Luglio 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Dopo aver respinto la Russia per due anni, Kharkiv deve affrontare una raffica di attacchi

Dopo aver respinto la Russia per due anni, Kharkiv deve affrontare una raffica di attacchi

Può essere difficile dormire a Kharkiv. La seconda città più grande dell’Ucraina è ora sotto costante attacco, con i suoi residenti che si svegliano molte notti al suono di enormi esplosioni.

A meno di 20 miglia dal confine con la Russia, Kharkiv è diventata nota in tutto il mondo come simbolo della resistenza ucraina.

Due anni fa, l’Ucraina ha espulso le forze russe dalla città. Ma le cose sono cambiate. La Russia bombarda la città quasi tutti i giorni e il mese scorso ha lanciato un nuovo massiccio attacco contro Kharkiv.

Funzionari e residenti ucraini temono che il presidente russo Vladimir Putin, incapace di impadronirsene, possa cercare di rendere invivibile la città, che un tempo ospitava 1,5 milioni di persone.

“Stanno cercando di avvicinarsi il più possibile in modo che l’artiglieria possa colpire Kharkiv e allontanare i civili, cercando di renderli mentalmente e fisicamente esausti e, sapete, di rendere Kharkiv sempre più vuota ogni giorno”, ha detto Roman Kachanov. capo dei vigili del fuoco della stazione dei vigili del fuoco 11. da lui.”

Ma nonostante i continui attacchi, i suoi abitanti cercano di continuare una vita normale.

“Le persone vivono una vita normale sapendo che ogni giorno, da qualche parte, le bombe li colpiranno e forse li uccideranno, forse no”, ha detto Kachanov. “Questa è la vita a Kharkiv.”

Kachanov e la sua squadra rispondono agli attacchi russi da più di due anni. Stanno affrontando gli incendi e salvando i sopravvissuti dalle macerie, in una battaglia implacabile che si è nuovamente intensificata negli ultimi due mesi.

READ  L'Australia evacua la sua ambasciata a Kiev, invita la Cina a parlare a nome dell'Ucraina

“Penso che io e molti altri ucraini che sono ancora qui, che sono ancora a Kharkiv, se pensiamo negativamente, peggioreremo la nostra situazione”, ha detto Kachanov. “Cerco di rimanere positivo.”

Kachanov ha deciso di mandare sua moglie e sua figlia all’estero per sicurezza dopo la massiccia invasione, e da allora sono rimaste lì.

“Molti di noi sono stati separati dalle nostre famiglie, abbiamo attraversato molti divorzi, molto di tutto”, ha detto Kachanov. Emotivamente difficile. Non è difficile emotivamente a causa della guerra, a causa dei morti e dei feriti. Fino a [we got] Usato per questo. SÌ. A volte hai alcune cose in testa. Forse hai bisogno di parlare con i ragazzi davanti a una birra. Magari piangere un po’.”

Secondo le autorità locali, dal 2022, sette vigili del fuoco sono stati uccisi a Kharkiv e circa altri 50 sono rimasti feriti. I vigili del fuoco dicono anche che le forze russe spesso prendono di mira i siti una seconda volta una volta arrivati ​​i primi soccorritori, una tattica nota come “doppio tocco”.

Il mese scorso, Kachanov ha subito una commozione cerebrale dopo un’esplosione in un edificio dove stava lottando per controllare un incendio causato da un raid russo. Ha detto che anche l’anno scorso ha sperimentato incendi dozzine di volte dopo un secondo attacco russo.

Gli attacchi spesso interrompono il lavoro di insegnanti, allenatori e altri lavoratori essenziali. Adattarsi ad esso significa spesso dover spostare la vita sotto terra. Il mese scorso, Kharkiv ha aperto la sua prima scuola sotterranea appositamente costruita, situata a 16 piedi sotto terra. Per i bambini qui, significa che possono frequentare le lezioni in presenza per la prima volta in più di due anni.

READ  La guerra russo-ucraina: ultimi aggiornamenti - The New York Times

“Sono due anni che facciamo didattica a distanza e ora i nostri ragazzi possono sedersi alla scrivania, possono parlare tra loro e si vede che sorridono, sono felici di essere qui, si sentono al sicuro qui .” Olga Gregorach, insegnante della scuola, ha detto.

Sono intervenuti anche gruppi di volontari locali per fornire assistenza umanitaria e aiutare a evacuare i civili dalle città e dai villaggi più vicini alla linea del fronte. Maria Zaitseva, fondatrice dell’organizzazione benefica Unbreakable Kharkiv, distribuisce aiuti umanitari e aiuta a evacuare le persone dalle zone di combattimento.

Il mese scorso Zaitseva ha deciso di evacuare i suoi figli in Germania.

“Quest’estate ho deciso che sarebbe stato sicuro per i miei figli stare con i miei genitori durante le vacanze”, ha detto Zaitseva. “Perché Kharkiv viene distrutta. Gli attacchi prendono di mira obiettivi civili, centri commerciali e aree residenziali. È molto pericoloso.”

Nel timore di un attacco informatico russo, l’amministrazione Biden ha accettato a giugno di iniziare a consentire all’Ucraina di utilizzare armi statunitensi per ritorsioni oltre il confine con la Russia.

I residenti hanno detto che ciò ha permesso all’Ucraina di allontanare i lanciamissili russi da Kharkiv, e la scorsa settimana l’intensità dei bombardamenti a Kharkiv è diminuita significativamente.

“Le cose a Kharkiv sono molto più tranquille”, ha detto Zaitseva. “La situazione è diventata più tranquilla da quando i nostri partner internazionali hanno permesso all’Ucraina di colpire aerei all’interno della Russia. Abbiamo ottenuto risultati: a Kharkiv era meglio. Sarebbe meglio se ci fosse permesso di colpire aerei russi.”