Maggio 18, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Blinken e Austin promettono un nuovo sostegno diplomatico e militare all'Ucraina in visita segreta a Kiev

Blinken e Austin promettono un nuovo sostegno diplomatico e militare all’Ucraina in visita segreta a Kiev

Domenica il Segretario di Stato Anthony Blinken e il Segretario alla Difesa Lloyd Austin si sono infiltrati in Ucraina Uno straordinario incontro in tempo di guerra con il presidente Volodymyr Zelenskyoffrendo nuove promesse di sostegno militare e diplomatico e sfidando serie preoccupazioni sulla sicurezza del viaggio.

Il viaggio, la più alta visita degli Stati Uniti dall’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio, è progettato per dimostrare il sostegno e la difesa incrollabili degli Stati Uniti dell’Ucraina mentre la guerra entra in una nuova fase allarmante che dovrebbe presentare un’importante offensiva russa in Ucraina. sud e est.

Parlando ai giornalisti in Polonia lunedì mattina dopo l’incontro, Blinken ha affermato che gli sforzi coordinati tra gli Stati Uniti ei loro alleati occidentali per sostenere l’Ucraina e fare pressione sulla Russia “stanno ottenendo risultati concreti”.

Vediamo che quando si tratta di obiettivi di guerra russi, la Russia sta fallendo. “L’Ucraina sta riuscendo”, ha detto.

Blinken ha detto che lui e Austin hanno preso un treno dalla Polonia sudoccidentale a Kiev e hanno incontrato Zelensky e altri alti funzionari ucraini per tre ore al palazzo presidenziale. Blinken ha detto che non hanno incontrato il pubblico o visitato le parti del paese colpite dalla guerra.

“Non sappiamo come si svolgerà il resto di questa guerra, ma sappiamo che un’Ucraina indipendente e sovrana sarà in circolazione per molto più tempo di Vladimir Putin”, ha detto. “E il nostro supporto continuerà ad andare avanti per l’Ucraina fino a quando non vedremo il successo finale”.

I due sono arrivati ​​in Polonia su aerei separati per una visita avvolta. Il governo degli Stati Uniti ha rifiutato di confermare che ciò fosse accaduto fino a quando non fosse finita e Blinken e Austin fossero stati al sicuro fuori dal paese, anche dopo che Zelensky aveva annunciato il giorno prima del loro arrivo. Funzionari statunitensi hanno affermato che le rivelazioni di Zelensky durante la conferenza stampa di sabato hanno sorpreso Washington, provocando una fuga precipitosa dell’ultimo minuto per determinare se fosse ancora sicuro per loro andarsene.

READ  Il Consiglio delle Nazioni Unite sospende l'appartenenza della Russia al più alto organismo per i diritti umani

È normale che i viaggi in una zona di guerra da parte dei presidenti degli Stati Uniti e di altri funzionari di alto rango non siano annunciati in anticipo, per timore che sia più facile per le forze ostili che operano nel paese prenderli di mira. Blinken e Austin si sono recati in Polonia con piccoli gruppi di giornalisti secondo le regole di base imposte dagli Stati Uniti che richiedevano loro di non riferire sul viaggio fino a quando non fosse stato completato. Nessuno degli onesti giornalisti americani ha accompagnato il viaggio dalla Polonia all’Ucraina.

Nei suoi commenti prima della loro visita, Zelensky ha pubblicamente esortato i ministri statunitensi a non venire a mani vuote – e non lo hanno fatto.

Blinken è arrivato con la notizia che l’amministrazione Biden avrebbe finalmente nominato un ambasciatore in Ucraina: Bridget Brink, attualmente ambasciatrice degli Stati Uniti in Slovacchia, la cui potenziale scelta per il presidente Joe Biden è stata ampiamente segnalata per settimane.

Gli Stati Uniti non hanno avuto un ambasciatore accreditato dal Senato in Ucraina da quando il presidente Donald Trump ha licenziato l’ambasciatore Marie Yovanovitch nel 2019 e il posto vacante è diventato un occhio nero diplomatico per gli Stati Uniti mentre la guerra dell’Ucraina esplode nella grande crisi globale. Brink, che ha una profonda esperienza nell’Europa dell’Est, dovrà affrontare un altro voto al Senato per essere confermato per la posizione in Ucraina.

Blinken ha detto a Zelensky mentre era a Kiev che i diplomatici statunitensi sarebbero tornati in Ucraina questa settimana – forse già lunedì – per la prima volta da quando gli Stati Uniti hanno evacuato i diplomatici rimasti nel paese in Polonia settimane fa, ha detto un alto funzionario del Dipartimento di Stato americano. Il funzionario ha affermato che i diplomatici statunitensi temporaneamente di stanza in Polonia avrebbero inizialmente effettuato viaggi transfrontalieri giornalieri nella città ucraina di Lviv e poi in altre parti del paese.

