Febbraio 2, 2023

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Divieti di carne e “de-Brexit”? Le previsioni di una banca per il 2023 sono “oltraggiose”

Divieti di carne, prezzi dell’oro più alti e il voto della Gran Bretagna a “de-Brexit” potrebbero essere in programma per il 2023, secondo le oltraggiose previsioni di Saxo.

Bloomberg/Collaboratore/Getty Images

Le “terribili previsioni” di Saxo Bank per il 2023 includono il divieto della produzione di carne, un prezzo dell’oro alle stelle e il voto della Gran Bretagna per “cancellare la Brexit”.

Il rapporto annuale della banca danese, pubblicato all’inizio di questo mese, prevede che le economie globali passeranno a una modalità di “economia di guerra”, “in cui i guadagni economici sovrani e l’autosufficienza hanno la meglio sulla globalizzazione”.

E sebbene le previsioni non rappresentino le opinioni ufficiali della banca, ha esaminato come le decisioni dei responsabili politici del prossimo anno potrebbero influenzare sia l’economia globale che l’agenda politica.

L’oro ha raggiunto i 3.000 dollari

Tra le richieste “oltraggiose” della banca per il prossimo anno, il capo della strategia delle materie prime di Saxo, Ole Hansen, ha previsto che l’oro spot potrebbe raggiungere i 3.000 dollari l’oncia nel 2023, circa il 67% in più rispetto al suo prezzo attuale di 1.797 dollari l’oncia.

imposta il rapporto altezza prevista Fino a tre fattori: una “mentalità da economia di guerra incrementale” che rende l’oro più attraente delle riserve estere, investimenti significativi in ​​nuove priorità di sicurezza nazionale e una maggiore liquidità globale mentre i politici cercano di evitare il disastro del debito nelle loro recessioni.

“Non sarei sorpreso di vedere le economie guidate dalle materie prime voler puntare sull’oro a causa della mancanza di alternative migliori”, ha dichiarato Steen Jacobsen, chief investment officer di Saxo, a “Squawk Box Europe” della CNBC il 6 dicembre.

“Penso che l’oro volerà”, ha aggiunto.

Mentre gli analisti prevedono un aumento del prezzo dell’oro nel 2023, un aumento di questa portata è improbabile, secondo la società globale di commodity intelligence CRU.

READ  Il tasso di turnover delle abitazioni scenderà al tasso più basso dagli anni '80, secondo Economic Projects

“Le nostre previsioni sui prezzi sono molto più moderate”, ha detto alla CNBC Kirill Kirilenko, capo analista di CRU.

“È probabile che una Fed meno aggressiva porti a un dollaro USA più debole, che a sua volta potrebbe dare ai rialzisti dell’oro più respiro ed energia per fare un rally il prossimo anno, spingendo i prezzi a circa $ 1.900 l’oncia”, ha detto.

Tuttavia, Kirilenko ha chiarito che tutto dipende dalle mosse della Fed. “Qualsiasi accenno di un aumento ‘da falco’ da parte della banca centrale degli Stati Uniti rischia di esercitare pressioni sui prezzi dell’oro al ribasso”, ha affermato.

La Gran Bretagna voterà per annullare la Brexit

Le “aspettative vergognose” del prossimo anno, secondo Jacobsen di Saxo, saranno probabilmente innescate da un altro referendum sulla Brexit.

“In realtà penso che questa sia una delle cose che avrà molto potenziale”, ha detto alla CNBC.

Jessica Amir, stratega di Saxo Market, ha affermato che il primo ministro britannico Rishi Sunak e il suo ministro delle finanze Jeremy Hunt potrebbero portare i rating dei conservatori a “minimi senza precedenti” perché “il loro brutale programma fiscale sta gettando il Regno Unito in una schiacciante recessione”.

La Banca ha previsto che ciò potrebbe spingere il pubblico inglese e gallese a ripensare al voto sulla Brexit, con i giovani elettori in testa e costringendo Sunak a indire le elezioni generali.

Saxo si aspetta che ci sia un altro referendum sulla Brexit.

