Luglio 14, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Ecco perché i rivali di SpaceX sono arrabbiati per i piani di lancio di Starship

Ecco perché i rivali di SpaceX sono arrabbiati per i piani di lancio di Starship

Ingrandire / SpaceX lancia i razzi Falcon 9 dal Pad 39A del Kennedy Space Center della NASA e dal Pad 40 della Stazione Spaziale di Cape Canaveral. La società prevede di sviluppare l’infrastruttura per lanciare i razzi Starship al Pad 39A e al Pad 37. United Launch Alliance lancia i razzi Vulcan e Atlas 5 dal Pad 41 e Blue Origin baserà il suo razzo New Glenn al Pad 36.

NASA (etichette di Ars Technica)

United Launch Alliance e Blue Origin hanno espresso preoccupazione per i piani di SpaceX di lanciare il suo enorme razzo Starship dalla Florida.

Nei documenti depositati dalla Federal Aviation Administration il mese scorso, ULA e Blue Origin hanno espresso preoccupazione per l’impatto dei lanci di Starship sulle loro attività sulla Space Coast della Florida. Blue Origin, la compagnia spaziale di Jeff Bezos, ha esortato il governo federale a considerare di limitare il numero di lanci e atterraggi di Starship, lanci di prova e altre operazioni e di limitare le attività di SpaceX a determinati orari.

Il fondatore e amministratore delegato di SpaceX, Elon Musk, ha definito il deposito di Blue Origin presso la FAA “una risposta chiaramente falsa. È inappropriato per loro provare (per la terza volta) a bloccare i progressi di SpaceX ricorrendo alla legge”. Ne parleremo a breve.

La Federal Aviation Administration e SpaceX si stanno preparando a preparare una dichiarazione di impatto ambientale per i lanci e gli atterraggi del razzo Super Heavy e del razzo Starship presso il Launch Complex 39A del Kennedy Space Center della NASA, mentre la US Space Force sta lavorando con SpaceX su un progetto simile analisi ambientale per i voli della Starship dal complesso di lancio Space 37 nella vicina stazione spaziale di Cape Canaveral.

READ  Jeff Jarrett fan di "Sweat Equity" per aver lanciato il videogioco Fight Forever di AEW

Queste revisioni probabilmente non saranno completate prima della fine del 2025, e solo allora SpaceX otterrà il via libera per lanciare Starship dalla Florida. SpaceX deve anche costruire un’infrastruttura di lancio in entrambi i siti, il che potrebbe richiedere due anni. Questo è già in corso al Launch Complex 39A.

Un grande missile con una grande impronta

Durante il processo di revisione ambientale, la FAA deve valutare la regolarità dei voli dei veicoli spaziali riutilizzabili – fino a 120 lanci all’anno, Secondo TechCrunch– Interesserà altri fornitori di servizi di lancio che operano a Cape Canaveral, secondo ULA e Blue Origin. La cadenza di lancio finale proposta da SpaceX da ciascun sito farà parte di una bozza di valutazione ambientale che sarà pubblicata per il commento pubblico alla fine di quest’anno.

SpaceX prevede di lanciare i satelliti Starlink, i carichi utili dei clienti e le missioni per supportare l’atterraggio lunare del programma Artemis della NASA dalle piattaforme di lancio in Florida. Mettere in funzione la piattaforma di lancio in Florida è uno dei tanti ostacoli che il programma di SpaceX deve affrontare per sviluppare una versione del veicolo Starship per un atterraggio lunare, oltre a dimostrare il rifornimento di carburante orbitale.

Si prevede che i lanci e gli atterraggi del razzo Starship Super Heavy “avranno un impatto ambientale maggiore rispetto a qualsiasi altro sistema di lancio attualmente operativo presso il Kennedy Space Center o il Pacific Space Center”, ha scritto Blue Origin. Nella sua configurazione attuale, il razzo Starship è il razzo più potente della storia e SpaceX sta sviluppando una versione più grande, alta 150 metri (492 piedi), con quasi 6.700 tonnellate di carburante. Questa variante più grande sarà lanciata da Cape Canaveral.

READ  WhatsApp descrive in dettaglio la funzione Community in arrivo e altri grandi aggiornamenti

“È un razzo molto grande e sta diventando sempre più grande”, ha scritto Torey Bruno, CEO dell’ULA. In un post su X“Questa quantità di carburante richiede una zona di evacuazione quando viene rifornita, comprese le strutture di altre persone. Il rilascio (settimanale) ha livelli sonori dannosi fino all’interno della città. Città del Capo non è destinata al monopolio.”

Il razzo Starship di SpaceX decolla dalla base stellare durante il suo secondo volo di prova a Boca Chica, in Texas, il 18 novembre 2023.
Ingrandire / Il razzo Starship di SpaceX decolla dalla base stellare durante il suo secondo volo di prova a Boca Chica, in Texas, il 18 novembre 2023.

Nel sito di lancio di SpaceX nel sud del Texas, è stata designata una zona di evacuazione a 2,5 chilometri (1,5 miglia) quando i veicoli Starship e Super Heavy saranno riempiti di metano e ossigeno liquido. Durante il lancio vero e proprio, il checkpoint è più lontano, a più di 5 chilometri dalla piattaforma.

“La capacità complessiva di lancio di razzi di Cape Canaveral sarà ridotta se altri fornitori saranno costretti a evacuare le loro strutture ogni volta che un veicolo viene rifornito di carburante”, ha scritto Bruno.

Non conosciamo ancora il raggio delle zone riservate per le operazioni di Starship in Florida, ma Blue Origin ha scritto che l’impatto delle attività di Starship in Florida “potrebbe essere maggiore che a Starbase”, forse a causa del razzo più grande che SpaceX prevede di lanciare da Capo Canaveral. Se così fosse, le piattaforme di lancio vicine dovrebbero essere evacuate durante le operazioni della Starship.

Sulla base della geografia di Cape Canaveral, l’ULA sembra avere maggiori preoccupazioni. La sua piattaforma di lancio per i razzi Vulcan e Atlas V si trova a meno di 3,5 km dal Launch Complex 39A (LC-39A). ULA ha affermato che la proposta di SpaceX di effettuare fino a 44 lanci dall’LC-39A “comporterebbe una significativa chiusura dello spazio aereo e del suolo, comporterebbe impatti acustici percepibili nelle operazioni ravvicinate e potrebbe causare detriti, particolato e danni alla proprietà”.

READ  Evviva! Gli Universal Studios Hollywood avranno il loro Super Nintendo World

La United Alliance ha affermato che questi rischi potrebbero impedirle di adempiere ai suoi contratti per il lancio di importanti satelliti di sicurezza nazionale per l’esercito americano.

“Essendo il più grande razzo esistente, un incidente causerebbe danni gravi o addirittura catastrofici, mentre i lanci normali lascerebbero un impatto cumulativo sulle strutture, sull’hardware del veicolo di lancio e su altre apparecchiature critiche di supporto al lancio”, ha affermato l’ULA.