READ  Gli Stati Uniti affermano che la Cina rischia delle conseguenze se aiuta la Russia a eludere le sanzioni

In definitiva, gli Stati Uniti intendono riportare almeno alcuni diplomatici nella capitale ucraina dopo la mossa del Regno Unito della scorsa settimana di riaprire lì la propria ambasciata. La decisione segnala la nuova fiducia degli Stati Uniti sul fatto che Kiev sia ora almeno in qualche modo sicura dopo che la Russia ha ritirato le sue forze dalla città all’inizio di questo mese, dopo il suo tentativo fallito di impossessarsene.

Blinken ha detto che gli Stati Uniti avrebbero restituito i diplomatici in Ucraina entro pochi giorni, ma che ci sarebbero volute alcune settimane per riaprire l’ambasciata a Kiev. “Lo facciamo apposta, lo facciamo con cautela, ma lo facciamo”, ha detto.

Blinken ha anche detto agli ucraini che gli Stati Uniti avrebbero fornito altri 713 milioni di dollari in finanziamenti militari all’Ucraina e ad altri partner regionali, incluso l’aiuto all’Ucraina nella transizione dalle vecchie armi dell’era sovietica ai sistemi più moderni utilizzati dai membri della NATO.

Zelensky ha anche sentito Austin, che gli ha detto che alcuni dei sistemi di artiglieria obice che l’amministrazione Biden aveva recentemente annunciato che avrebbe fornito erano arrivati, mentre l’Ucraina si preparava per una battaglia di terra potenzialmente massiccia a est. Un alto funzionario della difesa ha detto che altri sette gruppi di obici sono pronti per essere inviati presto in Ucraina, insieme a veicoli blindati per il loro traino.

L’introduzione di sistemi d’arma americani come l’artiglieria pesante in Ucraina è stata una grande sfida logistica, poiché Washington era ben preparata al rischio che la Russia prendesse di mira le linee di rifornimento di armi nel paese.

Austin ha anche confermato durante la visita che da lunedì il primo lotto di truppe ucraine addestrate all’uso dell’artiglieria avrà completato l’addestramento in un paese terzo. Un alto funzionario della difesa ha affermato che gli Stati Uniti e l’Ucraina si sono rifiutati di specificare dove si sarebbe svolto l’addestramento su richiesta di quel paese.

READ  Caffè, birra e riso: prova il risotto di Stanley Tucci, "The Revelation".

Tuttavia, nonostante la visita alla zona di guerra e l’aumento dell’assistenza militare statunitense, i funzionari che viaggiano con Austin hanno affermato che l’insistenza di Biden nel non inviare truppe statunitensi a combattere in Ucraina o imporre una no-fly zone non si è attenuata.

L’alto funzionario della difesa ha dichiarato: “Questa visita non fa presagire l’effettiva partecipazione delle forze statunitensi”.

L’insolita rivelazione pubblica di Zelensky sabato sull’intenzione di Austin e Blinken di visitare ha suscitato la speculazione che il viaggio potrebbe dover essere annullato – e dure domande sul fatto che il leader ucraino avesse violato la fiducia degli americani e potenzialmente messo a repentaglio la loro sicurezza.

Ma i funzionari che viaggiano con gli amministratori hanno minimizzato le preoccupazioni degli Stati Uniti sull’omaggio, con un funzionario della difesa che ha affermato che gli Stati Uniti avevano pianificato che la notizia del volo fosse possibile con largo anticipo.

“Sapete, è il suo paese”, ha detto domenica a Zelensky l’alto funzionario del Dipartimento di Stato. “Non è cambiato nulla del nostro impegno di andare lì oggi e condividere ciò che abbiamo da dire”.

Mentre Austin e Blinken uscivano dall’Ucraina, Zelensky ha ringraziato l’amministrazione Biden e il popolo americano su Twitter per il loro sostegno, descrivendo il rapporto tra gli Stati Uniti e l’Ucraina come “più forte che mai”.

Nei giorni scorsi, Zelensky ha affermato di aspettarsi e sperare di visitare Biden di persona, anche se ha riconosciuto che potrebbe non essere possibile fino a quando la situazione della sicurezza non migliorerà. Biden, che si è recato diverse volte in Ucraina come senatore e vicepresidente, ha detto ai giornalisti che voleva tornare il prima possibile.