Agosto 8, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L'economista Nouriel Roubini descrive le previsioni di una recessione superficiale come "false"

L’economista Nouriel Roubini descrive le previsioni di una recessione superficiale come “false”

L’economista Nouriel Roubini, che ha predetto correttamente la crisi finanziaria del 2008, ritiene che gli Stati Uniti siano diretti in una profonda recessione e ha affermato che coloro che affermano che la deflazione sarà lieve sono “un’illusione”.

“Ci sono molte ragioni per cui stiamo vivendo una grave recessione, un grave debito e una crisi finanziaria”, ha affermato Roubini Ha detto su Bloomberg TV Lunedi. “L’idea che questo sia breve e superficiale è del tutto illusoria”.

Al contrario, prevede una recessione profonda e di grande impatto a seguito di tassi di interesse più elevati e indici di indebitamento più elevati sulla scia della pandemia di COVID-19.

A differenza della stagnazione degli anni ’70, quando il rapporto debito/PIL era basso nonostante la “stagflazione” – una combinazione di crescita stagnante e inflazione elevata – il debito pubblico è aumentato drammaticamente dal 2008 ed è stato seguito da un periodo di bassa inflazione dovuto alla stretta creditizia e improvviso shock della domanda, ha detto.

L’economista Nouriel Roubini prevede una profonda recessione come risultato di tassi di interesse più elevati e indici di indebitamento più elevati.
AFP tramite Getty Images

“Questa volta, abbiamo shock negativi sull’offerta aggregata accompagnati da stagflazione e rapporti di indebitamento storicamente elevati”, ha affermato Roubini. “Nelle recessioni precedenti, come le ultime due, abbiamo avuto un massiccio allentamento monetario e fiscale. Questa volta stiamo entrando in una recessione inasprindo la politica monetaria. Non abbiamo spazio fiscale”.

Roubini è l’amministratore delegato di Roubini Macro Associates ed è stato insignito del titolo di Dr. Dom per la sua visione cupa.

READ  Jack Dorsey, fondatore di Twitter, ha affermato di essere "in parte responsabile" della centralizzazione di Internet e che se ne rammarica