Luglio 24, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Prigozhin afferma che le fazioni del Cremlino stanno distruggendo lo stato russo

Prigozhin afferma che le fazioni del Cremlino stanno distruggendo lo stato russo

  • Prigozhin: risoluzione del conflitto con la Cecenia
  • Prigozhin: Le fazioni del Cremlino mettono in pericolo lo stato
  • Dice che il Ministero della Difesa è un disastro
  • Wagner potrebbe andare nella regione di Belgorod-Prigozhin

MOSCA (Reuters) – Il leader mercenario russo Yevgeny Prigozhin ha detto sabato che le fazioni del Cremlino stanno distruggendo il paese cercando di seminare discordia tra lui ei combattenti ceceni.

Quella disputa è stata ora risolta, ha detto, ma le lotte intestine al Cremlino hanno aperto il vaso di Pandora delle divisioni.

Prigozhin, 62 anni, ex ristoratore che ha fondato il gruppo di mercenari Wagner e membro della più ampia cerchia del presidente Vladimir Putin, ha guadagnato una notorietà diffusa durante i 15 mesi di guerra in Ucraina.

Le sue forze hanno condotto battaglie nella città di Bakhmut e altrove, ma ha anche discusso con l’esercito russo su tattiche, supporto logistico e altre questioni.

Prigozhin ha detto che la disputa tra lui e le forze cecene, che stanno combattendo anche a fianco dell’esercito russo in Ucraina, è stata risolta. Ma ha attribuito la lite a fazioni anonime al Cremlino, che chiama le “torri del Cremlino”.

I loro piani sono sfuggiti così di mano, ha detto, che Putin è stato costretto a rimproverarli durante una riunione del Consiglio di sicurezza.

“Il vaso di Pandora è già aperto – non siamo stati noi ad aprirlo”, ha detto Prigozhin in un messaggio pubblicato dal suo servizio stampa. “Alcune torri del Cremlino hanno deciso di giocare a giochi pericolosi”.

READ  A circa 30.000 persone è stato ordinato di evacuare mentre infuriano gli incendi nella Columbia Britannica, in Canada

“I giochi di rischio stanno diventando un luogo comune nelle torri del Cremlino… Stanno semplicemente distruggendo lo stato russo”.

Non ha nominato la fazione del Cremlino, ma ha detto che continua i suoi tentativi di seminare discordia e che “l’inferno dovrà pagarne il prezzo”. Il Cremlino non ha commentato le sue dichiarazioni.

Putin ha convocato venerdì una riunione del Consiglio di sicurezza su quelle che ha descritto come relazioni “etniche” all’interno del paese.

Prigozhin ha detto che le dichiarazioni cecene su di lui sembrano risalire ai primi anni ’90, quando i conflitti hanno travolto le città russe dopo il crollo dell’Unione Sovietica.

“È chiaro che le dichiarazioni fatte erano in qualche modo provocatorie, intese a ferirmi e spaventarmi”, ha detto Prigozhin.

Prigozhin ha anche affermato che qualsiasi battaglia tra le forze speciali del leader ceceno Ramzan Kadyrov e le forze di Wagner avrebbe portato a un grave spargimento di sangue, ma non c’erano dubbi su chi avrebbe vinto.

Ha anche espresso ancora una volta la sua indignazione per lo stato attuale della guerra e ha condannato il ministro della Difesa Sergei Shoigu e il capo di stato maggiore Valery Gerasimov.

“Il Ministero della Difesa non è in grado di fare nulla perché in realtà non esiste – è un casino”, ha detto Prigozhin.

Il ministero della Difesa non ha risposto a una richiesta di commento. Nether Shoigu e Gerasimov hanno commentato pubblicamente i commenti di Prigozhin.

(Segnalazione di Jay Faulconbridge). Montaggio di Angus McSwan

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Jay Faulconbridge

Thomson Reuters

In qualità di capo dell’ufficio di Mosca, Jay dirige la copertura della Russia e della CSI. Prima di Mosca, Jay ha gestito la copertura della Brexit come capo del London Bureau (2012-2022). La notte della Brexit, la sua squadra ha segnato una delle vittorie storiche di Reuters, portando la notizia della Brexit per prima al mondo e ai mercati finanziari. Jay si è laureato alla London School of Economics e ha iniziato la sua carriera come stagista presso Bloomberg. Ha trascorso più di 14 anni coprendo l’ex Unione Sovietica. Parla correntemente il russo. Contatto: +44 782 521 8698

READ  Leonid Volkov: l'ex capo di stato maggiore di Navalny è stato aggredito con un martello in Lituania