Ottobre 3, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Gli Stati Uniti accetteranno i rifugiati ucraini?

Gli Stati Uniti accetteranno i rifugiati ucraini?

L’invasione russa dell’Ucraina ha innescato la più rapida crisi di esodo di rifugiati in Europa dalla seconda guerra mondiale Più di 2,5 milioni di fuggire dal paese durante le prime due settimane del conflitto.

L’esodo di massa storico di donne e bambini è stato spesso associato immagini orribili Raffigurante la difficile situazione di entrambi i civili in Ucraina e rifugiati a paesi limitrofiHa scatenato una protesta mondiale.

In Europa, una miriade di governi liberali e conservatori, compresi alcuni che attuano dure politiche di confine nei confronti degli immigrati dal Medio Oriente, hanno accolto a braccia aperte i rifugiati ucraini.

Qui negli Stati Uniti, la crisi dei rifugiati ha sollevato una questione importante: l’America fornirà rifugio agli ucraini in fuga dalla più grande guerra convenzionale europea degli ultimi decenni?

Gli Stati Uniti accetteranno i rifugiati ucraini?

Mentre ha detto il presidente Biden Gli esperti di politica migratoria hanno affermato venerdì che gli Stati Uniti dovrebbero accoglierli “a braccia aperte” e probabilmente non accogliere un gran numero di rifugiati ucraini nel prossimo futuro.

All’11 marzo, la maggior parte dei rifugiati ucraini è fuggita nei paesi vicini, 1,5 milioni di loro in Polonia, 225mila in Ungheria e 176mila in Slovacchia. Decine di migliaia hanno anche attraversato i confini con Russia, Romania e Moldova. Altri 282.000 sono partiti per altri paesi europei, compresa la Germania.

Il cardinale Theresa Brown, un ex funzionario dell’immigrazione per il Dipartimento per la sicurezza interna (DHS), ha affermato che molti rifugiati potrebbero cercare di rimanere in Europa, vicino all’Ucraina, se ci sarà la possibilità di tornare nel prossimo futuro. Ha detto che il calcolo potrebbe cambiare, a seconda della durata del conflitto.

READ  Monitora la più grande propaganda di Putin mentre fugge dalla Russia in Georgia

“Non sappiamo quanti ucraini che se ne stanno andando ora vorrebbero un reinsediamento permanente”, ha detto a CBS News il cardinale Brown, ora analista di politica di immigrazione e frontiera presso il Center for Bipartisan Politics. “Molto dipende dall’esito di ciò che sta accadendo lì ora”.

Polonia - Ucraina - Russia - Conflitto - Rifugiati
Le persone aspettano il trasporto dopo aver attraversato il confine ucraino con la Polonia, a Medica, nella Polonia orientale, l’11 marzo 2022.

Luisa Golyamaki/AFP tramite Getty Images


Il 4 marzo l’Unione Europea ha autorizzato a Orientamento preventivo temporaneo Per gli ucraini in fuga dall’invasione russa, tutti i 27 Stati membri hanno deciso di concedere loro una residenza di breve durata e altri vantaggi, come un permesso di lavoro.

Un portavoce del Dipartimento di Stato americano ha affermato che gli Stati Uniti sono disposti a reinsediare gli ucraini che erano fuggiti in paesi terzi se “non possono essere protetti nella loro posizione attuale”, ma hanno riconosciuto che “non è stato un processo rapido”.

Il processo di asilo negli Stati Uniti, che include interviste, controlli di sicurezza, controlli medici e altri passaggi burocratici, richiede anni per essere completato. Secondo la legge statunitense, i rifugiati devono dimostrare di avere un fondato timore di persecuzione a causa della loro razza, nazionalità, religione, politica o appartenenza a un gruppo sociale.

Un portavoce del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha affermato che il Centro per l’elaborazione delle domande di rifugiati degli Stati Uniti a Kiev – che di solito tratta i rifugiati diretti negli Stati Uniti dall’Eurasia – sta continuando “operazioni limitate” da Chisinau, in Moldova.

Quali altre strade dovrebbero seguire gli ucraini?

Gli ucraini in fuga dall’attacco della Russia possono arrivare negli Stati Uniti con altri mezzi, ma attualmente necessitano di un visto per entrare legalmente e i percorsi sono limitati.

Gli Stati Uniti concedono visti temporanei a turisti, studenti, viaggiatori d’affari e altri visitatori a breve termine e visti per immigrati a coloro che sono autorizzati a trasferirsi negli Stati Uniti in modo permanente perché sponsorizzati da familiari o datori di lavoro americani.

Dopo la sospensione dell’elaborazione dei visti in Ucraina, Russia e Bielorussia, il Ministero degli Affari Esteri annunciare La scorsa settimana, gli ucraini potrebbero richiedere un visto temporaneo a qualsiasi consolato statunitense. Ha inoltre designato il consolato degli Stati Uniti a Francoforte, in Germania, come centro di elaborazione delle domande di visto per immigrati ucraini.

