Luglio 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Finali NBA: i Celtics, guidati da Jayson Tatum, dominano i Mavericks in Gara 5 e si assicurano il 18esimo campionato NBA della franchigia

Finali NBA: i Celtics, guidati da Jayson Tatum, dominano i Mavericks in Gara 5 e si assicurano il 18esimo campionato NBA della franchigia

Per la 18esima volta nella storia della franchigia, i Boston Celtics sono campioni NBA.

Lunedì i Celtics hanno concluso il primo quarto di Gara 5 delle finali NBA con un parziale di 9-0 e non si sono mai guardati indietro nel loro percorso verso una vittoria dominante per 106-88 sui Dallas Mavericks. La vittoria ha assicurato la vittoria per 4-1 alle finali NBA e il primo titolo della franchigia dal 2008.

I Celtics hanno dato il tono fin dal primo colpo quando sono scesi in campo per la prima volta in queste finali indossando le loro classiche maglie verdi. Hanno deciso di offrire una performance degna di quei colori. Era anche degno di una squadra che ha ottenuto le migliori 64 vittorie della stagione regolare dell’NBA e ha prodotto parametri avanzati che si collocano tra i migliori nella storia del campionato.

Lo hanno fatto lunedì con la difesa. Lo hanno fatto con 3S. Lo hanno fatto con le star Jayson Tatum e Jaylen Brown in testa. È stato il finale perfetto per la stagione dei Celtics.

Lunedì Boston ha sparato il primo tiro portandosi in vantaggio per 9-2 grazie ai primi tre secchi messi a segno da Jrue Holiday. Dallas ha risposto e ha ridotto il deficit a 19-18 negli ultimi due minuti del quarto. Ma un parziale di 9-0 alla fine del quarto ha spinto Boston sul 28-18.

Il secondo quarto ha visto più o meno la stessa cosa e si è concluso con un potente tiro di Payton Pritchard da metà campo che ha allungato il divario con Boston a 21 punti.

Dallas non si riprese mai.

Non c’è stata alcuna delusione per i Celtics dopo l’intervallo. Boston ha esteso il suo vantaggio fino a 26 punti nel terzo quarto e non ha permesso a Dallas di annusare nuovamente la distanza. Il quarto trimestre è stata la ciliegina sulla torta.

Dopo aver visto Brown, Holiday e Kristaps Porziņģis assumere ruoli chiave durante le finali, Tatum ha preso le redini lunedì sera sia come marcatore che come trequartista. Ha condotto la partita con 31 punti e 11 assist, insieme a otto rimbalzi e due palle recuperate. Ha girato la palla solo due volte.

Quando ebbe finito, si nascose le mani in faccia mentre i coriandoli cadevano dalle travi, sopraffatto dall’emozione. Ha poi festeggiato con suo figlio, Jason Jr.

Brown ha aggiunto 21 punti, otto rimbalzi, sei assist e due palle recuperate. Per la serie, ha segnato una media di 20,8 punti, 5,4 rimbalzi e cinque assist, uno sforzo che gli è valso il titolo di MVP delle finali. Può aggiungere il trofeo alla sua collezione insieme al suo hardware MVP delle finali della Eastern Conference e mettere a tacere i critici del suo contratto Supermax una volta per tutte. La sua mano sinistra.

READ  FP2: Leclerc è in testa con la Ferrari in testa a Zandvoort

Derrick White ancora una volta si è fatto avanti alla grande su entrambi i lati del campo con 14 punti, otto rimbalzi, due palle recuperate e un muro. Ha guidato i Celtics dalla lunga distanza con uno sforzo di 4 su 8.

Holiday – ora il pezzo mancante per completare i campionati di due diverse franchigie – ha aggiunto 15 punti, 11 rimbalzi e quattro assist.

Come squadra, i Celtics hanno dominato il bicchiere 51-35. Hanno costretto i Mavericks a 13 palle perse perdendo la palla solo sette volte. Concludendo un tema ricorrente in tutta la serie, Boston aveva un vantaggio significativo sulla linea di tiro libero con un tiro di 17 su 20 (85%). Dallas ha faticato di nuovo tirando 7 su 13 (53,8%).

I Celtics hanno rallentato da 3 dopo l’intervallo con un tiro di 13 su 39 (33,3%). Ma avevano un vantaggio di 21 punti nel primo tempo tirando 10 su 21 (47,6%) da oltre l’arco.

I Mavericks, che hanno recuperato una spazzata in Gara 4, sembrano aver lasciato tutto sul campo a Dallas. I Mavericks erano senza armi nell’apertura di lunedì sera e non hanno rappresentato una grande sfida per la travolgente unità dei Celtics.

Luka Doncic ha guidato Dallas con 28 punti, 12 rimbalzi, cinque assist e tre palle recuperate. Ha realizzato 3 (2 su 9) e ha continuato a opporre poca resistenza in difesa. Ha girato la palla sette volte.

L’ex Celtic Kyrie Irving – che sembrava sopraffatto nei Giochi 1 e 2 a Boston – ha faticato di nuovo lunedì sera in un tentativo 5 su 16 dal campo mentre è stato ripetutamente fischiato dal pubblico di casa. Ha concluso la stagione con 15 punti e nove assist.

Per i Celtics, il campionato cambia l’eredità su più livelli.

