Luglio 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Inside Out 2 di Disney e Pixar stabilisce un record nel weekend di apertura

Inside Out 2 di Disney e Pixar stabilisce un record nel weekend di apertura

Commenta la foto, Inside Out 2 è il primo sequel del film vincitore dell’Oscar nel 2015

  • autore, Joao da Silva
  • Ruolo, Giornalista d’affari

Inside Out 2 della Pixar ha battuto i record di incassi al botteghino durante il fine settimana, incassando circa 295 milioni di dollari (232,6 milioni di sterline) in tutto il mondo.

In Nord America, la vendita dei biglietti ha raggiunto circa 155 milioni di dollari, battendo Dune: Parte Due come film con il maggior incasso nel fine settimana di apertura al botteghino di quest’anno.

Ciò rappresenta una grande vittoria per le sale cinematografiche, che quest’anno hanno visto scarsi ritorni al botteghino per alcuni nuovi film.

Il primo fine settimana di Inside Out 2 è stato molto più forte di quello del film originale, che ha incassato 90 milioni di dollari nel fine settimana di apertura prima di incassare 858 milioni di dollari in tutto il mondo.

È stata la seconda migliore apertura della società nel mercato nordamericano, dietro Gli Incredibili 2 del 2018.

Il weekend di apertura campione d’incassi è una spinta per la Pixar dopo le prestazioni di apertura relativamente scarse di alcune delle sue recenti uscite.

Inside Out 2 è la prima parte del film vincitore del premio Oscar 2015, incentrato sui sentimenti di una giovane ragazza di nome Riley.

Mentre la versione originale ruotava attorno a emozioni come gioia, paura e rabbia, l’ultima versione affronta questioni come l’invidia e l’ansia.

Gran parte delle vendite del Pass annuale avviene generalmente dal primo fine settimana di maggio fino all’inizio di settembre.

Tuttavia, lo sciopero di attori e sceneggiatori lo scorso anno ha fatto sì che quest’anno fossero pronti per essere distribuiti meno film.

L’industria ha dovuto fare i conti anche con i servizi di streaming sia per i contenuti che per i clienti.