Luglio 20, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Morti di pellegrini: centinaia di pellegrini muoiono a causa dell’aumento della temperatura alla Mecca, in Arabia Saudita

Morti di pellegrini: centinaia di pellegrini muoiono a causa dell’aumento della temperatura alla Mecca, in Arabia Saudita

Rafiq Maqbool/AFP

I pellegrini musulmani usano gli ombrelli per proteggersi dal sole mentre arrivano per lanciare pietre contro i pilastri per la simbolica lapidazione del diavolo a Mina, vicino alla città santa della Mecca, il 18 giugno 2024.


Dubai, Emirati Arabi Uniti
CNN

Centinaia di persone sono morte e migliaia sono state curate per un colpo di calore durante l’annuale pellegrinaggio Hajj alla Mecca in una temperatura estrema di 49 gradi Celsius (120 gradi Fahrenheit).

Tra le vittime ci sono circa 165 indonesiani, ha riferito la CNN Indonesia, citando l’ufficio di gestione dell’Hajj del consolato generale degli indonesiani in Arabia Saudita. Inoltre, secondo le autorità di ciascun paese, sono morti almeno 41 giordani, 35 tunisini e 11 iraniani.

Mercoledì la Mezzaluna Rossa iraniana ha detto che altri 22 giordani erano scomparsi e che 26 iraniani erano stati portati in ospedale, secondo l’agenzia di stampa semi-ufficiale iraniana Tasnim.

La Mezzaluna Rossa iraniana ha affermato che alcuni iraniani sono morti a causa di un colpo di calore mentre altri soffrivano di condizioni croniche.

È probabile che il bilancio delle vittime aumenti, poiché l’Arabia Saudita e l’Egitto non hanno ancora pubblicato dati ufficiali. Inoltre, i governi sono a conoscenza solo dei pellegrini che si sono registrati e hanno viaggiato alla Mecca come parte della quota del loro paese – e si temono più morti tra i pellegrini non registrati.

Il governo saudita ha dichiarato lunedì che più di 2.700 persone hanno ricevuto cure per il colpo di calore. Nel frattempo, centinaia di persone si sono rivolte ai social media per pubblicare post sulla perdita dei loro cari.

READ  “Ha cambiato il Partito Laburista in modo permanente”, afferma Keir Starmer.

più di 1,8 milioni di persone Stanno partecipando alla stagione dell’Hajj di quest’anno, uno dei più grandi raduni religiosi al mondo, secondo l’Autorità generale saudita per le statistiche.

Sebbene i decessi tra i pellegrini non siano rari (l’anno scorso si sono verificati più di 200 casi), l’incontro di quest’anno si svolge in un clima particolarmente caldo.

La stagione dell’Hajj cambia ogni anno secondo il calendario islamico e quest’anno è caduta a giugno, uno dei mesi più caldi del Regno.

Lunedì l’Arabia Saudita ha consigliato ai pellegrini di non eseguire il rituale della “lapidazione del diavolo” entro determinate ore dopo che le temperature hanno raggiunto i 49 gradi Celsius (120 gradi Fahrenheit).

I funzionari dell’Hajj hanno chiesto ai pellegrini di portare ombrelli e rimanere idratati in mezzo alle dure condizioni, mentre l’esercito saudita ha schierato più di 1.600 persone con unità mediche dedicate ai colpi di sole e 30 squadre di risposta rapida. A questo progetto partecipano altri 5.000 volontari impegnati nel campo della sanità e del primo soccorso.

L’esecuzione dell’Hajj è uno dei cinque pilastri dell’Islam, che richiede a ogni musulmano fisicamente ed economicamente capace di compiere il viaggio verso la città santa della Mecca almeno una volta nella vita.

L’Hajj comprende molti rituali dettagliati, tra cui indossare un indumento speciale che simboleggia l’uguaglianza e l’unità umana davanti a Dio, una processione circolare in senso antiorario attorno La Kaaba ha la forma di un cubo Costruire, simbolicamente lapidare il male.

Fonte di prestigio e di reddito

L’Hajj è fonte di prestigio per il Re dell’Arabia Saudita, che detiene il titolo di Custode delle Due Sacre Moschee in quanto custode dei luoghi più sacri islamici. Ma anche l’Hajj è di grande importanza Fonte di reddito per l’economia saudita.

Quasi Re Salman bin Abdulaziz L’Arabia Saudita ha preso il potere nel 2015 e si è lanciata Un progetto da 21 miliardi di dollari Ampliamento della Grande Moschea della Mecca per ospitare altri 300.000 fedeli. Un anno dopo, il vice principe ereditario Mohammed bin Salman identificò l’Hajj come una componente chiave del piano Diversificare l’economia saudita Entro il 2030.

Gli esperti dicono che con le vendite di petrolio che generano quasi 1 miliardo di dollari al giorno per il regno, il beneficio economico dell’Hajj è marginale in confronto. Ma il suo grande potenziale non sfruttato potrebbe portare grande ricchezza al Regno nel lungo termine.

Si prevedeva che le entrate medie dell’Hajj fossero di ca 30 miliardi di dollari all’anno Secondo i dati ufficiali riportati da Reuters, sono state create 100.000 opportunità di lavoro per i sauditi quando il Regno ha attirato circa 21 milioni di pellegrini ogni anno durante la stagione dell’Hajj, che dura 10 giorni oltre all’Umrah durante tutto l’anno. Il governo punta a 30 milioni di pellegrini entro il 2030.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori informazioni. Edward Sikiris e Handy Al Khashali hanno contribuito al rapporto.