NurPhoto / Collaboratore / Getty Images

Il partito laburista di opposizione potrebbe quindi vincere le elezioni, ha detto Amir a Saxo, promettendo di indire un referendum per annullare la Brexit il 1° novembre, con “re-join” che vince il voto.

“Gli uomini d’affari dicono che l’unica cosa che guadagnano dalla Brexit è il PIL del Regno Unito”, ha detto Jacobsen di Saxo alla CNBC. “Il resto è solo un’escursione di routine”, ha detto.

READ  Il calo dei mercati cinesi porta alla fuga di capitali e al sostegno statale

Anand Menon, direttore del Centro per un’Europa che cambia del think tank britannico, ha affermato che le previsioni “semplicemente non contano”.

“Non credo che ci sarà un altro referendum e l’idea di quello [Labour leader Keir] Starmer adotterà questo atteggiamento nei confronti degli uccelli”.

Starmer ha dichiarato in una conferenza di lavoro a settembre che il suo partito lo avrebbe fatto Fai funzionare la Brexit.

Anthony Scaramucci afferma che il Regno Unito dovrebbe indire un altro referendum sulla Brexit

Menon ha affermato che il sentimento pubblico nei confronti della Brexit è cambiato dal referendum, dopo che il voto ha portato una sottile maggioranza del 52% degli elettori a scegliere di lasciare nuovamente l’UE nel 2016.

“L’opinione pubblica sembra certamente cambiare”, ha detto.

Ricerca condotta da YouGov A novembre il 59% delle 6.174 persone intervistate pensava che la Brexit fosse andata “un po’ male” o “molto male” dalla fine del 2020, mentre solo il 2% ha dichiarato che era andata “molto bene”.

divieto di produzione di carne

La carne è responsabile del 57% delle emissioni derivanti dalla produzione alimentare, secondo una ricerca da lui pubblicata alimenti della naturaE con i paesi di tutto il mondo che assumono impegni netti zero, Saxo afferma che è possibile che almeno un paese riduca del tutto la produzione di carne.

Un paese che “cerca di gestire gli altri in anticipo” sulle sue credenziali climatiche, ha affermato Charo Chanana, uno stratega di SaxoMarket, potrebbe decidere di introdurre tasse significative sulla carne a partire dal 2025 e potrebbe vietare completamente tutta la carne viva prodotta internamente da fonti animali entro il 2030.

“Non sarei sorpreso di vedere le scuole in Danimarca e Svezia vietare del tutto la carne, sta decisamente andando in quel modo”, ha detto Jacobsen di Saxe alla CNBC. “Sembra una follia per noi anziani”, ha aggiunto.

Il Regno Unito, i paesi dell’Unione Europea, il Giappone e il Canada sono tra i paesi che hanno impegni legalmente vincolanti a non utilizzare zero.

Il Dipartimento per l’Ambiente, l’Alimentazione e l’Agricoltura del Regno Unito ha affermato che non c’erano “piani” per introdurre una tassa sulla carne o vietare la produzione di carne quando contattato dalla CNBC.

2023 anno ricco di eventi?

Tra le altre “previsioni vergognose” per il prossimo anno di Saxo c’erano le dimissioni del presidente francese Emmanuel Macron, l’ancoraggio dello yen giapponese al dollaro USA a un tasso di 200 e la formazione di un esercito unito dell’Unione Europea.

Tuttavia, tutte le previsioni dovrebbero essere prese con un pizzico di sale. Jacobsen di Saxo ha dichiarato alla CNBC che esiste una probabilità del 5-10% che ogni previsione si avveri.

La banca ha emesso una manciata di “previsioni oltraggiose” ogni anno negli ultimi dieci anni e alcune si sono effettivamente avverate, o almeno si sono avvicinate ad esse.

Nel 2015, Saxo aveva previsto che il Regno Unito avrebbe fatto proprio questo Vota per uscire dall’Unione Europea All’indomani della vittoria schiacciante del Partito per l’indipendenza del Regno Unito, la Germania dovrebbe entrare in recessione nel 2019, e così è stato nel paese. Difficilmente evitato – e ci scommetto Bitcoin vedrà un aumento vertiginoso nel 2017.