Dicembre 4, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L’ex capo di Twitter Jack Dorsey chiede scuse in mezzo a licenziamenti di massa | Twitter

Jack Dorsey, l’ex CEO di Twitter, è passato alla piattaforma recentemente acquisita dal miliardario Elon Musk Per scusarsi per lo stato del sito, che ha licenziato migliaia di lavoratori.

Sabato Dorsey Pubblica un thread di tweet In risposta ai licenziamenti della forza lavoro di Twitter, che sono iniziati Venerdì. Fino alla metà dei 7.500 dipendenti dell’azienda può essere licenziata da quando Musk ha rilevato l’azienda per 44 miliardi di dollari la scorsa settimana.

“Le persone su Twitter, passate e presenti, sono forti e resilienti”, Libri Dorsey. “Troveranno sempre un modo, non importa quanto sia difficile il momento. Mi rendo conto che molti sono arrabbiati con me.

“Mi assumo la responsabilità del motivo per cui tutti si trovano in questa situazione: l’azienda è cresciuta così velocemente. Mi scuso per questo”.

Dorsey ha aggiunto: “Sono grato a tutti coloro che hanno lavorato su Twitter e lo adoro. Non mi aspetto che venga ricambiato in questo momento… o mai… e capisco”, insieme a un’emoji del cuore.

Le risposte ai commenti di Dorsey sono state contrastanti. Diversi utenti hanno incolpato Dorsey per problemi con Twitter Dopo che Musk l’ha comprato.

“Oh. Troppo giovane. Troppo tardi,” Un utente ha scritto.

Ha scritto un altro utente: “Amico, sei cattivo.”

Diverse divisioni di Twitter hanno subito tagli importanti o sono state eliminate del tutto, compresi i team dell’azienda per i diritti umani e l’etica degli algoritmi.

C’era almeno una class action Caricato su Twitter A nome di ex dipendenti che affermano di non aver ricevuto un’adeguata disdetta.

L’eminente avvocato Lisa Bloom, che ha confermato al Guardiano È stata in contatto con diversi dipendenti di Twitter.

“I suoi lavoratori sono esseri umani che meritano tutti un trattamento rispettoso. Questa volta, una crudele azione collettiva lo insegnerà finalmente che anche l’uomo più ricco del mondo non è al di sopra della legge”.

I dipendenti di Twitter nel Regno Unito che devono affrontare la perdita di posti di lavoro hanno avuto tre giorni di tempo per nominare un rappresentante per una consulenza formale sull’occupazione.

Musk ha difeso i licenziamenti, twittando che i dipendenti licenziati ricevono tre mesi di licenziamento poiché si dice che la società perda Più di 4 milioni di dollari al giorno.

Ma diverse aziende hanno annunciato che non faranno più pubblicità su Twitter nel timore che la disinformazione e l’incitamento all’odio si diffondano sull’app riducendo le protezioni contro entrambi.

Audi, General Motors, General Mills e altri inserzionisti hanno interrotto la pubblicità sul sito.

La National Association for the Advancement of Colored People (NAACP) e altri gruppi hanno anche esortato gli inserzionisti a interrompere le loro spese sul sito di fronte alle preoccupazioni relative all’incitamento all’odio.

READ  Dow chiude sotto quota 30.000 a causa delle inversioni di rally post-Fed