Luglio 3, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Invasione russa dell'Ucraina: aggiornamenti in tempo reale

Invasione russa dell’Ucraina: aggiornamenti in tempo reale

Yevgeny Shumilkin torna al lavoro domenica. Per prepararsi, ha tirato fuori la familiare “M” dalla sua maglietta di McDonald’s e ha coperto la “M” su una giacca di McDonald’s con la toppa della bandiera russa.

“Saranno le stesse torte”, ha promesso il signor Shumilkin, che mantiene l’attrezzatura in un ristorante di Mosca. “Solo con un nome diverso.”

I ristoranti McDonald’s in Russia riaprono questo fine settimana, ma senza gli archi dorati. Dopo il colosso americano del fast food Ritiro questa primavera In segno di protesta contro l’invasione dell’Ucraina da parte del presidente Vladimir Putin, il magnate del petrolio siberiano ha acquistato 840 negozi russi. Poiché quasi tutti gli ingredienti provengono dall’interno del paese, i ristoranti possono continuare a servire gran parte dello stesso cibo, ha affermato.

La manovra potrebbe solo avere successo, sottolineando la sorprendente resilienza dell’economia russa di fronte a uno degli sbarramenti di sanzioni più duri mai fatti dall’Occidente. Dopo tre mesi e mezzo di guerra, è diventato chiaro che le sanzioni – e Torrent aziende occidentali Lasciare la Russia volontariamente – non è riuscito a smantellare completamente l’economia oa provocare una reazione popolare contro Putin.

La Russia ha trascorso la maggior parte dei 22 anni di Putin al potere mentre si integra nell’economia globale. Si scopre che la disintegrazione di rapporti commerciali grandi e altamente intrecciati non è facile.

Gli effetti delle sanzioni saranno sicuramente profondi e di ampia portata e le loro conseguenze inizieranno solo a farsi evidenti. Economisti e uomini d’affari affermano che il tenore di vita in Russia si sta già deteriorando e che è probabile che la situazione peggiori con il calo delle scorte di importazione e un numero maggiore di aziende che annunciano licenziamenti.

Alcuni degli sforzi fai-da-te della Russia potrebbero non essere all’altezza degli standard occidentali. Quando il primo prototipo Lada Granta post-sanzioni – una berlina russa costruita dalla Renault prima che la casa automobilistica francese si ritirasse questa primavera – è uscito dalla catena di montaggio in uno stabilimento vicino al Volga mercoledì, mancava di airbag e moderni controlli dell’inquinamento. o freni antibloccaggio.

a lui attribuito…Maxim Schebenkov/EPA, tramite Shutterstock

Ma la recessione economica non è così grave come avevano previsto alcuni esperti dopo l’invasione del 24 febbraio. L’inflazione rimane alta, circa il 17% su base annua, ma è scesa dal picco di 20 anni ad aprile. Una misura attentamente osservata dell’attività in fabbrica, l’indice S&P Global Buying Managers’, mostrare La produzione russa si è espansa a maggio per la prima volta dall’inizio della guerra.

READ  Notizie dall'Ucraina: le principali città polacche stanno finendo i posti per i rifugiati

Dietro le notizie positive ci sono una serie di fattori che lavorano a favore di Putin. Primo fra tutti: gli alti prezzi dell’energia, che consentono al Cremlino di continuare a finanziare la guerra aumentando le pensioni e gli stipendi per accontentare i russi comuni. Le entrate petrolifere del Paese sopra 50 per cento quest’anno.

Inoltre, Abile lavoro da parte della banca centrale Ha impedito il panico nei mercati finanziari dopo l’invasione e ha aiutato il rublo a riprendersi dal suo crollo iniziale. Gli scaffali dei negozi, per la maggior parte, rimangono pieni, grazie alle scorte abbondanti e alle rotte di importazione alternative create in paesi come la Turchia e il Kazakistan e al fatto che i consumatori russi stanno acquistando meno.

