piuttosto scadente.

READ  Ora tutte le videocamere Google Nest possono trasmettere video in streaming alla tua TV

Per quanto riguarda le repliche proprietarie di vecchie console, quella fornita con Genesis Mini 2 è semplicemente gradevole nella migliore delle ipotesi. I pulsanti sembrano davvero fantastici. Hanno un fungo che ho trovato davvero indesiderabile e il D-pad condivide lo stesso disagio tattile. Non ho notato alcuna mancanza di reattività durante il gioco, ma sembra leggero ed economico, come se fosse solo un ripensamento. Anche il controller a tre pulsanti fornito con l’originale non era eccezionale, ma almeno ce n’erano due nella confezione invece di uno solo.

pungilo nel tuo cuore

L’interfaccia utente del Genesis Mini 2 è per lo più invariata rispetto all’originale. La musica delle schermate dei menu non è altrettanto buona, ma tutte le altre opzioni che ho amato sono tornate, come vedere “La tua collezione”, così come alcuni nuovi sfondi per le schermate dei menu e durante il gioco. Non c’è molto in termini di miglioramento dall’inizio e, francamente, dal momento che non sono molto appassionato di musica, è meno fantastico. È un peccato che Sega non abbia preso ispirazione dal divertimento dell’interfaccia utente superiore del TurboGrafx-16 Mini. Ad esempio, mentre Genesis Mini 2 include una buona selezione di giochi Sega-CD, manca del tocco in più del TurboGrafx-16 Mini, un’animazione specifica per regione quando si carica un carrello o un CD di gioco.

M2 è fondamentalmente un gruppo di avatar canaglia.


In altre parole, se carichi un CD dall’interfaccia USA, è come la versione USA di TurboGrafx, mentre il caricamento dall’interfaccia giapponese è come un’unità PC e i giochi UE sembrano la versione UE dell’unità PC: sono anche fatto Suono simulato di un’unità CD che gira e legge il disco. È stato un tocco molto bello e inutile, ma un tocco amorevole che manca totalmente al Genesis Mini 2, ed è una delusione per me, un uomo adulto che ama i suoni fantasy.

Ciò che il Genesis Mini 2 condivide con il TG-16 e il Mini originale è il modo in cui il menu di gioco cambia per riflettere le impostazioni della lingua. Scegli “Giapponese” dall’elenco delle opzioni di lingua e l’intera esperienza cambierà. Non solo cambi la lingua delle istruzioni sullo schermo nell’interfaccia utente, cambi la grafica della scatola, la lingua del gioco e persino l’interfaccia utente cambia per riflettere la regione. Preferisco il packaging giapponese e il design visivo del Mega Drive per via di quanto fosse forte negli anni ’90, e il semplice passaggio al giapponese nel menu della lingua mi dà ciò che i miei occhi bramano.

READ  Tony Hawk e Hot Wheels si alleano per affrontare il Tech Deck

Non è solo l’interfaccia utente e la lingua che sono cambiate, ma anche l’arte della scatola del gioco, ma sfortunatamente negli Stati Uniti non abbiamo l’elenco completo dei giochi trovati nella versione giapponese di Genesis Mini 2. Magical Taruto- kun, ad esempio, sulla console controlla il giapponese ma non la versione giapponese del Genesis Mini 2 venduta in America. È un programma a scorrimento laterale molto carino e colorato che è probabilmente il più famoso perché è stato sviluppato da Game Freak, che potresti conoscere da Pokemon. Ci manca anche il gioco Captain Tsubasa per il CD Sega che non è mai arrivato in Occidente e il gioco originale Shin Megami Tensei. È un po’ strano, onestamente, perché non puoi effettivamente acquistare un Genesis Mini 2 qui negli Stati Uniti. Devi importarlo da Amazon Japan. È una strana omissione, soprattutto considerando che il Turbo Grafx-16 Mini conteneva tutti i giochi, indipendentemente dal paese in cui lo hai acquistato.

M2 disse: “E se in Genesis fosse il ridimensionamento degli sprite?” E lei è andata avanti e l’ha resa una cosa.


