Febbraio 3, 2023

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La scoperta di antiche statue in bronzo in Italia può riscrivere la storia etrusca e romana: NPR

La scoperta di antiche statue in bronzo in Italia può riscrivere la storia etrusca e romana: NPR

Statue nel luogo della scoperta di venti statue in bronzo ben conservate provenienti da un’antica sorgente termale toscana a San Cassiano dei Bagni, in Italia, il 3 novembre.

Ministero della Cultura Italiano


Nascondi didascalia

Cambia didascalia

Ministero della Cultura Italiano

Statue nel luogo della scoperta di venti statue in bronzo ben conservate provenienti da un’antica sorgente termale toscana a San Cassiano dei Bagni, in Italia, il 3 novembre.

Ministero della Cultura Italiano

ROMA – Gli archeologi italiani hanno salutato una recente scoperta come la “più straordinaria” dell’ultimo mezzo secolo. Credono che la storia del rapporto tra la civiltà etrusca e quella romana possa essere riscritta.

In poche settimane, tra settembre e ottobre, un team di archeologi ha portato alla luce venti statue in bronzo di figure umane, vecchie di oltre 2000 anni e perfettamente conservate nel fango caldo e nell’acqua di un antico stagno sacro.

La location sono le terme toscane San Cassiano dei Bagni – San Casciano dei Bagni, uno dei tanti pittoreschi borghi collinari che sovrastano lussureggianti verdi vallate punteggiate da maestosi cipressi.

Gli archeologi lavorano nel sito di un’antica sorgente termale a San Cassiano dei Bagni, in Italia, il 29 luglio.

Ministero della Cultura Italiano


Nascondi didascalia

Cambia didascalia

Ministero della Cultura Italiano

Gli archeologi lavorano nel sito di un’antica sorgente termale a San Cassiano dei Bagni, in Italia, il 29 luglio.

Ministero della Cultura Italiano

Ma nel III secolo aC, questo luogo aveva un’attrazione unica: gli antichi Etruschi costruirono un santuario nelle sorgenti termali locali che in seguito diedero il nome alla città.

Gli Etruschi vissero e prosperarono per 500 anni in quella che oggi è l’Italia centrale – le regioni Toscana, Umbria e Lazio – prima dell’istituzione della Repubblica Romana nel 509 a.C., dopo che l’ultimo re etrusco a governare Roma fu rovesciato.

L’arte e la cultura romana furono fortemente influenzate dalla civiltà etrusca, che alla fine si fuse nell’Impero Romano.

La valle appena sotto la città contiene 42 sorgenti che forniscono uno dei più grandi flussi di acqua termale in Europa, dice Ludovico SalernoMembro della locale associazione di antichità che ha partecipato agli scavi.

READ  Ragazzo vietnamita, 10 anni, muore dopo essere caduto in una fossa di cemento di 115 piedi

In piedi sul bordo dell’antico sito di scavo termale e indicando l’acqua che scorre da un acquedotto sotterraneo, dice: “Questa fonte è la più potente di San Cassiano. Ogni giorno pompa centinaia di migliaia di litri di acqua a 105 gradi .”

Ludovico Salerno, vicepresidente della Società archeologica di San Casciano dei Bagni, al sito archeologico il 12 novembre “I pazienti venivano al santuario nella speranza di guarigione e offrendo doni agli dei”, dice. “Era un luogo di sofferenza ed era un luogo di speranza”.

Valerio Musella per NPR


Nascondi didascalia

Cambia didascalia

Valerio Musella per NPR

Ludovico Salerno, vicepresidente della Società archeologica di San Casciano dei Bagni, al sito archeologico il 12 novembre “I pazienti venivano al santuario nella speranza di guarigione e offrendo doni agli dei”, dice. “Era un luogo di sofferenza ed era un luogo di speranza”.

Valerio Musella per NPR

A partire dal 2020, finanziati dal Comune di San Cassiano dei Bagni, gli archeologi hanno riportato alla luce una grande vasca marmorea di epoca antica. rifugio. Era decorato con fontane e altari agli dei Apollo, suo figlio Asclepio e la figlia di Asclepio Igea – il suo nome è l’origine della parola inglese pulizia.

Gli Etruschi avevano adottato la loro religione dai Greci e gli elementi principali della religione etrusca furono successivamente adottati da Senato Romano.

Quando in seguito i romani ampliarono il santuario e lo resero più lussuoso, gli storici A Frequentatore assiduo ero Imperatore Augusto.

Un gruppo di turisti cammina verso il sito archeologico di San Casciano dei Bagni, situato accanto a una piscina pubblica di acqua termale, il 12 novembre.

Valerio Musella per NPR


Nascondi didascalia

Cambia didascalia

Valerio Musella per NPR

Un gruppo di turisti cammina verso il sito archeologico di San Casciano dei Bagni, situato accanto a una piscina pubblica di acqua termale, il 12 novembre.

Valerio Musella per NPR

Ma questo sito, dice Salerno, non era destinato alla ricreazione.

