Agosto 8, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La CFTC, non la SECm, regolerà l'industria delle criptovalute ai sensi del Lummis and Gillbrand Act

La CFTC, non la SECm, regolerà l’industria delle criptovalute ai sensi del Lummis and Gillbrand Act

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

L’imminente proposta del Senato di sottoporre l’industria della criptovaluta gratuita alla supervisione federale ripagherebbe i dividendi per il settore autorizzando l’autorità di regolamentazione preferita, la Commodity Futures Trading Commission (CFTC), rispetto alla Securities and Exchange Commission.

Gli sponsor del disegno di legge, i senatori Cynthia M. Loomis (R-Wyo) e Kirsten Gillibrand (DN.Y.), sono pubblicizzati come il primo serio sforzo per applicare una regolamentazione generale all’industria delle criptovalute, che ha coniato una nuova classe di miliardari e ha promesso reinventare i servizi finanziari con la pubblicazione di Truffe e sondaggi tra gli investitori che hanno allarmato le autorità di regolamentazione.

Ma affidando la responsabilità primaria della supervisione della criptovaluta alla Commodity Futures Trading Commission (CFTC), l’agenzia relativamente piccola incaricata di regolare una gamma di mercati finanziari, dai futures sui cereali ai prodotti più complessi, il conto – che dovrebbe essere presentato martedì – mette da parte la commissione Securities and Exchanges, guidata da Gary Gensler, ha assunto una posizione aggressiva nei confronti degli interessi delle criptovalute.

Gensler sostiene che la maggior parte delle risorse digitali nel mercato di circa 1,2 trilioni di dollari si qualifica come titoli, simili alle azioni di società quotate in borsa, dando alla sua agenzia la responsabilità di monitorare queste società e i loro emittenti.

Un comunicato stampa congiunto degli uffici dei senatori afferma che il disegno di legge di Lummis e Gillibrand respinge questa affermazione, affermando invece che “la maggior parte delle risorse digitali sono più simili a merci che a titoli”.

La CFTC regola già i contratti futures per Bitcoin ed Ethereum, le due criptovalute più popolari. Ma la nuova proposta conferisce all’agenzia un ampio nuovo potere, assegnandole anche la supervisione del mercato spot delle criptovalute e prevede che il mercato comprenda un’ampia gamma di criptovalute. Il disegno di legge creerebbe un processo per gli scambi di criptovaluta come Coinbase per registrarsi presso la CFTC.

READ  Le azioni sono in forte calo, i prezzi del petrolio sono in calo; GameStop avvita mentre Tesla incombe

“Gli Stati Uniti sono il leader finanziario globale e per garantire che la prossima generazione di americani goda di maggiori opportunità, è fondamentale integrare le risorse digitali nella legge esistente e sfruttare l’efficienza e la trasparenza di questa classe di attività affrontando i rischi”, ha affermato Loomis . nella situazione attuale.

Gillibrand ha aggiunto che il disegno di legge “stabilisce un quadro normativo che stimola l’innovazione, sviluppa standard chiari, definisce confini giurisdizionali appropriati e protegge i consumatori”.

I sostenitori di una regolamentazione più rigida della criptovaluta sostengono che gli investitori soffriranno se i legislatori metteranno da parte la Securities and Exchange Commission.

“Lo status quo sarebbe migliore di questo disegno di legge”, ha affermato Todd Phillips, direttore della regolamentazione finanziaria e della governance aziendale presso il think tank liberale Center for American Progress. “Molti di questi token sono titoli e devono essere conformi alle normali e normali leggi sui titoli, e questo disegno di legge sta cercando di creare un regime di divulgazione specifico per le criptovalute che non credo riveli tutte le informazioni di cui gli investitori hanno bisogno per valutare appieno se vogliono comprare un titolo”.

Fonti del settore delle criptovalute hanno affermato che si aspettano che l’introduzione del disegno di legge avvii un lungo processo legislativo, un processo che quasi sicuramente si estenderà al prossimo anno e probabilmente porterà a revisioni significative.

Tuttavia, i capi dei gruppi di lobby delle criptovalute hanno elogiato la presentazione di una metrica su cui l’industria ha lavorato per mesi per modellare dietro le quinte.

Kristen Smith, direttore esecutivo della Blockchain Association, ha affermato che il disegno di legge “rappresenta un momento di svolta per la politica delle criptovalute e un importante passo avanti per l’industria delle criptovalute a Washington”. Brian Boring, CEO della Camera di Commercio Digitale, lo ha definito un “inizio essenziale e completo”. Sheila Warren, CEO del Crypto Innovation Council, ha affermato che il disegno di legge ha rappresentato un “importante passo avanti. La comunità crittografica ha chiesto una maggiore chiarezza normativa e non vediamo l’ora di continuare a collaborare con i responsabili politici di tutto lo spettro politico nelle prossime fasi di discussione e lavoro futuro.”

READ  L'S&P 500 rientra nel territorio del mercato ribassista; Continuazione delle vendite in borsa