Luglio 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La società mediatica di Donald Trump è scesa del 12%, continua a svendere

La società mediatica di Donald Trump è scesa del 12%, continua a svendere

(Reuters) – Le azioni della società tecnologica e media di Donald Trump sono scese lunedì del 12%, proseguendo una svendita che ha ora ridotto il valore della sua partecipazione nell'operatore Truth Social a 2,9 miliardi di dollari.

Dopo un forte debutto a fine marzo, gli investitori erano nervosi nei confronti di Trump Media and Technology Group dopo che la società aveva rivelato perdite multimilionarie all’inizio di questo mese e aveva affermato che avrebbe avuto difficoltà a far fronte ai propri obblighi finanziari.

Lunedì le azioni della società hanno chiuso in ribasso dell'8,4% a 37,17 dollari, ben lontano dal massimo record di 79 dollari raggiunto durante il suo debutto il 26 marzo. Ad aprile è sceso di quasi il 40%.

Questi cali riducono il potenziale guadagno inaspettato per Trump che potrebbe vendere le sue azioni per raccogliere fondi per la sua campagna presidenziale del 2024 e le spese legali, anche se le restrizioni di lock-up di sei mesi potrebbero impedirgli di vendere o prendere in prestito la sua quota.

L’ex presidente degli Stati Uniti Trump, che possiede circa 78,75 milioni di azioni della società, ha assistito a un forte calo nella valutazione della sua partecipazione rispetto ai circa 6 miliardi di dollari del mese scorso.

La capitalizzazione di mercato dell’intero Trump Media & Technology Group è ora inferiore a quella cifra, a circa 5,55 miliardi di dollari.

Ma i cali sono una buona notizia per i venditori allo scoperto che quest’anno hanno subito enormi perdite azionarie.

Secondo la società di analisi S3 Partners, Trump Media & Technology Group detiene una partecipazione short di circa 4,75 milioni di azioni, ovvero il 12% del suo flottante.

READ  Berkshire Hathaway di Warren Buffett segnala un forte calo dei profitti

Il calo di lunedì significa che coloro che hanno scommesso contro le azioni hanno realizzato circa 16 milioni di dollari in profitti di mercato, anche se coloro che hanno venduto allo scoperto le azioni sono ancora in ribasso del 69% per l'anno.

“La recente debolezza dei prezzi di DJT ha compensato gli enormi costi di finanziamento sostenuti dai venditori allo scoperto, mantenendone molti nel commercio”, ha affermato Ihor Dusaniwski, amministratore delegato di Predictive Analytics presso S3 Partners.

(Segnalazione di Priyanka G a Bangalore; montaggio di Maju Samuel)