Luglio 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Gli attivisti della campagna di riforma nel Regno Unito sono esposti a dichiarazioni razziste

Gli attivisti della campagna di riforma nel Regno Unito sono esposti a dichiarazioni razziste

Attenzione: questa storia contiene un linguaggio che potrebbe essere offensivo

Apparentemente commenti omofobici e razzisti fatti da membri del movimento riformista del Regno Unito sono stati registrati da un giornalista sotto copertura di Channel 4 mentre facevano una campagna per la nomina di Nigel Farage a diventare membro del Parlamento per Clacton.

Reform UK ha affermato che coloro che hanno fatto commenti “inaccettabili” non faranno più parte della campagna di Farage.

Le registrazioni segrete includono una conversazione tra quelli che sembrano essere gli organizzatori della riforma del Regno Unito.

Un uomo legato al partito sembra aver fatto commenti omofobici, definendo la bandiera del Pride su un’auto della polizia una “bandiera degenerata”.

“Che cosa fa il vecchio disegno di legge per promuovere queste sciocchezze?” chiede il gruppo.

Suggerisce ripetutamente che i membri della comunità LGBT+ siano pedofili e critica la presenza della polizia alle marce del Pride.

Aggiunge che se Reform UK formerà un futuro governo, “i nostri agenti di polizia saranno paramilitari, non saranno poliziotti” e il cappio dovrebbe essere “restituito”.

Viene anche mostrato mentre racconta a un giornalista sotto copertura perché Reform UK ha scelto di stare a Clacton, dicendo: “Dai un’occhiata intorno, vera Inghilterra. Sai cosa intendo, vero inglese”.

Ha aggiunto che “non era come a Londra, quando sei straniero nel tuo Paese” e “se saluti qualcuno” sembra che stiano per “pugnalarti in faccia con un coltello”.

BBC News non è riuscita a verificare l’identità di quest’uomo e sta cercando di contattarlo.

Il signor Bates ha poi dichiarato a Channel 4 News che il suo commento era uno scherzo e ha chiarito che non era responsabile delle spese elettorali.

Reform UK ha dichiarato al programma che la spesa per la campagna “rientra nei limiti di spesa previsti dalla legge”.

Il filmato trasmesso da Channel 4 mostra ulteriori insulti razzisti, omofobi e islamofobici apparentemente fatti da Andrew Parker, identificato come predicatore di Farage, che ha usato un insulto razzista per riferirsi al Primo Ministro Rishi Sunak, che è di origine indiana.

didascalia video, Guarda: attivista riformista del Regno Unito nelle registrazioni segrete di Channel 4

Parker è stato anche sentito descrivere l’Islam come “la setta più disgustosa” e suggerire che le reclute dell’esercito effettuino un “addestramento mirato” sparando su piccole imbarcazioni che trasportano immigrati clandestini nel Regno Unito.

Ad un certo punto, Parker ha detto agli elettori che la riforma equivarrebbe a “cacciare tutti i musulmani dalle moschee e trasformarli in Wetherspoons”.

Durante la campagna elettorale, un giornalista sotto copertura ha consigliato di usare il termine “illegale” quando si parla di immigrazione, soprattutto quando ci si rivolge a famiglie non bianche.

Poco prima che il filmato fosse pubblicato, Parker ha rilasciato una dichiarazione a Channel 4 in cui affermava che “Nigel Farage personalmente o il Partito riformista non sono a conoscenza delle mie opinioni personali sull’immigrazione”.

Parker ha dichiarato: “Non ho mai discusso la questione dell’immigrazione con Nigel Farage o con il Partito riformista, e tutti i commenti che faccio durante quelle registrazioni sono le mie opinioni personali su qualsiasi argomento su cui ho commentato.

“Vorrei quindi chiedere sinceramente scusa a Nigel Farage e al Partito riformista se le mie opinioni personali si sono riflesse negativamente su di loro e hanno danneggiato la loro reputazione perché non era mia intenzione”.

Intervenendo a un evento di Reform UK a Boston, nel Lincolnshire, il leader del partito Nigel Farage ha affermato che il partito non è stato “perfetto”.

Ha aggiunto: “Abbiamo avuto uno o due candidati che hanno detto cose che non avrebbero dovuto dire”. “Nella maggior parte dei casi parlano come persone normali.

“Non fanno parte del discorso politico tradizionale a Oxford e Cambridge, e lo capiamo. In alcuni casi, una o due persone ci deludono e noi le lasciamo andare.

“Bene, paragonatelo al circolo internazionale di fissazione dei prezzi e di scommesse che è il moderno Partito conservatore”.

Insieme a lui, il leader del partito Richard Tice, dell’Huberts Bridge Community Center, ha affermato che i commenti razzisti erano “inappropriati”.

“Abbiamo rilasciato una dichiarazione e nella dichiarazione tutto è chiaro”, ha detto.

“La realtà è che siamo un movimento in rapida crescita e quando abbiamo volontari non retribuiti, alcune persone si comportano in modo inappropriato e se ne vanno”.

Peter Harris, direttore della campagna Reform UK a Clacton, si è detto “sconvolto da questi presunti commenti”.

“Tutti i partiti in una campagna così breve dovranno affrontare la sfida di lavorare con molti attivisti che potrebbero non aver mai incontrato prima”, ha aggiunto Harris.

“Tutti gli individui identificati come responsabili di commenti discutibili e che sostengono queste opinioni non sono i benvenuti nella nostra campagna. Stiamo conducendo una campagna per rappresentare tutti gli elettori di Clacton”.

Altri candidati alle elezioni generali a Clacton possono essere trovati qui.

Il leader laburista britannico Keir Starmer ha descritto i commenti come “chiaramente razzisti” e ha affermato che lo scandalo era una prova della leadership di Farage.

“Un leader deve cambiare il suo partito per assicurarsi che la cultura sia giusta e gli standard siano compresi da tutti all’interno del partito”, ha detto Sir Keir alla BBC.

“Bisogna chiedersi perché così tante persone che sostenevano le riforme vengono messe a rischio in questo modo”, ha aggiunto.