Luglio 13, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Contrazione economica dello 0,1% nel secondo trimestre

Contrazione economica dello 0,1% nel secondo trimestre

Acquirenti che camminano sotto la pioggia su Oxford Street, Londra.

Tolga Akmen/AFP/Getty Images

L’economia del Regno Unito si è contratta nel secondo trimestre del 2022, poiché la crisi del costo della vita ha travolto il paese.

I dati ufficiali pubblicati venerdì hanno mostrato che il prodotto interno lordo si è ridotto dello 0,1% su base trimestrale nei secondi tre mesi dell’anno, meno di quanto previsto dagli analisti della contrazione dello 0,3%.

Segue un’espansione del PIL dello 0,8% nel primo trimestre dell’anno.

la settimana scorsa , Banca d’Inghilterra Avvertimento che lei si aspetta L’economia britannica sta entrando nella sua recessione più lunga dalla crisi finanziaria globale nel quarto trimestre. Nel frattempo, l’inflazione dovrebbe raggiungere un picco superiore al 13% in ottobre.

Le stime mensili hanno mostrato che il PIL è sceso dello 0,6% a giugno, al di sotto della previsione di consenso dell’1,3%, ma in calo rispetto all’espansione rivista dello 0,4% a maggio.

“La crescita nel Regno Unito è lenta poiché l’economia deve affrontare le sfide dovute a forti pressioni sul reddito reale a causa dell’aumento dell’inflazione e dei tassi di interesse più elevati”, ha affermato Hussain Mahdi, analista macroeconomico e degli investimenti di HSBC Asset Management.

“In questo contesto, sarà difficile evitare una recessione, soprattutto con i rischi al rialzo per i prezzi dell’energia che si avvicinano con l’avvicinarsi dell’inverno”.

Secondo la società di consulenza Cornwall Insight, il tetto dei prezzi dell’energia nel Regno Unito dovrebbe raggiungere 4.266 sterline ($ 5.191,96), lasciando milioni di famiglie che lottano per pagare le bollette.

Nonostante i venti contrari macroeconomici, HSBC sostiene i titoli a grande capitalizzazione del Regno Unito per continuare a sovraperformare quest’anno alla luce dell'”esposizione alle materie prime, valori e titoli difensivi”.

READ  Acquista in anticipo per le offerte del Black Friday ora

L’Office for National Statistics, che pubblica i dati sulla crescita, ha affermato che la contrazione è stata in gran parte determinata da un calo della produzione di servizi, con la maggiore resistenza alle attività sanitarie e di assistenza sociale, che riflette un calo delle attività legate al Covid-19.

Ha osservato che nel secondo trimestre si è verificata una diminuzione dello 0,2% dei consumi delle famiglie, compensata da un contributo positivo del commercio netto.

“Come in senso orario, l’inflazione sta iniziando a pesare sull’attività economica nel Regno Unito, con la spesa delle famiglie in contrazione dello 0,2% su base trimestrale”, ha affermato Barrett Coplian, capo economista di PricewaterhouseCoopers.

L’inflazione ha raggiunto il massimo degli ultimi 40 anni del 9,4% a luglio e si prevede che continuerà a crescere durante la caduta.

“Ci sono state alcune notizie positive sui settori rivolti ai consumatori, incluso il settore dell’ospitalità, ma è probabile che siano di breve durata una volta che il clima si raffredda e l’attività turistica si placherà”, ha affermato Kopelian.

“Il Regno Unito è entrato in un contesto di bassa crescita e alta inflazione. Con la Banca d’Inghilterra che ha inasprito le condizioni finanziarie, tutti gli occhi sono ora puntati sui responsabili politici per contribuire a plasmare le future fonti di crescita”.

Questa è una notizia in sviluppo e verrà aggiornata presto.