Luglio 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

LeBron James non firmerà con i Suns con un contratto minimo

LeBron James non firmerà con i Suns con un contratto minimo

Ha detto l’agente Rich Paul Jonathan Givony di ESPN I risultati del Draft NBA di Bronny James non influenzeranno la decisione di suo padre LeBron James su cosa fare riguardo alla player option nel suo contratto con i Los Angeles Lakers. Paul ha anche gettato acqua fredda sulla fantasia che i Phoenix Suns potessero arruolare Bronny per invogliare LeBron a firmare con loro come free agent.

“LeBron non ha alcuna idea di dover giocare con Bronny”, ha detto Paul a ESPN mercoledì. “Se lo fa, lo fa. Ma se non lo fa, non lo fa. Non è stato stipulato un accordo che garantisca che se i Lakers sceglieranno Rooney all’età di 55 anni, lui (LeBron) firmerà nuovamente. quindi li costringerò a prenderlo. Ha diciassette anni Non abbiamo bisogno di influenza.

“I Lakers possono arruolare Bronny e LeBron non si arrenderà. Anche LeBron non andrà a Phoenix per un accordo minimo. Possiamo schiacciare la cosa adesso.”

L’anziano James ha una player option da 51,4 milioni di dollari per tornare ai Lakers. Rinunciare a ciò gli permetterebbe di entrare nel libero arbitrio.

I Suns non sono stati in grado di offrire ad un free agent della statura di James più del contratto minimo del veterano di 3-4 milioni di dollari.

Paul ha smentito la narrazione secondo cui trattava Bronnie James in modo diverso rispetto ai clienti precedenti. Spiegò a Givony che avrebbe mantenuto la formazione di James limitata a Los Angeles e Phoenix, come aveva fatto con i clienti precedenti in tutte le bozze dei profili. Si prevede che James si allenerà con Phoenix per la seconda volta questa settimana.

READ  Geno Smith attivo e Kenneth Walker III inattivo per la partita della settimana 12 dei Seahawks contro i 49ers

I Lakers sono 17esimi, mentre i Suns sono 22esimi.

Paul non vuole che James, che è visto come una scelta tardiva del secondo turno che probabilmente si svilupperà, firmi un accordo a doppio senso. L’agente ha detto che sarebbe tornato con le squadre ritenute adatte per James come agente libero non scelto se fosse stato necessario.

È improbabile che James si alleni con un’altra squadra prima del draft, ma ha aggiunto che ci sono molte altre squadre interessate alle quali sarebbe a suo agio nel mandare il suo cliente.

Paul ha elencato i Minnesota Timberwolves, Dallas Mavericks e Toronto Raptors tra le squadre interessate a James, oltre a Phoenix e Los Angeles.