Luglio 14, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Francia e Cina lanciano un satellite nel tentativo di esplorare l’universo  Novità sullo spazio

Francia e Cina lanciano un satellite nel tentativo di esplorare l’universo Novità sullo spazio

I progressi della Cina nell’esplorazione spaziale superano quelli degli Stati Uniti e attirano partner dall’Europa e dall’Asia.

Un satellite sviluppato da Francia e Cina è stato lanciato per cercare le esplosioni più potenti dell’universo, in un esempio lampante di cooperazione tra una potenza occidentale e il gigante asiatico.

Sabato, il satellite da 930 chilogrammi (2.050 libbre) che trasportava quattro strumenti – due francesi e due cinesi – è decollato intorno alle 15:00 (07:00 GMT) a bordo di un razzo cinese Long March 2C da una base a Xichang nel sud-ovest provincia della Cina. Lo ha riferito la China Central Broadcasting Corporation (CCTV) nel Sichuan.

Lo Space Variable Object Observer (SVOM), sviluppato da ingegneri di entrambi i paesi, cercherà i lampi di raggi gamma, la cui luce ha viaggiato per miliardi di anni luce per raggiungere la Terra.

I lampi di raggi gamma si verificano tipicamente dopo l’esplosione di stelle massicce – quelle 20 volte più massicce del Sole – o la fusione di stelle compatte.

I raggi cosmici estremamente luminosi possono emettere un’esplosione di energia equivalente a quella di oltre un miliardo di soli.

Uri Gottlieb, astrofisico del Centro di astrofisica computazionale del Flatiron Institute di New York, ha detto all’AFP che osservarli è come “guardare indietro nel tempo, poiché la luce di questi oggetti impiega molto tempo per raggiungerci”.

“SVOM ha il potenziale per svelare molti misteri sul campo [gamma-ray bursts, GRBs]“Incluso il rilevamento dei lampi di raggi gamma più distanti nell’universo, che corrispondono ai lampi di raggi gamma più antichi”, ha aggiunto Gottlieb.

Le esplosioni più lontane finora identificate si sono verificate solo 630 milioni di anni dopo il Big Bang, quando l’universo era nella sua infanzia.

READ  La pioggia di meteoriti Tau Herculids mostra uno schermo "decente".

Quando il satellite sarà in orbita a 625 chilometri (388 miglia) sopra la Terra, invierà i suoi dati agli osservatori. Una volta rilevata un’esplosione, SVOM invierà un avviso alla squadra in servizio 24 ore su 24.

Secondo gli analisti, quando i dati vengono analizzati, possono aiutare a comprendere meglio la composizione dello spazio e la dinamica delle nubi di gas o di altre galassie.

Ma la sfida principale è che i lampi di raggi gamma sono molto brevi, costringendo gli scienziati a correre contro il tempo per raccogliere informazioni.

Un razzo Long March 2C che trasporta un satellite sviluppato congiuntamente da Cina e Francia chiamato Space Variable Object Observer (SVOM), decolla da una base a Xichang, nella provincia del Sichuan, nel sud-ovest della Cina. [Adek Berry/AFP]

Questo progetto nasce da una partnership tra le agenzie spaziali francese e cinese, nonché altri gruppi scientifici e tecnici di entrambi i paesi.

Anche la cooperazione spaziale a questo livello tra l’Occidente e la Cina è piuttosto rara, soprattutto da quando gli Stati Uniti hanno vietato qualsiasi cooperazione tra l’agenzia spaziale statunitense NASA e Pechino nel 2011.

Jonathan McDowell, un astronomo del Centro di astrofisica Harvard-Smithsonian negli Stati Uniti, ha dichiarato all’AFP: “Le preoccupazioni americane sul trasferimento di tecnologia hanno impedito agli alleati statunitensi di cooperare molto con i cinesi, ma a volte succede”.

McDowell ha aggiunto che, sebbene lo SVOM “non sia affatto unico”, rimane “importante” nel contesto della cooperazione spaziale tra Cina e Occidente.

I progressi della Cina nell’esplorazione spaziale e lunare stanno rapidamente superando quelli degli Stati Uniti, attirando di conseguenza partner dai paesi europei e asiatici.

Questo mese, la sonda lunare cinese Chang’e-6 ha trasportato carichi utili sul lato nascosto della Luna provenienti dall’Agenzia spaziale europea e da istituti di ricerca pakistani, francesi e italiani.

La Cina sta lavorando con paesi tra cui Brasile, Egitto e Tailandia per sviluppare e lanciare satelliti.

READ  SpaceX lancia in orbita 22 satelliti Starlink