Dicembre 4, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L'aiutante di Zelensky afferma che Vladimir Putin "vive nella paura per la sua vita mentre l'esercito si ritira"

L’aiutante di Zelensky afferma che Vladimir Putin “vive nella paura per la sua vita mentre l’esercito si ritira”

Un alto aiutante militare ucraino ha detto che il presidente russo Vladimir Putin “vive nella paura della sua vita” mentre i suoi militari si ritirano.

All’inizio di questo mese, la Russia ha annunciato il suo ritiro dalla regione di Kherson, segnando una delle sconfitte più imbarazzanti per Putin e un potenziale punto di svolta in una guerra giunta al suo nono mese.

La perdita di Kherson, l’unica capitale regionale catturata dalla Russia durante il conflitto, ha inferto un duro colpo ai piani per creare un corridoio terrestre verso la Crimea e garantire l’approvvigionamento idrico per la penisola controllata dalla Russia.

“[Putin] Oleksiy Aristovich, consigliere del capo di stato maggiore del presidente dell’Ucraina, ha detto a L.N volte.

“Adesso sta combattendo per la sua vita. Se perde la guerra, almeno nella mente dei russi, ciò significa la fine. La sua fine come figura politica. E forse in senso fisico”.

La vittoria dell’Ucraina su Kherson è arrivata dopo una serie di umilianti ritirate delle forze del Cremlino nelle regioni di Kharkiv e del Donbass.

“Questo ha costretto anche le persone molto fedeli a Putin a dubitare di poter vincere questa guerra”, ha detto Aristovich.

Ha detto che la liberazione di Kherson ha portato a nuovi attacchi russi alle infrastrutture del paese e ha pianificato una nuova offensiva dalla Bielorussia, alleata della Russia nel nord dell’Ucraina. Le forze di Putin avanzarono verso Kiev dalla Bielorussia durante le prime fasi della guerra, ma furono costrette a ritirarsi dopo una dura resistenza.

READ  Rapporto: Long-Covid tiene fuori dalla forza lavoro 2-4 milioni di americani

Le autorità ucraine hanno iniziato a evacuare i civili dalle sezioni recentemente liberate della Repubblica popolare ucraina Cherson e Mykolaiv, temendo una carenza il caloreE il Energia L’acqua dovuta ai bombardamenti russi renderà le condizioni di vita molto difficili inverno.

Un residente è stato evacuato dalla città liberata di Kherson a causa di scioperi alle infrastrutture energetiche

(Immagini Getty)

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) dice che milioni di persone sono dentro Ucraina Affronteranno condizioni “pericolose per la vita” nei prossimi mesi, con i residenti delle regioni meridionali sollecitati a trasferirsi in aree più sicure nelle parti centrali e occidentali del Paese.

Il signor Aristovich ha ribadito l’obiettivo dell’Ucraina di reclamare tutti i territori conquistati dalla Russia, inclusa la Crimea, la penisola del Mar Nero annessa dal Cremlino nel 2014.

Nel frattempo, questa settimana Putin ha pubblicizzato la potenza artica della Russia con una cerimonia dell’alzabandiera e il lancio di un molo per due demolitori a propulsione nucleare che garantiranno la navigazione tutto l’anno nell’Artico occidentale.

Presiedendo un collegamento video dal Cremlino alla cerimonia di lancio nell’ex capitale imperiale di San Pietroburgo, nel nord della Russia, Putin ha affermato che questi rompighiaccio sono di importanza strategica per il Paese.

“Entrambi i rompighiaccio sono stati installati come parte di un grande progetto seriale e fanno parte del nostro lavoro sistematico su larga scala per riattrezzare e rifornire la flotta nazionale di rompighiaccio, per rafforzare lo status della Russia come superpotenza artica”, ha detto Putin.

Vladimir Putin è sempre più sotto pressione dopo la sconfitta di Kherson

(AP)

L’Artico sta assumendo una maggiore importanza strategica a causa della crisi climatica, poiché la calotta glaciale che si restringe apre nuove rotte marittime. Vaste risorse di petrolio e gas si trovano nelle regioni artiche della Russia, compreso l’impianto di GNL nella penisola di Yamal.

Il signor Putin ha sorriso mentre il rompighiaccio nucleare in Yakutia è stato lanciato nelle acque al molo e si è alzato mentre l’inno nazionale russo ha sventolato la bandiera russa sopra il rompighiaccio degli Urali che entrerà in funzione a dicembre.

Il presidente russo ha anche annunciato l’intenzione di incontrare le madri dei riservisti chiamati a combattere in Ucraina.

La guerra ha ucciso e ferito decine di migliaia di soldati da entrambe le parti, secondo gli Stati Uniti, e l’invasione russa ha scatenato il più grande scontro tra Mosca e l’Occidente dalla crisi dei missili cubani del 1962.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha confermato l’incontro con le madri dei soldati, riportato per la prima volta da Vedomosti. La Russia celebra la festa della mamma il 27 novembre.

“In effetti, un tale incontro è previsto, possiamo confermare”, ha detto Peskov ai giornalisti, quando gli è stato chiesto se Putin avrebbe tenuto un incontro con le famiglie delle persone mobilitate.

Tale incontro è in lavorazione.

Il presidente tiene spesso tali riunioni, non tutte sono pubbliche. In ogni caso, il presidente riceve informazioni di prima mano sul vero stato delle cose.