Febbraio 2, 2023

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il consigliere di Zelensky afferma che la Russia detiene 3.000 prigionieri di guerra

(Bloomberg) – Un consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che la Russia ha confermato di detenere più di 3.000 prigionieri di guerra. Ha aggiunto che mancano 15.000 persone, molte delle quali civili.

I più letti da Bloomberg

La Russia ha lanciato uno dei più pesanti sbarramenti missilistici della guerra, prendendo di mira le principali città ucraine tra cui la capitale Kiev e Lviv nell’ovest vicino alla Polonia.

Dei 69 missili da crociera lanciati dalle forze del Cremlino da bombardieri strategici e navi nel Mar Nero, 54 sono stati abbattuti dai sistemi di difesa aerea, secondo Valery Zaluzhny, capo dell’esercito ucraino. In un incidente separato, la Bielorussia ha affermato che la sua difesa aerea ha abbattuto un missile antiaereo ucraino sul suo territorio.

Gli Stati Uniti stanno prendendo in considerazione l’invio di veicoli da combattimento Bradley in Ucraina come parte di un altro pacchetto di supporto militare, secondo persone che hanno familiarità con la questione.

(Vedi RSAN su Bloomberg per la Russia Sanctions Dashboard.)

Principali sviluppi

  • La Russia lancia potenti missili contro l’Ucraina, escludendo i colloqui di pace

  • La Bielorussia afferma che la sua difesa aerea ha abbattuto un missile ucraino

  • Rimbalzi del gas europeo tra previsioni meteorologiche contrastanti per gennaio

  • Un uomo d’affari russo esorta l’Africa a fare pressione sull’Unione Europea per i fertilizzanti Snarl

  • L’uscita degli assicuratori navali dalla Russia e dall’Ucraina procede a ritmo sostenuto

Per terra

Le forze russe hanno bombardato durante la notte le infrastrutture energetiche a Kharkiv con droni Shahed di fabbricazione iraniana, uccidendo una persona, hanno detto funzionari ucraini, aggiungendo che le forze di difesa aerea hanno abbattuto 11 droni di fabbricazione iraniana. Il governatore della regione, Oleksandr Starukh, ha dichiarato su Telegram che diversi edifici, un gasdotto e una linea elettrica sono stati danneggiati nell’attacco alla periferia di Zaporizhia. Tre vettori missilistici russi sono ora in missione di combattimento nel Mar Nero, secondo una dichiarazione del comando meridionale dell’Ucraina.

(Tutti gli orari sono quelli dell’Europa centrale)

15.000 dispersi, dice il consigliere di Zelensky (12:00)

Alyona Verbitska, consigliere di Zelensky, ha affermato che la Russia ha confermato di detenere più di 3.000 prigionieri di guerra. Diceva che mancavano 15.000 persone, molte delle quali civili.

READ  La Cina espande le esercitazioni militari, intensifica le minacce contro Taiwan

Verbitska, in qualità di difensore civico per i diritti dei soldati ucraini, ha sottolineato la discrepanza tra il numero di prigionieri di guerra confermati e il numero di prigionieri ancora dispersi.

Non sappiamo cosa sia successo loro. “Se fossero anche prigionieri di guerra russi, trasferiti dai territori occupati dai russi o eventualmente uccisi”, ha detto Verbitska. Ha attaccato quella che ha definito la cooperazione “estremamente scarsa” delle agenzie russe per quanto riguarda il trattamento dei prigionieri di guerra.

Gli Stati Uniti stanno valutando l’invio di veicoli da combattimento Bradley (19:54)

Il governo degli Stati Uniti sta prendendo in considerazione l’invio di veicoli da combattimento Bradley in Ucraina come parte di un altro pacchetto di supporto militare, secondo persone che hanno familiarità con la questione.

Una persona ha affermato che non è stata ancora presa una decisione definitiva. Le persone, che hanno parlato a condizione di anonimato per discutere la delicata questione, hanno affermato che non è chiaro quando i veicoli saranno messi in funzione.

“I Bradley forniranno un aumento significativo della capacità di combattimento a terra perché è, in effetti, un carro armato leggero”, ha affermato Mark Cancian, ex analista del budget della difesa della Casa Bianca ora al Center for Strategic and International Studies.

Leggi la storia completa qui.

L’Ucraina afferma che la Russia potrebbe aver inscenato una provocazione in Bielorussia (18:47)

Il ministero della Difesa ucraino ha affermato che il presunto attacco missilistico sulla Bielorussia potrebbe essere stato una “deliberata provocazione da parte della Russia”.

“L’Ucraina è consapevole degli sforzi disperati e persistenti del Cremlino per coinvolgere la Bielorussia nella sua guerra di aggressione contro l’Ucraina”, ha affermato il ministero in una dichiarazione sul suo sito web. Ha detto che l’Ucraina era “pronta a condurre un’indagine obiettiva sull’incidente”.

