Luglio 13, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

I dipendenti Microsoft in Cina sono costretti a passare da Android a iPhone

I dipendenti Microsoft in Cina sono costretti a passare da Android a iPhone

Microsoft chiede a tutti i suoi dipendenti in Cina di smettere di utilizzare i telefoni Android per motivi di lavoro e di passare agli iPhone di Apple per motivi di sicurezza informatica.

I dipendenti Microsoft in Cina dovranno inoltre utilizzare il gestore password Authenticator di Microsoft e l’app Identity Pass sui propri iPhone per verificare la propria identità al fine di accedere ai dispositivi di lavoro e l’accesso Android non sarà disponibile.

Secondo Bloomberg, Microsoft ha informato centinaia di dipendenti interessati tramite una nota interna. RapportiOgni dipendente riceverà un iPhone 15, che potrà ritirare in località selezionate nella Cina continentale o a Hong Kong. Ciò significa che non saranno più ammessi telefoni cellulari come quelli di Xiaomi, Huawei, Redmi, OnePlus e Oppo.

In una dichiarazione a PCMag, Microsoft ha spiegato che il cambiamento è necessario perché le app richieste sono ora disponibili solo tramite Google Play Store e Apple App Store. “Le app Microsoft Authenticator e Identity Pass sono ufficialmente disponibili sugli store Apple e Google Play. Poiché i servizi Google Mobile non sono disponibili in questa regione, stiamo cercando di fornire ai dipendenti un modo per accedere a queste app richieste, ad esempio su un dispositivo iOS “, ha spiegato il rappresentante.

Il passaggio ad app basate sulla sicurezza per i dipendenti nella regione fa parte della Secure Future Initiative che Microsoft ha lanciato nel novembre 2023 per rivedere i suoi standard di sicurezza informatica. Tuttavia, nonostante questa politica, all’inizio di quest’anno gli hacker russi sono riusciti a penetrare nei sistemi di posta elettronica di Microsoft. Anche una società di sicurezza informatica di terze parti ha ottenuto l’accesso ai dati interni di Microsoft su un server cloud di Azure che non disponeva di password a febbraio.

Dopo una revisione durata sette mesi, ad aprile le autorità federali statunitensi hanno affermato che Microsoft doveva apportare riforme “sostanziali” alle sue politiche di sicurezza informatica. Il comitato di revisione ha accusato la cultura aziendale di Microsoft per l’hacking della posta elettronica sostenuto dalla Cina, in cui gli hacker cinesi hanno falsificato i codici di autenticazione di Microsoft per entrare negli account Outlook del governo statunitense.

Nota dell’editore: questa storia è stata aggiornata per includere il commento di Microsoft.

Ti piace quello che stai leggendo?

Iscriviti a Completamente pronto Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre migliori storie sulla tecnologia mobile direttamente nella tua casella di posta.

Questa newsletter può contenere pubblicità, offerte o link di affiliazione. L’iscrizione alla newsletter implica l’accettazione dei nostri termini di utilizzo. termini di utilizzo E politica sulla riservatezzaPuoi annullare l’iscrizione alle newsletter in qualsiasi momento.