Nel grande piano, i Celtics hanno riconquistato il possesso esclusivo del roster dei campioni di tutti i tempi della NBA, non più legati ai loro acerrimi rivali Los Angeles Lakers. I Lakers hanno già vinto otto titoli contro quello di Boston dal 1986, inclusi tre titoli senza risposta dal 2008, pareggiando i Celtics con 17 titoli ciascuno. Boston è di nuovo sola con il suo 18esimo campionato.

Tatum e Brown sono ora certificati. I compagni di squadra dell’All-Star sono stati spesso interrogati e criticati per i loro fallimenti sui palcoscenici più importanti nelle sei stagioni precedenti come volti condivisi del franchise. Sono rimasti perplessi nella finale della Eastern Conference contro i Miami Heat e hanno visto Stephen Curry e i Golden State Warriors festeggiare un campionato al TD Garden nel 2022. Queste domande non esistono più.

Jayson Tatum è stato protagonista della vittoria del campionato di lunedì su Dallas.  (Elsa/Getty Images)

Jayson Tatum è stato protagonista della vittoria del campionato di lunedì su Dallas. (Elsa/Getty Images)

Tatum e Brown si uniscono ora a un elenco sacro che include Kevin Garnett, Paul Pierce, Larry Bird, Robert Parish, Kevin McHale, Dennis Johnson, JoJo White, Dave Cowens, John Havlicek, Bob Cousy e Bill Russell alla guida di un franchise sinonimo di grandezza. campionati. Gloria.

READ  Crollo brutale, non buono, terribile, spazzatura, crollo improvviso manda i Cappelli sull'orlo: i Panthers sconfiggono Capitals 5-3

Il presidente delle operazioni di basket Brad Stevens ha portato la sua mente unica nel campo del basket dai Celtics al front office nel 2021. Mai soddisfatto del fallimento, ha costantemente modificato il roster e alla fine ha fatto mosse per costruire il campionato, inclusa l’acquisizione di Al Horford, Holiday, White. E Porziņģis: decisioni che hanno coinciso con chiamate difficili come la separazione dal favorito del franchise Marcus Smart e dall’All-Star Kemba Walker.

L’allenatore Joe Mazzola – promosso nel 2022 in seguito alla scandalosa uscita di Imi Udoka – ha attirato critiche durante la sua prima stagione alla guida di una squadra che si è conclusa prima delle finali NBA. Ora è un campione alla sua seconda stagione come allenatore NBA.

Per i Celtics questo campionato non è visto come la fine, ma piuttosto come l’inizio. Tatum, 26 anni, e Brown, 27 anni, stanno appena raggiungendo il loro apice e puntano a consolidare i loro nomi nella gloria del franchise dei Celtics. Ma che inizio è stato questo campionato.

Lui vive62 aggiornamenti

  • I Celtics sono i campioni della NBA

    Guidati da Jayson Tatum e Jaylen Brown, Boston ha sconfitto Dallas, 106-88, in Gara 5 a Boston e ha vinto il suo 18esimo campionato NBA. Tatum ha segnato 31 punti, 11 assist e 8 rimbalzi e Brown ha segnato 21 punti, 8 rimbalzi e 6 assist.

  • miglior giocatore?

    Stasera i cori da MVP erano sia per Brown che per Tatum sulla linea di fallo. Sembra che ci sia una spaccatura nel voto.

  • Non sono sicuro di aver mai visto un giocatore che non riusciva a giocare bene in un dato edificio, come questo con Kyrie.

  • Dallas ha avuto le sue occasioni. 7 di 29 di 3. Molti di loro sono completamente aperti. Doncic e Irving sono 1 su 12 su 3.

  • I Celtics erano avanti 86-67 dopo tre quarti

    Jayson Tatum e Jaylen Brown si sono uniti per 37 punti per Boston, e Kyrie Irving ha segnato 9 punti su 3 su 12 per Dallas mentre i Celtics erano in vantaggio per 86-67.

  • I Celtics hanno solo 9 punti di seconda possibilità, su 12 rimbalzi offensivi. Ma il modo in cui il pubblico locale reagisce a ogni panel ha risucchiato un po’ di vita da Dallas a poco a poco.

  • Luka Doncic è ora al primo posto con 21 tentativi di punti nelle finali NBA

  • Josh Green vuole estendere questa serie di vittorie! Amico è 4 su 4 dal profondo.

  • Luca scatta

    Luca si accontenta solo dei jumper. Che si tratti di infortunio, stanchezza o altro, non ha nemmeno provato ad arrivare al canestro. Se Al Horford era solo in cima alla chiave e non ha nemmeno pensato di provare altro che il passo indietro, ora è a 0 su 5 da tre.

  • Al Horford sta ancora andando forte

    Al Horford ha 17 anni più di Derek Lively II e ha usato ogni grammo della forza del suo vecchio per tirarlo sotto canestro e pareggiare un fallo. Ottimo inizio del terzo quarto per Horford.

  • I Celtics raggiungono 3S

    Al Horford 3 fa segnare ai Celtics 12 su 23 dalla lunga distanza. Sette membri della formazione di otto uomini di Boston si sono collegati dal profondo. (Porzingis è l’eccezione.) Hanno superato Dallas di 18 punti.

  • Tatum lo fa

    Jayson Tatum nel primo tempo: 16 punti, quattro rimbalzi, nove assist, zero palle perse. Ma ancora più impressionante è il fatto che sembra stia esorcizzando i suoi demoni di non arrivare al limite e di non finire abbastanza. Tutto quello che ha dato oltre a quel 3 putback alla fine del secondo quarto è arrivato nell’area e sul canestro.