Agosto 8, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La Banca centrale europea conferma i piani per aumentare i tassi di interesse a luglio, alza le aspettative di inflazione

La Banca centrale europea conferma i piani per aumentare i tassi di interesse a luglio, alza le aspettative di inflazione

La Banca centrale europea deve affrontare un difficile equilibrio, con l’inflazione che raggiunge livelli record, mentre la guerra in Ucraina getta un’ombra sulle prospettive di crescita.

Thomas Lounes | Notizie Getty Images | Getty Images

Giovedì la Banca centrale europea ha confermato la sua intenzione di aumentare i tassi di interesse nella riunione politica del mese prossimo e ha abbassato le sue previsioni di crescita.

Sulla scia dell’ultima riunione di politica monetaria, il Consiglio dei governatori ha annunciato l’intenzione di aumentare i tassi di interesse di riferimento di 25 punti base nella riunione di luglio.

La Banca centrale europea prevede un ulteriore aumento nella riunione di settembre, ma ha affermato che l’entità di tale aumento dipenderà dalla traiettoria in evoluzione delle sue prospettive di inflazione a medio termine.

Al momento, i tassi di interesse sulle principali operazioni di rifinanziamento, rifinanziamenti marginali e linee di deposito restano invariati rispettivamente a 0,00%, 0,25% e -0,50%.

“Dopo settembre, sulla base della sua attuale valutazione, il Consiglio direttivo prevede che sarà appropriato un percorso graduale e sostenuto di ulteriori aumenti dei tassi”, ha affermato giovedì la BCE in una dichiarazione.

“In linea con l’impegno del Consiglio per l’obiettivo del 2% a medio termine, la rapidità con cui il Consiglio adeguerà la propria politica monetaria dipenderà dai dati in arrivo e da come l’inflazione valuta lo sviluppo a medio termine”.

Inflazione annuale dei prezzi al consumo nell’eurozona a 19 paesi A maggio ha stabilito un nuovo massimo storico dell’8,1%.Tuttavia, la Banca centrale europea nella sua precedente guida ha indicato che il primo rialzo dei tassi non sarebbe arrivato fino a dopo la fine ufficiale dei suoi acquisti netti di attività il 1° luglio.

READ  Il rivale di Ethereum crolla mentre gli hacker sottraggono quasi $ 100.000.000 dal suo ponte crittografico

I mercati attendono con impazienza la riunione di giovedì ad Amsterdam, la prima del Consiglio dei governatori fuori Francoforte dall’inizio della pandemia di coronavirus, per avere indicazioni su quanto sarà aggressivo il cambiamento dei tassi di interesse nei prossimi mesi.

I politici affrontano la sfida di frenare l’inflazione senza aggravare il rallentamento economico causato dalla guerra in Ucraina e le sanzioni e gli embarghi associati tra l’Unione Europea e la Russia, che in precedenza erano una delle principali fonti di importazione di energia per il blocco.

Gli economisti sono stati dibattuti sul fatto che lo vogliano Aspettatevi un aumento di 25 punti base o 50 punti base Nelle riunioni di luglio e settembre, la Banca centrale europea dovrebbe uscire dal territorio dei tassi di interesse negativi entro la fine di settembre dal suo minimo storico di -0,5%.

Rallentamento della crescita e alta inflazione

Anche la Banca centrale europea ha abbassato le sue previsioni di crescita e ha rivisto al rialzo le sue previsioni di inflazione. L’inflazione annua dovrebbe ora raggiungere il 6,8% nel 2022, scendendo al 3,5% nel 2023 e al 2,1% nel 2024. Si tratta di un aumento significativo rispetto alla previsione di marzo del 5,1% nel 2022 e del 2,1% nel 2023 e dell’1,9% nel 2024.

Le previsioni di crescita sono state riviste al rialzo al 2,8% nel 2022 e al 2,1% nel 2023, e leggermente al rialzo al 2,1% nel 2024. Ciò si confronta con le aspettative della riunione della BCE di marzo del 3,7% nel 2022 e del 2,8% nel 2023 e dell’1,6% nel 2024 .

Randall Kruszner, professore di economia dell’Università di Chicago ed ex governatore del Federal Reserve System, ha dichiarato alla CNBC prima della riunione di giovedì che era “molto importante” per la Banca centrale europea iniziare ad agire sui tassi di interesse.

READ  Ryan Cohen ottiene 100.000 azioni GameStop extra

Il Riserva Federale degli Stati Uniti Ha iniziato ad aumentare i tassi a marzo e ha effettuato un aumento di 50 punti base a maggio, il più grande aumento degli ultimi 22 anni, poiché i verbali della riunione del FOMC indicavano aumenti più forti in vista. Il Banca d’Inghilterra Ha alzato i tassi di interesse in quattro riunioni consecutive per portare il tasso ufficiale al livello più alto degli ultimi 13 anni.

“L’inflazione è molto alta e probabilmente si rafforzerà se non lo farà [ECB policymakers] Entra e si stanno muovendo duramente e chiarendo che andranno oltre”, ha detto Krossner giovedì a “Squawk Box Europe” della CNBC.

“Rischiano che l’inflazione diventi radicata, che le aspettative di inflazione diventino incontrollate e che siano costrette ad aumentare i tassi molto più alti di quanto dovrebbero altrimenti”.

Tuttavia, Kreuzner ha simpatizzato per la difficile situazione in cui si trova il Consiglio direttivo, data la vicinanza dell’Europa alla guerra in Ucraina, l’interdipendenza con la Russia, e quindi lo stato di pericolo economico.

“La loro preoccupazione è che ci siano molti shock negativi causati da guerre, sanzioni e incertezza e che l’economia rallenterà anche senza aumentare i tassi di interesse, quindi le pressioni inflazionistiche svaniranno”, ha affermato.

“Ma c’è abbastanza pressione inflazionistica e abbastanza rischio che le aspettative di inflazione diventino non dimostrate e che debbano davvero agire”.