Il motivo per cui non rinuncio alla speranza sull’intero elenco di giochi giapponesi è che M2 è fondamentalmente un gruppo di divinità truffatrici. Questa azienda mi affascina assolutamente. È responsabile di alcuni dei migliori progetti di conservazione dei giochi in circolazione e ha stabilito un punto di riferimento nella conservazione e nel restauro dei videogiochi. Questo team avrebbe potuto creare un emulatore e un’interfaccia utente personalizzati, incollarli in alcuni file ROM e chiamarlo il giorno, ma non è così che funziona M2. Neanche vicino! No, gli sviluppatori di M2 non solo sono andati avanti e hanno aggiunto alcuni giochi inediti a Genesis Mini 2, ma hanno anche spostato alcuni vecchi giochi arcade su Genesis. Che è incredibile! Non dovevano farlo, ma lo hanno fatto, proprio come flessibilità – ma c’è di più! Space Harrier II, il classico gioco arcade di Sega, aveva originariamente un port di Genesis, ma M2 ha detto: “Sì, ma se Genesis supportasse il ridimensionamento delle icone animate?” È andato avanti e ha realizzato questa cosa, ma ha anche aggiunto lo stesso supporto per il ridimensionamento delle icone per la versione Genesis di Space Harrier. Quindi ottieni un gioco in più, un gioco che personalmente mi piace molto.

Oltre a creare porte che prima non esistevano, M2 ha apportato alcune modifiche ai giochi inclusi. Phantasy Star II, uno dei più leggendari giochi di ruolo a 16 bit, ha miglioramenti della qualità della vita simili a quelli che M2 ha fatto con la versione Sega Ages della versione originale Master System di Phantasy Star. Fondamentalmente, il gioco sta diventando più accettabile nel 2022 grazie alla modalità Easy e alla maggiore velocità di camminata. Credimi, vorrai abilitarlo. La velocità di camminata nei primi giochi di Phantasy Star è dura.

A parte i “nuovi” giochi, ci sono un sacco di altri fantastici giochi qui, per un totale di 61. Ha Sonic 2, che tutti i ragazzi più fantastici che conosco sono d’accordo è il migliore, e Sonic CD. C’è anche Ecco the Dolphin e il suo sequel, entrambi per Sega-CD. Se vuoi colpire gli strambi a 16 bit a caso, hai Streets of Rage 3, Final Fight CD e Super Street Fighter II. Per i giochi di ruolo, c’è il già citato Phantasy Star II, Shining Force CD, Shining in the Darkness e altro ancora. È pieno di giochi di ogni tipo in quel momento, tranne che per lo sport.

READ  Aggiornamento Genshin Impact versione 3.2 "Akasha Pulses, the Kalpa Flame Rises" uscirà il 2 novembre

Rispetto all’originale, è difficile dire se Genesis Mini 2 abbia una migliore selezione di giochi o meno. Li metterei in imbarazzo, dicendo che le scelte di gioco sono complementari tra loro.

Letteralmente “dolore da una vecchia ferita”

Ci sono anche alcuni giochi strani come Ooze, a cui non ho mai giocato né sentito parlare prima. Dopo alcuni minuti con Ooze, probabilmente non ci giocherò più, e ci sono sicuramente un bel po’ di problemi qui. Bonanza Brothers non è un gioco che mi sia piaciuto per niente, riteniamo che Ninja Warriors sia stato aggiunto perché la licenza era poco costosa e Virtua Racing per Sega Genesis è la versione meno costosa di quel gioco. Tuttavia, nel caso di Virtua Racing, ha senso da un punto di vista storico aggiungerlo alla Genesis Mini 2 perché all’epoca era fantastico, ma ora è semplicemente inutile e sconosciuto. Night Trap è un altro di quei giochi che ha la reputazione di essere terribile, ma storicamente potrebbe essere il gioco più importante della lista. Nessuno degli altri giochi su Genesis Mini 2 può vantare di aver chiamato l’indignazione del ramo legislativo del governo statunitense. Sarebbe un peccato non includerlo, anche se FMV è piuttosto pazzo.