In precedenza, il ministero degli Esteri bielorusso aveva convocato l’ambasciatore ucraino, Ihor Kizim, per esprimere la sua protesta contro quello che le autorità del Paese definiscono il lancio di un missile di difesa aerea verso la Bielorussia.

READ  Le proteste contro il nuovo sistema di coscrizione militare dell'India diventano violente

Ripristino del sistema energetico ucraino dopo l’attacco (17:42)

L’amministratore delegato dell’operatore di rete Volodymyr Kudritsky ha dichiarato in televisione che la rete elettrica ucraina, che ha subito nuovi danni dopo un attacco missilistico russo giovedì, è in fase di riparazione come previsto.

“Gran parte della capacità di generazione è già stata ripristinata, ma ci sono danni alla rete”, ha detto Kudritsky, aggiungendo che alcuni siti sono stati bombardati otto volte. “Non importa quante volte la Russia colpisce, stiamo riparando le strutture”.

Kudritsky ha anche affermato che la sua azienda, Okenergo, riceverà una sovvenzione di 70 milioni di euro dalla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo per ripristinare le infrastrutture energetiche.

La Bielorussia convoca l’ambasciatore ucraino per un incidente missilistico (16:20)

Il ministero degli Esteri bielorusso ha convocato l’ambasciatore ucraino, Ihor Kizim, per esprimere la sua protesta contro quello che le autorità del Paese definiscono il lancio di un missile di difesa aerea verso la Bielorussia.

Minsk ha chiesto all’Ucraina di indagare sul lancio del missile di giovedì, punire i responsabili e attuare misure per escludere tali incidenti in futuro per evitare “conseguenze catastrofiche”, secondo una dichiarazione sul sito web del ministero degli Esteri.

Kiev ha accusato la Bielorussia di aver permesso alla Russia di lanciare missili dal suo territorio. La Russia ha usato la Bielorussia come trampolino di lancio per la sua invasione, ma finora le forze bielorusse sono rimaste fuori dalla guerra.

La Bielorussia afferma di aver abbattuto un missile lanciato dall’Ucraina (13:55)

La Bielorussia ha affermato che le sue difese aeree hanno abbattuto un missile S-300 ucraino che è volato nel suo territorio giovedì, in un raro esempio di guerra che si è estesa oltre il confine con l’alleata Russia, con un funzionario che ha minimizzato l’incidente.

Giovedì, il ministero della Difesa ha dichiarato su Telegram che i detriti di un missile sono caduti vicino al villaggio di Gorbakha, nella regione di Ivanovo, nel sud della Bielorussia, vicino al confine con l’Ucraina.

“Non c’è assolutamente alcun motivo di preoccupazione”, ha detto il commissario militare della regione di Brest in Bielorussia dopo l’incidente. “Questi casi, sfortunatamente, accadono.”

READ  Quasi 220 milioni di persone in Pakistan sono senza elettricità dopo le interruzioni di corrente in tutto il paese

L’italiana Meloni visita l’Ucraina alla fine di febbraio (14:05)

Il primo ministro italiano Giorgia Meloni ha in programma di visitare Kiev entro la fine di febbraio per celebrare il suo sostegno all’Ucraina. Ha detto che la scadenza sarà confermata solo quando le condizioni di sicurezza consentiranno di pianificare la visita.

“Dobbiamo fare tutto il possibile per sostenere l’Ucraina ma anche per perseguire prospettive di pace”, ha detto in una conferenza stampa a Roma.

Putin e Xi tengono colloqui venerdì (12:15).

Il presidente russo Vladimir Putin e il suo omologo cinese Xi Jinping discuteranno “dei problemi regionali più urgenti” durante una videochiamata prevista per venerdì, secondo il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

I due leader stanno tenendo colloqui di fine anno dopo che Xi ha detto la scorsa settimana all’ex presidente russo Dmitry Medvedev che la Cina vorrebbe vedere negoziati sull’Ucraina, aggiungendo che la sua amministrazione sta “promuovendo attivamente la pace”. La Cina ha evitato di criticare la Russia per l’invasione, incolpando l’espansione della NATO. Mentre Pechino ha firmato una dichiarazione al vertice del G-20 del mese scorso in Indonesia in cui si afferma che “la maggior parte dei membri ha condannato fermamente la guerra in Ucraina”, la Cina continua ad astenersi dal definirla una guerra.

Il Kazakistan cerca la capacità di Drogba (12:00)

L’operatore russo dell’oleodotto Transneft ha dichiarato di aver ricevuto una richiesta dalla sua controparte kazaka per riservare capacità sull’oleodotto Druzhba per le forniture di petrolio alla Germania il prossimo anno.

Questo potrebbe essere un primo passo verso il petrolio kazako che scorre verso le raffinerie tedesche mentre il paese cerca di trovare alternative al greggio russo. Mentre le forniture di gasdotti sono esenti dalle sanzioni europee, la Germania ha promesso di svezzarsi dalla Russia entro la fine di quest’anno.

I più letti da Bloomberg Businessweek

© BloombergLP 2022