Gennaio 28, 2023

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Ogni pianeta del sistema solare è visibile in una rara “parata planetaria” mercoledì

I pianeti del sistema solare si sono allineati nel cielo mercoledì notte in un fenomeno astronomico visibile dalla Terra, noto come “parata dei pianeti”.

Il fenomeno, visibile anche martedì notte, ha offerto agli osservatori del cielo una buona visuale di Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno ad occhio nudo. Con un binocolo o un telescopio si possono vedere anche Urano e Nettuno.

La parata planetaria non è un evento estremamente raro, tende ad accadere almeno ogni due anni. In effetti, è successo per ultimo nell’allineamento degli otto pianeti Giugno.

Per vedere questo fenomeno, si consiglia di guardare a sud dopo il tramonto. Da est a ovest, i pianeti apparivano in questo ordine: Marte, Urano, Giove, Nettuno, Saturno, Mercurio, Venere.

“Le persone dovrebbero guardare a sud circa 30-45 minuti dopo il tramonto per catturare Mercurio e Venere prima che siano troppo vicini all’orizzonte per individuarlo”, ha detto Vahé Peroomian, professore di astronomia e fisica alla USC. “Giove, Saturno e Marte saranno visibili una volta buio, da sud-est a est.”

I pianeti possono apparire insieme nella stessa parte del cielo mentre orbitano attorno al sole, ha detto Beromian a CBS News.

Ha detto: “Mercurio completa un’orbita in 88 giorni e Venere in 225 giorni. I pianeti esterni si muovono molto più lentamente: Giove impiega 12 anni per ruotare attorno al sole, mentre Saturno impiega 29 anni”. “Quindi, fintanto che Giove e Saturno sono visibili, il che è il caso a meno che non si trovino sui lati opposti del Sole dal nostro punto di osservazione, i pianeti rimanenti alla fine si allineeranno”.

È un’impresa ancora più grande per Nettuno e Urano essere visibili nello stesso momento in cui impiegano rispettivamente 165 e 84 anni per orbitare intorno al sole.

READ  La NASA lancia Capstone, un satellite Cube da 55 libbre sulla Luna

Entrambi i pianeti “trascorrono molto tempo sui lati opposti del Sole dal nostro punto di osservazione”, ha detto Beromian.

Mercoledì notte, Urano e Nettuno erano relativamente vicini l’uno all’altro, ma poiché Urano si sta muovendo intorno al Sole due volte più velocemente di Nettuno, i pianeti saranno più lontani l’uno dall’altro.

Di conseguenza, ha aggiunto Beromian, “non sarà possibile vedere entrambi i pianeti nel cielo notturno contemporaneamente per diversi decenni”.