Agosto 14, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La prima nave per il grano in Ucraina dall'inizio della guerra lascia Odessa

La prima nave per il grano in Ucraina dall’inizio della guerra lascia Odessa

  • La prima nave cerealicola ucraina diretta in Libano
  • La Turchia dice che seguiranno altre navi
  • Missili russi hanno bombardato il porto di Mykolaiv
  • Il magnate del grano ucraino Oleksiy Vadatorsky è stato ucciso a Mykolaiv
  • Le ambizioni navali di Putin includono il Mar Nero e l’Artico

Kiev (Reuters) – Una nave carica di grano ha lasciato lunedì il porto ucraino di Odessa per i mercati esteri nell’ambito di un accordo di passaggio sicuro, ha detto un ministro ucraino, la prima partenza dall’invasione russa che ha bloccato la navigazione attraverso il Mar Nero cinque mesi fa. .

La navigazione è stata resa possibile dopo che la Turchia e le Nazioni Unite hanno negoziato un accordo di esportazione di grano e fertilizzanti tra Russia e Ucraina il mese scorso.

Il ministro delle Infrastrutture Oleksandr Kobrakov ha dichiarato su Twitter: “La prima nave per il grano dall’aggressione #russa ha lasciato il porto. Grazie al supporto di tutti i paesi partner e delle @ONU, siamo stati in grado di attuare pienamente l’accordo firmato a Istanbul”.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Il ministro della Difesa turco ha detto in precedenza che la nave battente bandiera della Sierra Leone carica di mais sarebbe andata in Libano. Ha aggiunto che sarebbero seguite altre navi.

L’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio ha innescato una crisi alimentare ed energetica globale e le Nazioni Unite hanno avvertito dei pericoli di molteplici carestie quest’anno.

La Russia e l’Ucraina rappresentano quasi un terzo delle esportazioni mondiali di grano. Ma le sanzioni occidentali alla Russia e i combattimenti lungo la costa orientale dell’Ucraina hanno impedito alle navi di grano di lasciare i porti in sicurezza.

READ  I generali russi vengono uccisi a un ritmo straordinario

L’accordo ha lo scopo di consentire il passaggio sicuro delle spedizioni di grano da e verso Chornomorsk, Odessa e il porto di Bivdnyi.

Funzionari presidenziali ucraini hanno affermato che 17 navi hanno attraccato nei porti ucraini sul Mar Nero, trasportando circa 600.000 tonnellate di carico. Tra questi, 16 navi ucraine contenevano grano con una stazza lorda di circa 580 mila tonnellate.

Mosca ha negato la responsabilità della crisi alimentare, incolpando le sanzioni occidentali per il rallentamento delle esportazioni e l’Ucraina per l’estrazione mineraria dei suoi porti.

Bombardamento del porto

Nonostante la svolta nelle spedizioni di grano, la guerra terrestre è altrove.

Domenica, missili russi hanno colpito la città portuale di Mykolaiv, situata alla foce del fiume Bug al largo del Mar Nero, al confine della regione di Kherson, principalmente occupata dai russi.

Più di una dozzina di attacchi missilistici – forse i più potenti sulla città in cinque mesi di guerra – hanno colpito case e scuole, uccidendo due persone e ferendone tre, ha affermato il sindaco di Mykolaiv, Oleksandr Senkevich.

Vitaly Kim, il governatore di Mykolaiv, ha detto su Telegram che il magnate del grano ucraino Oleksiy Vadatorsky, fondatore e proprietario dell’azienda agricola Nipolon, e sua moglie sono stati uccisi nella loro casa.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha definito la morte di Vadotorsky “una grande perdita per l’intera Ucraina”.

Zelensky ha detto che l’uomo d’affari – una delle persone più ricche dell’Ucraina con Forbes ha stimato il suo patrimonio netto nel 2021 a $ 430 milioni – stava costruendo un moderno mercato del grano con una rete di stazioni di ricarica e ascensori.

READ  Il petrolio diventa negativo mentre l'OPEC cerca di sospendere la Russia dall'accordo di produzione

“Sono state queste persone, queste aziende, proprio nel sud dell’Ucraina, a garantire la sicurezza alimentare per il mondo”, ha detto Zelensky nel suo discorso notturno. “È sempre stato così. E lo sarà di nuovo.”

Zelensky ha affermato che l’Ucraina potrebbe raccogliere solo la metà della quantità abituale quest’anno a causa dell’interruzione dell’agricoltura a causa della guerra. Gli agricoltori hanno riferito di aver tentato di raccogliere tra i bombardamenti russi dei loro campi e le città e i villaggi vicini.

Zelensky ha affermato che la Russia sta spostando alcune truppe dalla regione orientale del Donbass alle regioni meridionali di Kherson e Zaporizhzhya.

Dopo non essere riuscita a catturare rapidamente la capitale Kiev all’inizio della guerra, la Russia ha spostato le sue forze nell’Ucraina orientale e meridionale.

La Russia ha invaso l’Ucraina in quella che ha definito una “operazione speciale” per smilitarizzare il suo vicino. L’Ucraina e i paesi occidentali hanno respinto questo come un pretesto infondato per la guerra.

La Russia ha annesso la Crimea nel 2014 e Kiev afferma che Mosca sta cercando di fare lo stesso con la regione del Donbass, collegandola alla Crimea nel sud. I separatisti sostenuti dalla Russia avevano il controllo di parti della regione prima dell’invasione.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Reporting da parte degli uffici Reuters. Scritto da Michael Perry e Angus McSwan; Montaggio di Nick McPhee

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.