Luglio 23, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Legge sulla doppia laurea in Italia: da quando è valida e cosa stabilisce

Legge sulla doppia laurea in Italia: da quando è valida e cosa stabilisce

Quando arriva il momento di scegliere la propria carriera e decidere su quale percorso di studi universitari puntare, non sempre si hanno le idee chiare. A volte si è combattuti tra più indirizzi di laurea, magari afferenti a classi diverse, o tra un master e una specializzazione. Questo è ancor più vero quando, terminato il primo ciclo universitario, ci si affaccia al mondo del lavoro e si vorrebbero consolidare le proprie conoscenze, magari frequentando più corsi contemporaneamente, per aprirsi alla possibilità di avere titoli diversi da presentare nel proprio CV o anche solo completare la propria preparazione su una materia specifica, affrontandola sotto sfaccettature differenti.

Fino ad ora, però, l’idea di iscriversi a due corsi universitari contemporaneamente era solo un’utopia, poiché la Legge lo impediva sonoramente. Una prospettiva che sembrava quasi irraggiungibile, almeno fino allo scorso aprile, quando l’approvazione della Legge n. 33 del 12 aprile 2022 e la successiva pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 28 aprile, ha di fatto reso possibile frequentare due corsi di laurea contemporaneamente .

Alla legge dovranno seguire tre Decreti Ministeriali attuativi, che disciplineranno procedure e modalità di iscrizione, uno dei quali, quello che riguarda il maggior numero di corsi universitari, è già stato approvato lo scorso 29 luglio 2022, con Decreto MUR n. 930.

Tutto questo ha reso possibile l’iscrizione a due corsi, durante lo stesso anno accademico, già a partire dall’anno 2022/2023.

Quali corsi possono essere frequentati contemporaneamente

L’opportunità di iscriversi a più corsi universitari non riguarda solo la laurea, ma tutti i titoli che gli Atenei sono abilitati a riconoscere.

A partire dall’anno 2022/2023, dunque, è possibile iscriversi a due corsi di diploma accademico di primo e secondo livello AFAM, Alta formazione artistica, musicale e coreutica, ma anche a due corsi di studio universitari, purché non afferenti alla stessa classe di laurea.

READ  La visita improvvisa di papa Francesco a un negozio di tronchi

È anche possibile frequentare due corsi di laurea triennale o di laurea specialistica insieme, o uno di questi e relativo Master o specializzazione o, ancora, dottorato.

La condizione essenziale è possedere il titolo di accesso necessario per poter frequentare il corso accademico di livello superiore.

Tuttavia non è possibile frequentare, stando a quanto disciplinato dalla legge, due corsi di specializzazione medica o due corsi di cui uno con obbligo di frequenza.

Modalità di iscrizione ai due corsi universitari

La legge promulgata lo scorso aprile 2022 , non si limita solo a riconoscere il diritto di frequentare due corsi di laurea contemporaneamente, ma disciplina alcuni aspetti del diritto allo studio, in generale. Tra questi vi è anche una maggiore agevolazione proprio alla frequentazione di due corsi contemporaneamente potendo beneficiare, da parte degli Atenei, della formazione a distanza, una modalità di erogazione dei corsi che consente la fruizione delle lezioni online e in luoghi diversi dalle aule universitarie.

Chi ha avuto modo di frequentare un percorso di formazione organizzato da un’università telematica conoscerà già bene questa metodologia formativa, poiché su questa si fonda l’intero sistema delle università online. Certamente è l’inizio di una nuova epoca, che vede abbattere sempre più la barriera di spazio e tempo, ostacolo principale per il conseguimento di titoli accademici negli ultimi anni. In questo modo gli studenti italiani potranno accelerare le tempistiche e rendere più semplice, di fatto, l’accesso al mondo del lavoro, acquisendo una formazione maggiormente approfondita.