Ma dovrà affrontare i richiedenti il ​​visto Tempi di attesa lunghi A causa della limitata capacità di elaborazione nei consolati statunitensi e accumulo crescente Una delle applicazioni esacerbate dall’epidemia. Potrebbero inoltre non essere in grado di dimostrare l’idoneità ai visti temporanei, poiché questi richiedono la prova che i richiedenti intendono tornare nel loro paese d’origine.


Tony Dokopil ripercorre il suo tempo con i rifugiati ucraini in Polonia

03:30

I funzionari statunitensi hanno un potere noto come libertà vigilata che consente loro di accettare stranieri che non hanno visto per motivi umanitari. Parole è stato utilizzato l’anno scorso per reinsediare più di 70.000 afgani evacuati Dopo che i talebani hanno rioccupato l’Afghanistan.

Il cardinale Brown, un ex funzionario del Dipartimento per la sicurezza interna, ha affermato che gli Stati Uniti potrebbero usare la libertà vigilata per accettare alcuni senzatetto ucraini, come i familiari di cittadini statunitensi e i titolari di carta verde. A differenza dello status di rifugiato, la libertà vigilata non mette i beneficiari sulla strada per la residenza permanente negli Stati Uniti, ma può consentire loro di lavorare legalmente.

Il cardinale Brown ha affermato che l’ampliamento dei percorsi legali per gli ucraini scoraggerebbe l’immigrazione illegale.

Ha detto, citando il recente aumento degli ucraini trattati da funzionari statunitensi lungo il confine messicano.

Nei primi quattro mesi dell’anno fiscale 2022, iniziato ad ottobre, 1.029 immigrati dall’Ucraina sono entrati in custodia degli Stati Uniti lungo il confine meridionale, rispetto a un totale di 676 arresti nell’anno fiscale 2021, Vengono visualizzati i dati DHS.

Gli Stati Uniti hanno mai reinsediato i rifugiati ucraini?

Sì. Dall’anno fiscale 2001, gli Stati Uniti hanno accolto più di 50.000 rifugiati dall’Ucraina, che è stata la più grande fonte europea di ammissione di rifugiati dagli Stati Uniti negli ultimi due decenni, Mostra i numeri del governo.

Il mese scorso, 427 ucraini sono entrati negli Stati Uniti come rifugiati, con un aumento del 390% rispetto a gennaio.

Il numero di ucraini reinsediati dagli Stati Uniti è aumentato notevolmente sotto il presidente Trump, i cui drastici tagli al programma per i rifugiati hanno principalmente limitato l’ammissione di potenziali rifugiati da paesi dell’Africa e del Medio Oriente afflitti da guerre e conflitti etnici.

I rifugiati ucraini sono tradizionalmente entrati negli Stati Uniti attraverso un programma speciale creato nel 1989 per assistere i membri delle minoranze religiose nelle ex repubbliche sovietiche con i familiari stretti negli Stati Uniti.

A differenza di altri rifugiati, quelli ammessi ai sensi dell’emendamento Lautenberg non devono provare che sarebbero perseguitati su base individuale. Oggi, i cristiani protestanti beneficiano principalmente della legge vecchia di decenni.

Quali azioni hanno già intrapreso gli Stati Uniti?

L’amministrazione Biden ha finora autorizzato 107 milioni di dollari in aiuti umanitari per rifugiati e civili ucraini. secondo casa BiancaI fondi sono destinati a fornire cibo, servizi medici, coperte termiche e altri aiuti alle persone sfollate a causa del conflitto in Ucraina.

La massiccia legge sulla spesa pubblica approvata dal Congresso questa settimana assegnerà $ 6,8 miliardi Negli Stati Uniti fondi di aiuti umanitari per i rifugiati ucraini.

Il 3 marzo, il segretario alla sicurezza interna Alejandro Mallorcas ha introdotto negli Stati Uniti circa 75.100 ucraini Idoneo per lo stato di protezione temporanea (TPS), un programma umanitario che consente ai beneficiari di vivere e lavorare legalmente negli Stati Uniti mentre i loro paesi d’origine soffrono guerre o altre crisi.

Solo gli ucraini che sono stati negli Stati Uniti dal 1 marzo possono beneficiare del programma TPS di 18 mesi.

Anche l’Immigration and Customs Enforcement (ICE) degli Stati Uniti ha annunciato il 3 marzo che è temporaneo Sospese le deportazioni in Ucraina a causa dell’invasione russa. Anche l’immigrazione e le forze dell’ordine hanno sospeso le deportazioni in Bielorussia, Georgia, Ungheria, Moldova, Polonia, Romania, Russia e Slovacchia.

I gruppi di difesa hanno anche chiesto Il Dipartimento per la sicurezza interna assegnerà a circa 1.700 ucraini che studiano nelle scuole americane un sussidio speciale per gli studenti, che ridurrà i requisiti di carico del corso e consentirà loro di lavorare.