Luglio 2, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Dovresti comprare o vendere azioni Netflix?  Cosa considerare ora.

Dovresti comprare o vendere azioni Netflix? Cosa considerare ora.



Netflix

Offre l’ultimo promemoria che la maturazione è difficile ma in definitiva positiva.

Era il nuovo esuberante ragazzo, che ha acceso un fuoco sotto la TV e le compagnie cinematografiche che stavano facendo bene a distribuire contenuti via cavo e nei cinema. Ora tutti nei media e nella tecnologia Tutto scorreE Netflix sente la pressione.

Martedì notizie – La società ha perso abbonati nell’ultimo trimestre e prevede di perderne di più – è Prova – prova. Il titolo ha perso più di un terzo del suo valore mercoledì.

Al contrario del ruolo, Netflix [ticker: NFLX] Ora si trova come una società di trasmissione in diretta che deve affrontare una concorrenza emergente”.



Wells Fargo
‘S

Stephen Cahal mercoledì. Ha abbassato la valutazione delle azioni di Netflix a neutrale, da acquisto, e ha dimezzato il suo prezzo target a $ 300.

La storia della crescita di Netflix non è finita, ma è sicuramente in un nuovo capitolo. Il titolo potrebbe essere morto nel breve termine, fino a quando la società non mostrerà che può registrarsi nuovamente o gli investitori sono convinti che la crescita dei ricavi e il flusso di cassa libero dipendano non solo dall’aumento della sua base di utenti.

Ci vorranno almeno un anno o due. E l’ultimo afflusso di concorrenti piace



Scoperta della Warner Bros

(WBD),



Walt Disney

(DIS) e



Globale Supremo

PARA mostrerà una crescita molto più rapida nel frattempo.

Martedì sera, Netflix ha registrato un calo nel primo trimestre 200.000 abbonati, mentre il consenso degli analisti e la guida dell’azienda richiedevano una crescita di circa 2,5 milioni di abbonati. Il management ha affermato che prevede di perdere 2 milioni di abbonati in questo trimestre, mentre la previsione mediana degli analisti era di un aumento di circa 2,4 milioni.

READ  Elon Musk propone tagli di posti di lavoro, assume stelle per aiutare Twitter: rapporti

Netflix non ha riacquistato azioni nel primo trimestre, un’altra delusione per gli investitori.

I ricavi sono stati inferiori alle attese, mentre l’utile per azione e il flusso di cassa libero hanno entrambi superato le aspettative. Netflix ha annunciato $ 802 milioni di free cash flow nel periodo, un record per il primo trimestre e tra i migliori trimestri di sempre secondo questa metrica.

Le azioni Netflix sono scese del 37% mercoledì, raggiungendo il livello più basso dall’inizio del 2018 a circa $ 225, hanno affermato gli analisti di Wall Street. impilati con rating inferiore. (Il valore discutibile del declassamento di un titolo dopo che è sceso di oltre il 30% è un argomento per un altro giorno. I clienti avrebbero preferito l’avviso prima rapporto di martedì).

Ora, a una valutazione molto bassa, le azioni Netflix potrebbero essere un punto di ingresso interessante per gli investitori a lungo termine che desiderano superare la transizione. Dopo il crollo di mercoledì, il titolo è aumentato di poco più di 20 volte l’utile per azione previsto di quest’anno, rispetto a circa 19,5 volte quest’anno


Standard & Poveri 500.

Il management troverà nuovi modi per crescere e l’inizio pluriennale dello streaming di Netflix lo distingue dalla massa. È redditizio, può finanziare da solo il proprio investimento sui contenuti e ha ancora senso per l’azienda essere in grado di riacquistare molte azioni, nonostante gli acquisti siano stati ritardati.

Il vero potenziale a lungo termine è che le azioni di Netflix si distacchino dalle oscillazioni trimestrali nel conteggio degli abbonati mentre l’attenzione si sposta sugli utili e sul flusso di cassa libero. La crescita degli abbonati è solo una misura iniziale di quanto Netflix sia vicino a colpire il jackpot per espandere la sua attività di abbonamento digitale ricorrente.

READ  Queste città degli Stati Uniti stanno assistendo al calo maggiore dei prezzi delle case

Nel frattempo, ci sono altri fattori che Netflix deve tirare mentre cerca di accontentare gli azionisti. Il problema per il titolo è che non esiste una soluzione dall’oggi al domani.

“Sebbene i loro piani per riaccelerare la crescita abbiano dei vantaggi, non avranno un impatto evidente fino al 2024, che è molto tempo per aspettare quella che ora è la storia di ‘Show Me'”, ha scritto Nat Schindler di Bank of America Securities. l’equivalente della vendita dall’acquisto, e ha abbassato il suo obiettivo di prezzo a $ 300 da $ 605.

Mentre la repressione di Netflix sulla condivisione delle password può alienare alcuni utenti, è un’opportunità per fare soldi da persone che sono già connesse a Netflix, ma non stanno pagando per questo. Questo è probabilmente più facile che convincere un utente completamente nuovo a iscriversi al servizio.

Netflix stima che 100 milioni di utenti utilizzino gli account dei 222 milioni di abbonati dei leader del settore. Sta già testando sottoconti che consentono la condivisione tra famiglie in alcuni mercati e prevede una portata più ampia il prossimo anno. Questi abbonamenti aggiuntivi costituiranno entrate incrementali ad alto margine per Netflix.

Netflix ha anche affermato martedì che sta pianificando un livello del suo servizio a basso prezzo e supportato dalla pubblicità. Questo non sarà lanciato per almeno un anno e sarà distribuito in fasi in diversi mercati nel tempo. Alla fine potrebbe aiutare a riaccendere la crescita degli abbonati, ma non sarà nemmeno la storia del 2022.

Tuttavia, c’è ancora spazio per aumentare le entrate senza registrare più abbonati, come dimostrano i risultati riportati martedì. Escludendo i venti contrari dai tassi di cambio, le entrate di Netflix sono aumentate del 14% rispetto allo scorso anno. Ciò deriva da un aumento dell’8% degli abbonati e da un aumento del 6% delle entrate medie per abbonamento, un simbolo dell’aumento dei prezzi. Ciò potrebbe ridurre la percentuale di abbonamento, ma può aumentare le entrate e i profitti complessivi.

La direzione ha affermato martedì che il rallentamento della crescita dei ricavi di circa il 10% con margini di reddito operativo piatti dal 19% al 20% – aumentando quei numeri sarebbe necessario attendere che la crescita dei ricavi acceleri nuovamente – significa ancora profitti più elevati. Nel frattempo, i rivali di streaming di Netflix stanno ancora affrontando anni di crescita non redditizia.

Il passaggio dall’aumento degli abbonati a tutti i costi a un business reale e redditizio è stato un punto dolente inevitabile per Netflix, ma deve avvenire. Netflix oggi non è la compagnia vivace e in rapida crescita del passato, ma la vita non finisce solo perché si passa dall’infanzia all’età adulta.

Scrivi a Nicholas Jasinski a nicholas.jasinski@barrons.com