“La piscina era un luogo sacro e vi facevano il bagno solo le guardie religiose. I malati venivano al santuario nella speranza di guarire e offrivano doni agli dei. Era un luogo di sofferenza ed era un luogo di speranza. “

READ  Il petrolio diventa negativo mentre l'OPEC cerca di sospendere la Russia dall'accordo di produzione

I primi reperti furono monete e piccoli ex voto che rappresentavano le parti del corpo che necessitavano di guarigione: orecchie, piedi, busto e simili.

Poi, questo autunno, due anni dopo l’inizio degli scavi, un team di archeologi ha trovato sul fondo del grande stagno venti statue di bronzo, alte un metro, perfettamente conservate dal fango e dall’acqua.

Tra loro c’è un maschio adolescente addormentato, noto come l’ibib – sdraiata accanto a una statua di Iagea con un serpente attorcigliato intorno alle braccia.

Le statue sono state ritrovate nel sito di San Casciano dei Bagni in Toscana, il 3 novembre.

Ministero della Cultura Italiano


Nascondi didascalia

Cambia didascalia

Ministero della Cultura Italiano

Le statue sono state ritrovate nel sito di San Casciano dei Bagni in Toscana, il 3 novembre.

Ministero della Cultura Italiano

Archeologo Emanuele Mariottiil direttore del lavoro sul campo che supervisiona il sito di scavo, afferma che trovare molti degli oggetti nella loro posizione originale fornisce un contesto storico unico.

“Non si tratta solo di individuare statue, piccoli e grandi bronzi, monete e… architetture. Tutto deve essere al posto giusto con le cose giuste intorno”, dice Mariotti. “Questo è il contesto. Il contesto può raccontarci la vera storia e tutta la storia di questo posto.”

Emanuele Mariotti, archeologo e direttore dei lavori sul campo per il comune di San Cassiano dei Bagni, presso l’area archeologica il 12 novembre.

Valerio Musella per NPR


Nascondi didascalia

Cambia didascalia

Valerio Musella per NPR

Emanuele Mariotti, archeologo e direttore dei lavori sul campo per il comune di San Cassiano dei Bagni, presso l’area archeologica il 12 novembre.

Valerio Musella per NPR

Mariotti e i suoi colleghi pensano che nei tempi antichi nel sito potesse esserci stata una fucina, dove le persone in cerca di cure dagli dei potevano far forgiare le loro offerte votive nel bronzo. E i ricercatori hanno scoperto Raffigurazione in bronzo degli organi interni – Quello che dice Mariotti equivale a uniche vecchie versioni dei raggi X: “Qualcosa come una radiografia ma in bronzo, un’immagine [insides of the] Corpo in bronzo.

Quando gli è stato chiesto se i dettagli anatomici fossero accurati, Mariotti ha risposto: “Molto accurato … davvero scientificamente accurato, davvero”.

READ  Elon Musk afferma che SpaceX continuerà a finanziare gratuitamente il servizio Starlink dell'Ucraina

Le nuove scoperte fanno luce anche su quanto offre il Ministero della Cultura italiano Descrivere Come unica “oasi di pace multiculturale e multilingue” tra Etruschi e Romani in un’epoca in cui gli avversari erano spesso in guerra.

Gli scienziati possono, dice Mariotti, riscrivere la storia del passaggio dalla civiltà etrusca all’impero romano.

“Possiamo descrivere tutta la vita, giorno per giorno, in quattro o cinque secoli, quindi è incredibile”, dice.

Le statue sono state scoperte a San Casciano dei Bagni. Gli archeologi hanno portato alla luce più di venti statue di bronzo, risalenti a più di 2000 anni fa, perfettamente conservate nel fango caldo e nell’acqua di un antico stagno sacro.

Ministero della Cultura Italiano


Nascondi didascalia

Cambia didascalia

Ministero della Cultura Italiano

Le statue sono state scoperte a San Casciano dei Bagni. Gli archeologi hanno portato alla luce più di venti statue di bronzo, risalenti a più di 2000 anni fa, perfettamente conservate nel fango caldo e nell’acqua di un antico stagno sacro.

Ministero della Cultura Italiano

Ma nonostante tutte le nuove informazioni che escono dal santuario di San Cassiano dei Bagni, c’è un grande mistero: perché i cristiani non hanno distrutto questo sito – o trasformato in una chiesa – come hanno fatto con molti templi pagani?

I ricercatori hanno stabilito che intorno al 500 d.C., circa due secoli dopo che il cristianesimo divenne la religione ufficiale dell’Impero Romano, che a quel tempo stava diminuendo, il santuario fu smantellato pezzo per pezzo. Le statue erano poste sul fondo della grande vasca, coperta e sigillata con colonne e grandi lastre di marmo. La civiltà è stata sepolta, dice Mariotti, con “beta– la parola latina per il rispetto e la devozione della famiglia.

Gli scavi al santuario riprenderanno in primavera. Gnomi – ora studiano a Istituto di Restauro Dalla città di Grosseto – verrà infine esposto in un nuovo museo che sorgerà a San Casciano dei Bagni.

Una statua è stata scoperta a San Casciano dei Bagni.

Ministero della Cultura Italiano


Nascondi didascalia

Cambia didascalia

Ministero della Cultura Italiano