Home Android Alcuni OnePlus hanno una backdoor nascosta per sbloccare i permessi di root!

Alcuni OnePlus hanno una backdoor nascosta per sbloccare i permessi di root!

0

Possiamo dire con certezza che non è un buon periodo quello che sta passando recentemente OnePlus. Dopo l’accusa di pochi mesi fa riguardo una raccolta di dati personali “un po’ troppo invadente”, oggi arriva un nuova mazzata. Poche ore fa, infatti, l’azienda cinese è stata nuovamente messa in discussione per la presenza di una backdoor sugli ultimi dispositivi rilasciati. Stiamo parlando di OnePlus 3OnePlus 3T e OnePlus 5. Per i meno esperti, si definisce backdoor una serie di comandi che permettono al solo sviluppatore di accedere a particolari software in casi di emergenza o ordinaria manutenzione.

Ebbene, uno sviluppatore particolarmente curioso, dallo pseudonimo di Elliot Alderson, ha scoperto, all’interno di OxygenOS, un’applicazione denominata EngineerMode, solitamente utilizzata in fase di sviluppo per verificare il corretto funzionamento del dispositivo. Il problema, però, emerge quando si avvia il processo di DiagEnabled, protetto da una password segreta. Elliot, infatti, è riuscito ad oltrepassarla grazie anche all’aiuto di esperti di cybersecurity, ottenendo facilmente i permessi di root senza dover sbloccare prima il bootloader.

Carl Pei, co-fondatore di OnePlus, ha garantito che i tecnici ci stanno già lavorando, rassicurando Elliot riguardo questa situazione. Probabilmente l’applicazione verrà eliminata con il prossimo aggiornamento, ma sta di fatto che lo sviluppatore rilascerà sul Play Store, un’app capace di sbloccare in modo semplice ed immediato i permessi di root, rinunciando allo sblocco del bootloader.

Continuate a seguirci per rimanere aggiornati sulle ultime novità del mondo Android.

Ecco un paio di cose che dovreste sapere: sono un grande appassionato di sport, cinema, serie tv, videogiochi e tecnologia, in particolare tutto ciò che riguarda il robottino verde.