Home App Perchè una APP CI PAGA PER CAMMINARE?!

Perchè una APP CI PAGA PER CAMMINARE?!

0

Come fa a pagarci? Perché una applicazione dovrebbe darci dei soldi in cambio di una passeggiata all’aperto? È giunto il momento di parlare dell’app del momento . “Sweatcoin pays you to get fit” è il nome completo dell’applicazione che sta spopolando in tutto il mondo e, ovviamente, anche qui in Italia (sono già più di 5 milioni i downloads).

Tutti ne parlano ma in pochi hanno davvero capito il suo funzionamento. In questo articolo cercheremo di fare una breve panoramica per chi ancora non ne avesse sentito parlare rispondendo, allo stesso tempo, alla serie infinita di domande che stanno comparendo sui vari social network. Iniziamo!

COME FUNZIONA?

Il nome dice già tutto ed è fin troppo chiaro: con quest’applicazione potremo guadagnare soldi camminando. Verrà infatti tenuto conto dei passi che facciamo durante il corso della giornata e questo dato verrà giorno dopo giorno convertito in monete digitali spendibili all’interno dell’applicazione. Molti ora si chiederanno: Cosa me ne faccio di questi “sweatcoin” ? La risposta è semplice, non potremo pagarci un caffè ma all’interno dell’app è presente uno shop dove potremo spendere i nostri guadagni per l’acquisto di svariati prodotti.

Perché mai dovrebbero regalarmi soldi per una passeggiata, ti stari giustamente chiedendo. Ebbene, l’app è tenuta in vita grazie alle pubblicità , infatti mentre noi guadagneremo pochi euro nelle nostre escursioni, le aziende pubblicizzeranno i loro prodotti proprio all’interno dello stesso shop esponendosi quindi ad un grande pubblico. Pubblico che, stando alla grande diffusione dell’app ( soprattutto grazie ai tanti premi invito disponibili per chi consiglia l’applicazione ad amici), sta continuamente aumentando.

Quanto si guadagna effettivamente? Veniamo ricompensati di poco meno di uno “sweatcoin” ogni 1000/1200 passi: un iPhone 8 costa 20000 “sweatcoins”, circa 20 milioni di passi. Troviamo anche viaggi, scarpe da corsa e smartphone come il più recente iPhone X.

Venendo dunque alle conclusioni, l’applicazione può essere considerata più o meno utile a seconda delle abitudini degli utenti. A nostro avviso l’app è ben organizzata e funzionale ma non la utilizzeremmo troppo considerando il continuo utilizzo di risorse in background dello smartphone. Comprensibilmente, ciò comporta un alto consumo della batteria e, ovviamente, un precoce deterioramento delle celle. Se siete interessati a provarla trovate di seguito un link (non affiliato) per poterla scaricare da Google Play, pesa circa 90 Mb.

DOWNLOAD APP DA GOOGLE PLAY

Fateci sapere nel nostro gruppo telegram cosa ne pensate!

Luca Bordignon
Mi piace smanettare con il mio Android, ma scrivere articoli condividendo questa passione con piú persone è ancora meglio ;)