Dicembre 9, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Le azioni scendono quando il presidente della Fed Powell segnala l'intenzione di continuare ad aumentare i tassi di interesse

Le azioni scendono quando il presidente della Fed Powell segnala l’intenzione di continuare ad aumentare i tassi di interesse

Le azioni sono scese mercoledì Dopo che il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha detto l’inflazione Era ancora molto alto e indicava che la banca centrale ha in programma ulteriori aumenti dei tassi.

Il Dow Jones Industrial Average è sceso di 505,44 punti, ovvero dell’1,55%, attestandosi a 32.147,76 punti. L’S&P 500 è sceso del 2,5% per chiudere a 3.759,69, mentre il Nasdaq Composite è sceso del 3,36% per chiudere a 10.524,80.

La Fed ne ha fatto un altro 0,75 punti percentuali Il tasso di interesse è aumentato mercoledì pomeriggio e Powell ha affermato in una conferenza stampa che la lotta contro l’inflazione è tutt’altro che finita.

“Abbiamo ancora molta strada da fare ei dati del nostro ultimo incontro suggeriscono che il livello finale dei tassi di interesse sarà più alto del previsto”, ha affermato.

Powell lo ha aggiunto Era “troppo presto” per parlare Informazioni sugli incrementi di pausa.

“Abbiamo molta strada da fare”, ha detto il capo della banca centrale.

Le azioni inizialmente sono aumentate dopo l’aumento dei tassi quando la Fed lo ha accompagnato Una dichiarazione alludeva a un possibile cambiamento di politica Nel futuro. “Nel determinare il ritmo dei futuri aumenti nell’intervallo target, il comitato terrà conto dell’inasprimento cumulativo della politica monetaria, dei ritardi con cui la politica monetaria influisce sull’attività economica e sull’inflazione e degli sviluppi economici e finanziari”, si legge nella dichiarazione.

Tuttavia, le speranze dei trader sono state deluse dal discorso ancora aggressivo di Powell sull’inflazione.

ha affermato Jack McIntyre, Portfolio Manager di Brandywine Global. “Non ci sono stati indizi da parte di colombe per suggerire che la Fed potrebbe essere sul punto di fermarsi”.

READ  FTX indaga su una potenziale violazione di $ 515 milioni dopo aver dichiarato fallimento

Riservatezza e informazione del consumatore I titoli tecnologici sono stati tra i peggiori oggi. Entrambi i settori dell’S&P 500 sono scesi di oltre il 3%. Le piattaforme Amazon, Netflix e Meta sono in calo di quasi il 5% ciascuna. Tesla e Sales Force sono scese rispettivamente del 5,6% e del 6,1%.

La decisione sul tasso di interesse da parte della Federal Reserve è arrivata dopo il rilascio di dati sull’occupazione solidi, che sono arrivati ​​​​meglio del previsto Dati sui salari di ottobre Grafico flessibile del mercato del lavoro. Il rapporto JOLTS di martedì ha anche espresso debolezza nel mercato del lavoro nonostante il forte inasprimento della Fed.

Il Dow è fuori dal suo record di ottobre, salendo di quasi il 14% nel mese migliore dal 1976. L’S&P 500 e il Nasdaq sono aumentati rispettivamente dell’8% e del 3,9%, registrando una serie di sconfitte di due mesi. Con le perdite di mercoledì, l’indice a 30 azioni è in calo di oltre l’11,5%, mentre l’S&P 500 e il Nasdaq sono in calo rispettivamente del 21,1% e del 32,7% da inizio anno.