Dicembre 4, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il boom sonico squarcia la Florida quando lo Space Force X-37B torna a casa

Il boom sonico squarcia la Florida quando lo Space Force X-37B torna a casa

Erano appena passate le cinque del mattino quando la sua casa si svegliò. Le sue galline urlano. I suoi gattini si sono sparpagliati. Nascondeva i suoi cani sotto le coperte. E Nancy Planeta si è seduta dritta sul letto chiedendosi: cos’è quel suono?

Le persone in tutta la Florida si sono svegliate sabato mattina presto al suono dell’X-37B che tornava sulla Terra dopo 908 giorni in orbita.

I rapporti di un boom sonico si sono diffusi ampiamente, da Titusville a Tampa, quando il veicolo autonomo della US Space Force è atterrato al Kennedy Space Center della NASA nella contea di Brevard alle 5:22.

Planeta, 52 anni, che vive nel nord della contea di Pasco, ha cercato risposte su Facebook e sui siti di notizie locali nella foschia mattutina. raccolta rifiuti? colpi di pistola? Esercizi al MacDill? Ha detto che suo padre era con l’Air Force, quindi una volta che si è ripresa dallo shock iniziale, si è subito resa conto che l’esplosione era acustica. I suoi animali hanno impiegato più tempo per riprendersi.

“Sono abituati alla frescura della vita rurale”, ha detto domenica mattina.

In una dichiarazione, Boeing, che ha realizzato l’X-37B, ha affermato che l’aereo ha volato per oltre 1,3 miliardi di miglia e ha trascorso 3.774 giorni nello spazio mentre conduceva esperimenti per il governo e i suoi partner.

Un esperimento, in collaborazione con il Laboratorio di ricerca navale degli Stati Uniti, prevedeva la conversione dell’energia solare in energia a microonde. Un altro obiettivo è testare la durabilità di alcuni materiali sottoposti a condizioni spaziali per migliorare in ultima analisi l’accuratezza dei modelli dell’ambiente spaziale.

READ  La meteora Perseide è in arrivo, ma c'è un grosso problema

“Questa missione evidenzia l’attenzione della Space Force sulla cooperazione nell’esplorazione dello spazio e sull’espansione dell’accesso a basso costo allo spazio per i nostri partner, sia all’interno che all’esterno del Dipartimento dell’Aeronautica”, ha dichiarato Chance Saltzman, generale della US Space Force e capo delle operazioni spaziali. una dichiarazione.

L’X-37B è stato sviluppato dalla NASA come base di prova per i futuri veicoli spaziali. Oggi è gestito congiuntamente dalla Space Force e dall’Office of Rapid Capabilities dell’Air Force. Si ritiene che la US Space Force abbia due veicoli X-37B, 29 piedi dalla parte anteriore alla coda, situati da qualche parte tra un camioncino e uno scuolabus in lunghezza.

L’X-37B è stato lanciato in orbita dalla Cape Canaveral Space Force Station il 17 maggio 2020, quando Donald Trump era presidente, circa due mesi dopo che l’Organizzazione mondiale della sanità aveva dichiarato il COVID-19 una pandemia.

La sua sesta missione è durata quattro mesi in più rispetto a qualsiasi precedente volo X-37B.

“Questo ritorno sottolinea ulteriormente le capacità della struttura di lancio e atterraggio di Space Florida, ideali sia per il Dipartimento della Difesa che per le missioni commerciali”, ha dichiarato Frank DiBello, presidente e CEO di Space Florida, l’autorità statale per il finanziamento e lo sviluppo dello spazio. dichiarazione. .

A Bithlo, situato nella Contea di Orange a circa 30 miglia a ovest del Kennedy Space Center, Carlos e Johanna Alfonso hanno catturato il boom con una videocamera del campanello.

“Le pareti hanno tremato, il vetro ha tremato, l’intera casa ha tremato”, ha detto Johanna, 55 anni.

Si sono avventurati fuori dopo essersi svegliati dal sonno e hanno detto che una strana nebbia con odore di zolfo aleggiava nell’aria.

Sulla costa del Golfo, anche Peter Anderson è stato svegliato da uno strano suono che attraversava il cielo ancora buio.

“Lo stavo immaginando?” Il residente di Sarasota, 37 anni, ricorda di aver pensato.

Incapace di addormentarsi di nuovo, ha detto di aver tirato fuori il telefono, aperto Twitter ed è andato online a chattare sull’X-37B. Segue vagamente gli sviluppi spaziali, quindi ha sentito parlare dell’aereo, ma non aveva idea di quanto fosse vicino alla sua orbita di quasi 30 mesi.

“Sarebbe fantastico se sapessimo di queste cose”, ha detto.