Anche la nuova Lada Granta non è più confusa di quanto si aspettassero gli osservatori: nonostante la mancanza di componenti estranei, sarà comunque dotata di servosterzo e alzacristalli elettrici.

“Non è tutto così male come previsto”, afferma un sito automobilistico russo annunciare.

La sopravvivenza dell’economia russa è a favore di Putin, rafforzando la sua narrativa secondo cui la Russia resisterà alla determinazione dell’Occidente di distruggerla. Giovedì ha incontrato giovani imprenditori a un evento in stile municipio, il suo ultimo sforzo per dimostrare che anche mentre faceva la guerra, era ansioso di mantenere l’economia in movimento e il commercio estero in movimento. Ha insistito sul fatto che anche se l’Occidente non si fosse occupato della Russia, il resto del mondo lo avrebbe fatto.

a lui attribuito…foto di Michael Metzl

“Non avremo un’economia chiusa”, ha detto Putin a una donna chiedendo gli effetti delle sanzioni. “Se qualcuno cerca di limitarci in qualcosa, si limita a se stesso.”

Per quanto riguarda i beni di lusso, gli iPhone sono ancora ampiamente disponibili, ma sono più costosi, trasportati in Russia dal Medio Oriente e dall’Asia centrale. I poveri sono stati colpiti dall’aumento dei prezzi, ma beneficeranno dell’aumento del 10 per cento delle pensioni e del salario minimo annunciato da Putin il mese scorso.

I più colpiti dalle turbolenze economiche sono la classe media urbana. Oggi è difficile reperire beni e servizi esteri, i datori di lavoro occidentali si stanno ritirando e viaggiare all’estero è diventato difficile e costoso.

Ma Natalia F. Lavora per lo Stato o per imprese statali.

“Le sanzioni non fermeranno la guerra”, ha detto Zubarevic in un’intervista telefonica. Il pubblico russo lo tollererà e si adatterà perché comprende che non c’è modo di influenzare lo stato.

READ  La Russia invade l'Ucraina, si sentono esplosioni vicino all'aeroporto di Leopoli

Chris Weaver, un consulente macroeconomico che si è concentrato a lungo sulla Russia, la scorsa settimana ha pubblicato una nota ai suoi clienti, affermando che “alcune delle nostre ipotesi precedenti erano sbagliate”. La nota affermava che l’inflazione e la deflazione si sono rivelate meno gravi del previsto. La sua società, Macro-Advisory Eurasia Strategy Consulting, ha rivisto le sue previsioni per mostrare un calo minore del PIL quest’anno – 5,8 percento invece del 7 percento – prevedendo anche una recessione che durerà nel prossimo anno.

In un’intervista telefonica, il signor Weaver ha descritto il futuro economico della Russia come “più cupo, più stressante”, con redditi più bassi, ma ancora beni e servizi essenziali disponibili. Una grande azienda di succhi, per esempio, messo in guardia clienti che le loro scatole saranno presto bianche a causa della mancanza di vernici importate.

a lui attribuito…Natalia Kolesnikova/AFP – Getty Images

“L’economia sta ora entrando in una fase di quasi recessione in cui può evitare un tracollo”, ha affermato. “È un livello più elementare di presenza economica, che la Russia può continuare per qualche tempo”.

Venerdì, con l’inflazione in stabilizzazione, la Banca centrale russa ha abbassato il tasso di interesse di riferimento al 9,5%, il livello prima dell’invasione. Il 28 febbraio, la banca ha alzato il tasso al 20 per cento nel tentativo di evitare una crisi finanziaria. Dopo il deprezzamento del rublo nei giorni successivi all’invasione, ora è scambiato al livello più alto degli ultimi quattro anni.

Uno dei motivi dell’inaspettata forza del rublo è l’elevata domanda globale di energia a seguito dell’epidemia. Nel solo mese di giugno, il governo russo prevede guadagni straordinari di oltre 6 miliardi di dollari a causa di prezzi dell’energia più alti del previsto, Ministero delle Finanze Egli ha detto la settimana scorsa.

