Dicembre 9, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L'Europa mostra fronte unito contro l'atto di riduzione dell'inflazione di Biden

L’Europa mostra fronte unito contro l’atto di riduzione dell’inflazione di Biden

Il ministro federale delle finanze tedesco Christian Lindner (a sinistra) e il ministro francese dell’Economia, delle finanze e della ripresa Bruno Le Maire (a destra) hanno criticato la legge statunitense sulla riduzione dell’inflazione per discriminazione contro le società europee.

Thierry Mons | Notizie Getty Images | Getty Images

Gli Stati membri dell’Unione Europea sono fermi contro l’atto di taglio dell’inflazione del presidente Joe Biden, nel timore che possa danneggiare le loro attività e le loro economie locali.

La legislazione americana completa, approvata dai legislatori statunitensi lo scorso agosto, include Record di $ 369 miliardi di spesa per le politiche climatiche ed energeticheLa questione è stata discussa martedì dai 27 ministri delle Finanze dell’UE. Ciò è avvenuto dopo che la Commissione Europea, il braccio esecutivo dell’Unione Europea, ha dichiarato che c’era ‘gravi preoccupazioni’ Sulla progettazione degli incentivi finanziari nel pacchetto.

“Ogni ministro ha convenuto che questo è un argomento di preoccupazione a livello europeo e che dobbiamo scoprire qual è la risposta migliore”, ha affermato un funzionario europeo che ha seguito le discussioni dei ministri ma ha preferito rimanere anonimo a causa della natura sensibile di i ministri. Il caso, per la CNBC.

Lo stesso funzionario ha aggiunto che “c’è un consenso politico (tra 27 ministri) sul fatto che questo piano minacci l’industria europea”.

L’Unione Europea ha incluso almeno nove punti nella legge statunitense sul taglio dell’inflazione che potrebbero essere una violazione delle regole del commercio internazionale. Uno dei maggiori punti critici per gli europei sono i crediti d’imposta per le auto elettriche prodotte in Nord America. Ciò potrebbe comportare sfide per le case automobilistiche europee incentrate sui veicoli elettrici, come ad esempio Volkswagen.

READ  Il principe Harry, Elton John, Elizabeth Hurley e Moore Publisher So Daily Mail

“Questo è ciò che alla fine cerchiamo: avere l’Unione Europea, come stretto alleato degli Stati Uniti, in una posizione molto simile a quella del Messico e del Canada”, ha affermato in un giornale Valdis Dombrovskis, capo del commercio dell’UE. Martedì conferenza.

Non vogliamo vedere alcun tipo di decisione che possa nuocere alle pari opportunità.

Bruno Le Mer

Ministro delle finanze francese

Funzionari sudcoreani hanno anche sollevato preoccupazioni simili per l’Europa, dato che anche la gamma di misure negli Stati Uniti potrebbe limitarli. Hyundai e altri che fanno affari in America.

Un secondo funzionario dell’UE, che ha anche seguito le discussioni dei ministri ma ha preferito rimanere anonimo a causa della natura delicata della questione, ha affermato che i colloqui non sono stati “troppo profondi” – evidenziando l’unità tra i ministri a un livello più ampio.

Lo stesso funzionario ha affermato che il ministro delle Finanze francese, Bruno Le Maire, ha detto ai suoi omologhi che non stava chiedendo una decisione fortemente negativa nei confronti degli amici statunitensi dell’UE, ma piuttosto una richiesta di “campanello d’allarme” per i suoi omologhi europei che necessità di tutelare gli interessi delle imprese europee.

Lunedì, Le Maire ha dichiarato alla CNBC: “Dobbiamo essere molto chiari, molto uniti e molto forti fin dall’inizio, spiegando [to] I nostri partner negli Stati Uniti [that] La posta in gioco dietro questa legge di riduzione dell’inflazione è la possibilità di mantenere condizioni di parità tra Stati Uniti ed Europa”.

“Le pari opportunità sono il fulcro delle relazioni commerciali tra i due continenti e non vogliamo vedere alcun tipo di decisione che possa danneggiare questa parità di condizioni”, ha affermato.

READ  Il giubileo di platino della regina Elisabetta: sette decenni in immagini

I funzionari francesi sostengono da tempo l’indipendenza strategica: l’idea che l’Unione europea debba essere più indipendente dalla Cina e dagli Stati Uniti, ad esempio, sostenendo la propria industria. Il mese scorso, il presidente francese Emmanuel Macron ha suggerito che l’Unione europea dovrebbe anche prendere in considerazione una “legge europea sugli acquisti” per proteggere le case automobilistiche europee.

“Abbiamo bisogno di una legge sugli acquisti europea come gli americani, abbiamo bisogno di prenotazione [our subsidies] “Ai nostri produttori europei”, ha detto Macron in un’intervista a France 2: “Hai la Cina che protegge la sua industria, gli Stati Uniti che proteggono la sua industria e l’Europa è una casa aperta”.

Una task force tra funzionari europei e statunitensi, che ha tenuto il suo primo incontro sull’argomento la scorsa settimana, si riunirà ora ogni settimana per discutere come affrontare le preoccupazioni dell’Europa sulla legge per ridurre l’inflazione.

L’idea è di “continuare a promuovere una comprensione più profonda dei progressi significativi della legge nella riduzione dei costi per le famiglie, i nostri obiettivi climatici comuni e le opportunità e le preoccupazioni per i produttori dell’UE”. casa Bianca Ha detto in una dichiarazione.

Nonostante i contatti regolari, i funzionari statunitensi si stanno occupando delle elezioni di medio termine ed è già stato emanato l’Inflation Reduction Act, il che significa che eventuali modifiche devono avvenire durante la fase di attuazione.

“È chiaro che l’UE nutre preoccupazioni legittime sulla legge sulla riduzione dell’inflazione e sulla sua discriminazione diretta e indiretta”, ha detto alla CNBC Fredrik Ericsson, direttore del Centro europeo per l’economia politica internazionale.

“Molte politiche dell’IRA che prendono una posizione ‘America First’ danneggeranno la concorrenza e le imprese dell’UE, specialmente nei settori in cui l’UE è competitiva, non ultimo le industrie verdi e le tecnologie pulite. L’UE potrebbe rivolgersi all’OMC. [World Trade Organization] Per risolvere questi problemi, ma è più interessato ad affrontarli bilateralmente”.

READ  I veterinari vogliono che le persone smettano di comprare bulldog inglesi "malsani".