Allo stesso tempo, i consumatori russi stavano spendendo meno, il che ha aumentato il sostegno del rublo e ha dato alle aziende russe il tempo di creare nuove rotte di importazione.

I funzionari russi riconoscono, tuttavia, che i tempi più difficili per l’economia potrebbero ancora venire. Elvira Nabiullina, il capo della banca centrale, ha dichiarato venerdì che, sebbene “l’impatto delle sanzioni non sia stato così grave come inizialmente temevamo”, è “troppo presto per dire che il pieno impatto delle sanzioni si è manifestato. “

Ad esempio, non è ancora chiaro come le aziende russe saranno in grado di ottenere microchip utilizzati in una varietà di beni. All’incontro di Putin con gli imprenditori, uno degli sviluppatori si è detto “molto preoccupato per la nostra microelettronica”.

READ  Il presidente dice che "l'Ucraina vincerà sicuramente" l'Ucraina

“Anche io”, ha detto il signor Putin.

a lui attribuito…Maxim Shemetov/Reuters

I legami che legano l’economia russa all’Occidente, che ora stanno svanendo, risalgono a decenni, a volte più di un secolo. Aeroflot, la compagnia di bandiera, ha acquisito dozzine di nuovi jet Boeing e Airbus e si è posizionata come una comoda compagnia aerea di transito per i viaggiatori tra l’Europa e l’Asia. Negli Urali, una fabbrica ha collaborato con Siemens, il colosso manifatturiero tedesco, per produrre treni moderni in sostituzione della ruggine sovietica.

Aeroflot, a cui è vietato l’uso dello spazio aereo europeo, si sta concentrando sulle rotte nazionali e sta lavorando per passare agli aerei russi, un processo che richiederà anni. Siemens, che ha costruito linee telegrafiche attraverso l’impero russo nel 1850 e ha contribuito a inaugurare il paese nell’era industriale, ha annunciato il mese scorso che si sarebbe ritirata dalla Russia.

“Le sanzioni stanno soffocando l’economia e non succede tutte in una volta”, ha affermato Ivan Fedyakov, che gestisce Infoline, una società di consulenza di mercato russa che fornisce consulenza alle aziende su come sopravvivere alle attuali restrizioni. “Abbiamo sentito solo dal 10 al 15 percento del suo effetto”.

Ma quando si tratta di cibo, almeno, la Russia è più preparata. Quando McDonald’s ha aperto in Unione Sovietica nel 1990, gli americani hanno dovuto portare tutto. Le patate sovietiche erano troppo piccole per fare le patatine fritte, quindi dovevano procurarsi i propri semi di patate color ruggine; Le mele sovietiche non si adattavano alla torta, quindi l’azienda le ha importate dalla Bulgaria.

a lui attribuito…tramite Reuters

Ma quando McDonald’s si è ritirato quest’anno, i suoi negozi russi stavano acquistando quasi tutti i loro ingredienti da fornitori russi. Quindi, quando McDonald’s, che impiega 62.000 lavoratori in Russia, ha annunciato a marzo che avrebbe sospeso le attività perché non poteva “ignorare l’inutile sofferenza umana che si sta verificando in Ucraina” e un franchisor siberiano, Alexander Goffour, è riuscito a mantenere aperti i suoi 25 ristoranti. Il mese scorso, ha acquistato l’intera attività russa di McDonald’s per un importo non divulgato.

Domenica, giorno della Russia, festa nazionale, riapriranno 15 negozi, tra cui l’ex flagship McDonald’s in piazza Pushkin a Mosca, luogo in cui, nel 1990, Migliaia di sovietici divennero famosi per essersi schierati Per un assaggio di Occidente. La catena opererà con un nuovo marchio che deve ancora essere rivelato, anche se è stato rivelato il nuovo logo, si dice che rappresenti un hamburger e patatine fritte.

L’hash sarà contrassegnato con un nome russo, secondo il menu trapelato a un tabloid russo. E poiché la salsa segreta è proprietaria, non ci saranno Big Mac in offerta.